1.     Mi trovi su: Homepage #4448187
    Tutti d’accordo: Juve promossa. Conte: «Ai bomber bianconeri basta un pallone». Reja: «E’ fuori concorso»

    LUCA BORIONI
    OGGETTO volante non identificato. L’Ufo Juve sfreccia nel cielo della serie B. Non si era mai vista una squadra del genere a queste latitudini e molto probabilmente si vedrà per poco, o meglio per una stagione. Nessun dubbio, tra gli allenatori di categoria, che si tratti di una rivale di un altro pianeta, destinata a tornare presto da do_ve è arrivata. Il tema della discussione riguarda invece le chance di promozione diretta dei bianconeri al netto dell’attuale penalizza_zione (-17). Non tutti sono convinti del fatto che i superpoteri della Juve siano sufficienti a colmare l’handicap fino in fondo. Per il resto, il gioco dell’oca (come lo ha definito Zoratto del Modena: chi incon_tra la Juve si ferma un turno) è appena cominciato.
    Gian Piero Gasperini (Genoa).
    «Troppo facile per la Juve con_tro il Modena? Beh, Noi con quella squadra abbiamo perso... La ve_rità è che i bianconeri sono in grado di fare più di un filotto di vitto_rie in questa stagione e quindi di andare direttamente in serie A. Magari a volte incontreranno qualche piccola difficoltà in più, ma non si tratta di una squadra di serie B. Era stata costruita per la A, sarebbe stata da primi posti anche nella massima categoria... L’ap_proccio psicologico? Non è che ci fossero tanti dubbi, nessun proble_ma sotto questo profilo. Ci sono i campioni e ci sono i giovani di qua_lità, che conosco bene. Paro, Palladino, Mirante... Alcuni di loro sono già tra i migliori del campionato».
    Elio Gustinetti (Crotone).
    «La mentalità giusta? La Juve l’ha tro_vata contro di noi. E pensare che quella sera non c’erano Trezeguet e Del Piero...La Juve trasmette una sensazione di incredibile vigo_ria, di capacità di gioco, di compattezza. E poi ha varietà di soluzio_ni, facilità di gol. Senza nulla togliere alle altre squadre di B, farà un campionato a parte. Del resto, può permettersi il lusso di tenere in panchina uno dei migliori giocatori italiani come Marchionni... Con noi Bojinov ha segnato una rete bellissima, poi Boumsong ha rea_lizzato di testa. Insomma, la Juve ha tante soluzioni. Non so se riu_scirà a evitare i playoff, il Brescia ha già fatto dieci punti e se tiene questo passo sarà un problema. Il metro di giudizio definitivo arri_verà quando la Juve incontrerà le altre pretendenti alla serie A».
    Antonio Conte (Arezzo): «All’ultima riunione degli allenatori a Coverciano, ero uno dei pochi a non avere dubbi sul fatto che la Ju_ve avrebbe disputato un campionato a parte. La mentalità conta fi_no a un certo punto. C’è una differenza tecnica talmente marcata... Mi veniva da ridere leggendo e ascoltando i commenti dopo il pa_reggio di Rimini. E poi ho visto il primo tempo di Juve-Modena: gli emiliani hanno giocato bene, è vero, evidenziando inoltre un’orga_nizzazione forse superiore a quella della Juve. Ma poi è bastato che il pallone arrivasse dalle parti di Trezeguet e Del Piero per chiude_re ogni discorso. A proposito della penalizzazione, io l’ho sempre det_to: anche così, la Juve può riuscire nell’impresa. E non lo dico da tifo_so quale sono, conosco bene quei giocatori... Se mi dicessero: scegli qualcuno, io punterei il dito a caso, con gli occhi bendati, per raffor_zare la mia squadra. Guardate Marchisio e De Ceglie, giocano nel_la Primavera ma sarebbero titolari in tutte le altre formazioni di B. Conteremo ben poche battute d’arresto della Juve da qui alla fine. La sfida contro il mio Arezzo? Capiterà a Natale, speriamo che sia_no in vena di regali... ».
    Emiliano Mondonico (AlbinoLeffe).
    «La Juve ha nobilitato il campionato, quello che sta accadendo attorno alla serie B è davve_ro incredibile ed è merito della Juventus. Dobbiamo essere grati al_la squadra a ai suoi tifosi. E’ tutto più bello. La Juve ha stravolto la logica di una categoria solitamente figlia di un dio minore. E co_munque la serie A, senza Juve, sta pagando un prezzo. Tutte le av_versarie che incontrerà quest’anno faranno di tutto per batterla, cercando ogni volta l’impresa. E se non dovessero riuscirci, nessuno avrà da recriminare. Certo, per la Juve sarà comunque dura. Ma è una squadra senza paragoni. Io mi auguro che non ottenga sconti sulla penalizzazione. Sì, perché in questo modo la Juve - che ha tut_te le qualità morali e tecnico-tattiche per riuscirci - farebbe qualco_sa di davvero eccezionale, di storico, e a quel punto nessun nemico della Juve avrebbe più motivo per romperle le scatole ulteriormen_te. Lo dico per il bene del calcio: c’è bisogno di queste imprese. Per quanto riguarda la promozione, a questo punto la squadra bianco_nera deve solo temere se stessa. Cioè gli eventuali cali di concen_trazione. Ma non succederà contro le squadre più forti, magari con_tro quelle che cercheranno risultati diversi. Ecco, spero proprio di tro_vare una Juve non al massimo quando l’affronterò con il mio Albi_noleffe ».
    Giancarlo Camolese (Vicenza).
    «Contro la Juve noi abbiamo fat_to bella figura, però non potevamo andare oltre: la squadra bianco_nera ha un potenziale offensivo incredibile. Trezeguet e gli altri pos_sono garantire qualcosa come 60-70 gol in una stagione e partendo da questo dato è logico quanto sta accadendo, i successi che comin_ciano ad arrivare uno dopo l’altro. Al massimo la Juve potrà sba_gliare tre partite, credo. E un mezzo passo falso l’ha già compiuto a Rimini. Non ci saranno molti altri errori. La promozione diretta? Non so, chi è già davanti di punti ne farà... Il meno 17 è pesante. L’o_biettivo dei playoff è sicuro, poi dipende da come sarà questo cam_pionato. Nel caso di un torneo livellato, la Juve potrebbe anche riu_scire nell’impresa di ottenere la promozione diretta. Se invece ci sarà un’avversaria capace di tenere il passo della Juve, tutto sarà più difficile. Gli uomini di Deschamps, comunque, hanno già capito co_me si deve giocare in questo contesto. Ho sentito le dichiarazioni dei bianconeri prima della trasferta di Crotone. Dicevano che era im_portante non prendere gol. Un dettaglio significativo. Lo avevo det_to ai miei giocatori del Torino nell’anno dei 73 punti e della promo_zione in serie A (stagione 2000-2001, Camolese subentrò a Simoni all’inizio del torneo, ndr): sapevo che la squadra aveva più qualità in attacco, sulla fase difensiva avrei lavorato negli allenamenti. Con_tava evitare errori dietro. Anche alla Juve basta non subire gol, poi davanti al primo spazio che si apre, arriva puntuale il gol»
    Fabrizio Castori (Cesena).
    «Non sono sicuro che la Juve possa centrare la promozione diretta con questa penalizzazione. Certo, è partita benissimo, ma andando avanti potrebbero arrivare nuove dif_ficoltà e, insomma, sono scettico. Quello di B è un campionato mol_to equilibrato. Le partite in trasferta? Certo, presentano rischi mag_giori ma non per una questione ambientale: la Juve non si intimi_disce davanti ai tifosi avversari, anche perché ne ha di propri ovun_que. Però sentire la partita come quando si deve affrontare la Juve, è sempre qualcosa di particolare per chi ci gioca contro. I playoff so_no sicuri, la Juve li conquisterà. La promozione diretta dipende in_vece dalla portata della penalizzazione dopo l’arbitrato. Guardiamo allo scorso campionato: l’Atalanta concluse al primo posto con 81 punti. La Juve a -17, in teoria, dovrebbe arrivare a mettere insieme qualcosa come 98 lunghezze. Insomma, un centinaio di punti: non è un’impresa da poco. Se invece il campionato dovesse rivelarsi un po’ più livellato, le quote si abbasserebbero. Comunque la forza della Ju_ve non si discute e il dubbio riguarda solo le prime due posizioni, cioè se vincerà il campionato o se arriverà seconda. Quando ha giocato a Cesena, eravamo in Coppa Italia, non ci snobbarono, scesero in cam_po al completo. Notai solo qualche pecca in difesa, ma ora con Boum_song e Zebina li vedo a posto anche dietro».
    Edy Reja (Napoli).
    «La Juve ha un organico di diciotto giocatori uno più forte dell’altro. Straordinari dal punto di vista individuale. Sono fuori concorso».

    (tuttosport)

    ------------------


    Speriamo bene....

    :approved:
  2. Bandito  
        Mi trovi su: Homepage #4448192
    Originally posted by Vittore
    Tutti d’accordo: Juve promossa. Conte: «Ai bomber bianconeri basta un pallone». Reja: «E’ fuori concorso»

    LUCA BORIONI
    OGGETTO volante non identificato. L’Ufo Juve sfreccia nel cielo della serie B. Non si era mai vista una squadra del genere a queste latitudini e molto probabilmente si vedrà per poco, o meglio per una stagione. Nessun dubbio, tra gli allenatori di categoria, che si tratti di una rivale di un altro pianeta, destinata a tornare presto da do_ve è arrivata. Il tema della discussione riguarda invece le chance di promozione diretta dei bianconeri al netto dell’attuale penalizza_zione (-17). Non tutti sono convinti del fatto che i superpoteri della Juve siano sufficienti a colmare l’handicap fino in fondo. Per il resto, il gioco dell’oca (come lo ha definito Zoratto del Modena: chi incon_tra la Juve si ferma un turno) è appena cominciato.
    Gian Piero Gasperini (Genoa).
    «Troppo facile per la Juve con_tro il Modena? Beh, Noi con quella squadra abbiamo perso... La ve_rità è che i bianconeri sono in grado di fare più di un filotto di vitto_rie in questa stagione e quindi di andare direttamente in serie A. Magari a volte incontreranno qualche piccola difficoltà in più, ma non si tratta di una squadra di serie B. Era stata costruita per la A, sarebbe stata da primi posti anche nella massima categoria... L’ap_proccio psicologico? Non è che ci fossero tanti dubbi, nessun proble_ma sotto questo profilo. Ci sono i campioni e ci sono i giovani di qua_lità, che conosco bene. Paro, Palladino, Mirante... Alcuni di loro sono già tra i migliori del campionato».
    Elio Gustinetti (Crotone).
    «La mentalità giusta? La Juve l’ha tro_vata contro di noi. E pensare che quella sera non c’erano Trezeguet e Del Piero...La Juve trasmette una sensazione di incredibile vigo_ria, di capacità di gioco, di compattezza. E poi ha varietà di soluzio_ni, facilità di gol. Senza nulla togliere alle altre squadre di B, farà un campionato a parte. Del resto, può permettersi il lusso di tenere in panchina uno dei migliori giocatori italiani come Marchionni... Con noi Bojinov ha segnato una rete bellissima, poi Boumsong ha rea_lizzato di testa. Insomma, la Juve ha tante soluzioni. Non so se riu_scirà a evitare i playoff, il Brescia ha già fatto dieci punti e se tiene questo passo sarà un problema. Il metro di giudizio definitivo arri_verà quando la Juve incontrerà le altre pretendenti alla serie A».
    Antonio Conte (Arezzo): «All’ultima riunione degli allenatori a Coverciano, ero uno dei pochi a non avere dubbi sul fatto che la Ju_ve avrebbe disputato un campionato a parte. La mentalità conta fi_no a un certo punto. C’è una differenza tecnica talmente marcata... Mi veniva da ridere leggendo e ascoltando i commenti dopo il pa_reggio di Rimini. E poi ho visto il primo tempo di Juve-Modena: gli emiliani hanno giocato bene, è vero, evidenziando inoltre un’orga_nizzazione forse superiore a quella della Juve. Ma poi è bastato che il pallone arrivasse dalle parti di Trezeguet e Del Piero per chiude_re ogni discorso. A proposito della penalizzazione, io l’ho sempre det_to: anche così, la Juve può riuscire nell’impresa. E non lo dico da tifo_so quale sono, conosco bene quei giocatori... Se mi dicessero: scegli qualcuno, io punterei il dito a caso, con gli occhi bendati, per raffor_zare la mia squadra. Guardate Marchisio e De Ceglie, giocano nel_la Primavera ma sarebbero titolari in tutte le altre formazioni di B. Conteremo ben poche battute d’arresto della Juve da qui alla fine. La sfida contro il mio Arezzo? Capiterà a Natale, speriamo che sia_no in vena di regali... ».
    Emiliano Mondonico (AlbinoLeffe).
    «La Juve ha nobilitato il campionato, quello che sta accadendo attorno alla serie B è davve_ro incredibile ed è merito della Juventus. Dobbiamo essere grati al_la squadra a ai suoi tifosi. E’ tutto più bello. La Juve ha stravolto la logica di una categoria solitamente figlia di un dio minore. E co_munque la serie A, senza Juve, sta pagando un prezzo. Tutte le av_versarie che incontrerà quest’anno faranno di tutto per batterla, cercando ogni volta l’impresa. E se non dovessero riuscirci, nessuno avrà da recriminare. Certo, per la Juve sarà comunque dura. Ma è una squadra senza paragoni. Io mi auguro che non ottenga sconti sulla penalizzazione. Sì, perché in questo modo la Juve - che ha tut_te le qualità morali e tecnico-tattiche per riuscirci - farebbe qualco_sa di davvero eccezionale, di storico, e a quel punto nessun nemico della Juve avrebbe più motivo per romperle le scatole ulteriormen_te. Lo dico per il bene del calcio: c’è bisogno di queste imprese. Per quanto riguarda la promozione, a questo punto la squadra bianco_nera deve solo temere se stessa. Cioè gli eventuali cali di concen_trazione. Ma non succederà contro le squadre più forti, magari con_tro quelle che cercheranno risultati diversi. Ecco, spero proprio di tro_vare una Juve non al massimo quando l’affronterò con il mio Albi_noleffe ».
    Giancarlo Camolese (Vicenza).
    «Contro la Juve noi abbiamo fat_to bella figura, però non potevamo andare oltre: la squadra bianco_nera ha un potenziale offensivo incredibile. Trezeguet e gli altri pos_sono garantire qualcosa come 60-70 gol in una stagione e partendo da questo dato è logico quanto sta accadendo, i successi che comin_ciano ad arrivare uno dopo l’altro. Al massimo la Juve potrà sba_gliare tre partite, credo. E un mezzo passo falso l’ha già compiuto a Rimini. Non ci saranno molti altri errori. La promozione diretta? Non so, chi è già davanti di punti ne farà... Il meno 17 è pesante. L’o_biettivo dei playoff è sicuro, poi dipende da come sarà questo cam_pionato. Nel caso di un torneo livellato, la Juve potrebbe anche riu_scire nell’impresa di ottenere la promozione diretta. Se invece ci sarà un’avversaria capace di tenere il passo della Juve, tutto sarà più difficile. Gli uomini di Deschamps, comunque, hanno già capito co_me si deve giocare in questo contesto. Ho sentito le dichiarazioni dei bianconeri prima della trasferta di Crotone. Dicevano che era im_portante non prendere gol. Un dettaglio significativo. Lo avevo det_to ai miei giocatori del Torino nell’anno dei 73 punti e della promo_zione in serie A (stagione 2000-2001, Camolese subentrò a Simoni all’inizio del torneo, ndr): sapevo che la squadra aveva più qualità in attacco, sulla fase difensiva avrei lavorato negli allenamenti. Con_tava evitare errori dietro. Anche alla Juve basta non subire gol, poi davanti al primo spazio che si apre, arriva puntuale il gol»
    Fabrizio Castori (Cesena).
    «Non sono sicuro che la Juve possa centrare la promozione diretta con questa penalizzazione. Certo, è partita benissimo, ma andando avanti potrebbero arrivare nuove dif_ficoltà e, insomma, sono scettico. Quello di B è un campionato mol_to equilibrato. Le partite in trasferta? Certo, presentano rischi mag_giori ma non per una questione ambientale: la Juve non si intimi_disce davanti ai tifosi avversari, anche perché ne ha di propri ovun_que. Però sentire la partita come quando si deve affrontare la Juve, è sempre qualcosa di particolare per chi ci gioca contro. I playoff so_no sicuri, la Juve li conquisterà. La promozione diretta dipende in_vece dalla portata della penalizzazione dopo l’arbitrato. Guardiamo allo scorso campionato: l’Atalanta concluse al primo posto con 81 punti. La Juve a -17, in teoria, dovrebbe arrivare a mettere insieme qualcosa come 98 lunghezze. Insomma, un centinaio di punti: non è un’impresa da poco. Se invece il campionato dovesse rivelarsi un po’ più livellato, le quote si abbasserebbero. Comunque la forza della Ju_ve non si discute e il dubbio riguarda solo le prime due posizioni, cioè se vincerà il campionato o se arriverà seconda. Quando ha giocato a Cesena, eravamo in Coppa Italia, non ci snobbarono, scesero in cam_po al completo. Notai solo qualche pecca in difesa, ma ora con Boum_song e Zebina li vedo a posto anche dietro».
    Edy Reja (Napoli).
    «La Juve ha un organico di diciotto giocatori uno più forte dell’altro. Straordinari dal punto di vista individuale. Sono fuori concorso».

    (tuttosport)

    ------------------


    Speriamo bene....

    :approved:



    Speriamo restino SEMPRE a -17 dal MITICO BRESCIA....
    Firma troppo lunga e con offese.
  3. Bandito  
        Mi trovi su: Homepage #4448193
    Originally posted by TonyManero
    Vitto stai diventando come Maxubs.
    Lui apre tutti thread sui comunisti, te sulla Juve :P


    Solo che COMUNISTI e JUVE sono la stessa feccia...

    Ed aprire post a favore di JUVE e COMUNISTI e' SCHIFOSO...
    Firma troppo lunga e con offese.

  «Non è una squadra di questo mondo»

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina