1.     Mi trovi su: Homepage #4442639
    Calcio, Cisco Roma: "Di Canio non ha fatto saluto romano"
    ROMA - Non c'e' stato "saluto romano" da parte di Paolo Di Canio ai tifosi di Rieti. La secca smentita e' arrivata dalla Cisco Roma, la squadra di serie C2 per cui gioca quest'anno l'ex laziale. La societa' ha emesso un comunicato: "Come affermato dal vicepresidente esecutivo Pietro Leonardi nella serata di domenica, durante la trasmissione Goal di Notte condotta da Michele Plastino, la notizia non ha alcun fondamento: Di Canio non ha effettuato alcun saluto romano ne` tantomeno ha messo in atto gesti offensivi verso la curva del Rieti. Si e' limitato infatti, a fine gara, a lanciare la maglia e i pantaloncini da gioco verso i tifosi della Cisco che avevano seguito la squadra in trasferta. La societa' sta valutando la possibilita` di adire alle vie legali per contestare la diffusione di tale notizia, che ribadisce essere completamente priva di fondamento". (Agr)
  2.     Mi trovi su: Homepage #4442640
    Grande prova di carattere per l'undici biancorosso
    La Cisco Calcio tira fuori gli artigli e torna da Rieti con in tasca i tre punti e, soprattutto, con la consapevolezza che il gruppo sta crescendo. Sotto una pioggia incessante, i biancorossi di Di Chiara affrontano il Rieti dell'ex Ferazzoli con il preciso compito di riscattare la deludente sconfitta di Foligno. La Cisco parte subito forte, con un'azione in velocità che mette Di Canio a tu per tu con il portiere avversario, che lo atterra. Per l'arbitro è tutto regolare. Al 21' la Cisco va vicina al gol: Groppioni non trattiene un gran tiro da fuori di Barraco, e Zaniolo nel tentativo di correggere in rete la respinta si imbatte sul portiere. E' quasi rissa, a conferma del clima bollente che si respira in campo. Al 25' c'è la prima vera azione del Rieti, con Zarineh che spara alto a pochi centimetri da Rossi. E' il preludio per il gol biancorosso: Di Canio effettua un ottimo passaggio filtrante per l'accorrente Vicari, che brucia Groppioni con un preciso diagonale. E' 1-0. Il secondo tempo procede come il primo: la Cisco comanda il gioco, con una difesa attenta che non lascia spazi agli avversari. Al 28' Di Canio inventa una magia: dopo un'incredibile progressione sulla destra, lascia partire un pallonetto che va ad infrangersi sulla traversa. E' l'ultima vera azione della gara, che termina così. Per la Cisco tre punti meritati, al termine di una gara condotta dall'inizio alla fine, che ha messo in mostra il grande carattere dell'undici di Di Chiara.

    I TABELLINI
    F.C. RIETI: Groppioni, Dionisi, Frasca, Di Francia, Gentile, Mundula, Melara (dal 21' st Mazzei), Antonini, Zarineh, Cinelli (dal 10' st Magnani), Lai (dal 28' st Ippoliti). A disp: Mangiapelo, Petrongari, Balzano, Ferrazza. Allenatore: Giuseppe Ferazzoli
    A.S. CISCO CALCIO: Rossi, Santarelli, Bruno, Bettini, Cottini, Drascek, Vicari (dal 32' st Bagalini), Minopoli, Di Canio (dal 40' st Dionisi), Zaniolo, Barraco (dal 21' st Pantano). A disp: Cecchini, Carnevali, Ferri, Costanzo. Allenatore: Stefano Di Chiara
    MARCATORI: 32' Vicari
    AMMONITI: Dionisi, Gentile, Antonini, Zarineh (R), Bruno, Zaniolo, Pantano (C)
    ESPULSI: Ippoliti (R) per proteste



    Ho visto le immagini in tv , in effetti è stato un mezzo saluto romano anche se nascosto subito.
    DALL'ULTIMA VOLTA IL CALCIO E' CAMBIATO , MA ESSER ULTRAS E' ANCORA REATO.

    Memento Audere Semper
  3.     Mi trovi su: Homepage #4442644
    Originally posted by Bardok
    Demente per te è chi espone le proprie idee senza timore di ritorsioni ?:confused:


    demente è chi sbatte in faccia le proprie idee a tutti pur di farsi pubblicità, e siccome usa le sue idee per farsi pubblicità quelle non diventano più idee ma altro

    in sostanza è solo un ruffiano che conta sui tifoselli ingenui come te che pensano sia una vittima
  4.     Mi trovi su: Homepage #4442645
    Originally posted by common
    demente è chi sbatte in faccia le proprie idee a tutti pur di farsi pubblicità, e siccome usa le sue idee per farsi pubblicità quelle non diventano più idee ma altro

    in sostanza è solo un ruffiano che conta sui tifoselli ingenui come te che pensano sia una vittima
    Io non penso sia una vittima , ma credo che essendo in un paese libero ognuno è in grado di manifestare le proprie idee
    DALL'ULTIMA VOLTA IL CALCIO E' CAMBIATO , MA ESSER ULTRAS E' ANCORA REATO.

    Memento Audere Semper

  Calcio, Cisco Roma: "Di Canio non ha fatto saluto romano"

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina