1.     Mi trovi su: Homepage #4448171
    Treno Pescara-Roma, i wc sono fuori uso e una signora deve urgentemente andare in bagno. Che fare? Il capotreno ferma il convoglio in stazione e aspetta che la passeggera si serva della toilette a terra. L''incidente' è avvenuto domenica e ha inevitabilmente creato un vespaio di polemiche sullo stato disastroso dei treni italiani.

    Insomma, nel giorno in cui l'assemblea di Trenitalia si trova a varare il riassetto dei vertici, presentando ufficialmente la squadra che dovrà segnare la svolta e rendere l'Italia un paese all'avanguardia sotto tutti i punti di vista nel settore dei trasporti ferroviari, quello che invece appare è un'azienda che ha appena archiviato pesanti perdite e i cui convogli si fermano a casaccio lungo il percorso per far fare pipì ai passeggeri.

    L'episodio del Pescara-Roma ha infatti provocato la reazione indignata di Roberto Giachetti, deputato della Margherita e coordinatore romano dei Dl che ha lanciato l'allarme. "Intollerabile che sui treni italiani manchino ancora i servizi igienici", ha detto giustamente Giacchetti: "fino ad oggi eravamo abituati a drammatici incidenti ferroviari - ha insistito in una nota - Per questo motivo l'attenzione sicuramente non si concentrava sulla mancanza di bagni sui treni. Per non parlare dei treni cittadini per pendolari, dove ogni mattina salgono migliaia di persone, nei quali c'è un solo bagno a fine convoglio e spesso guasto. E' incredibile che nell'anno 2006 possa accadere che un treno abbia i wc non funzionanti e sia costretto a fermarsi per far scendere una passeggera per permetterle di trovare un bagno fuori dal treno".

    La polemica dunque infuria, come al solito quando si tratta di disservizi ferroviari, proprio mentre stanno per essere nominati i nuovi vertici di Trenitalia, scaduti da tempo e mai rinnovati. Il nuovo assetto, che segue la nomina di Mauro Moretti come amministratore delegato delle Ferrovie, vede Francesco Forlenza come nuovo presidente, mentre il posto dell'ad Roberto Testore dovrebbe andare a Vincenzo Soprano, direttore delle strategie Fs durante il governo di Giancarlo Cimoli. Nei giorni scorsi, tra gli altri, era stato fatto anche il nome di Luigi Lenci, responsabile della direzione finanza. Forlenza dovrebbe comunque mantenere l'attuale incarico di responsabile del personale della holding.

    Una situazione delicata da governare quella di Trenitalia, e non solo per i treni senza wc. Solo la settimana scorsa è stata archiviata una semestrale che ha registrato perdite per 1.022 milioni di euro contro 172 del 2005 e una previsione di un ulteriore peggioramento a fine anno per oltre 1.700 milioni.

    L'ad Fs Maurizio Moretti punterebbe anche a modificare l'organizzazione di Trenitalia, ora concepita come una piccola holding speculare a Ferrovie ramificata nelle tre divisioni trasporto viaggiatori, regionale e merci. Il riassetto prevede l'alleggerimento della struttura centrale a favore di un rafforzamento delle singole divisioni. Luisa Velardi del regionale, dovrebbe guidare la divisione media lunga percorrenza e il suo posto potrebbe essere occupato da Gianfranco Laguzzi. Alle merci è prevista invece la conferma di Giuseppe Smeriglio. E ai bagni?

    (www.libero.it)

    -------------

    :eek:

    ridiamoci su.....che è meglio.....:asd:

  Ferma il treno....devo far pipì !

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina