1.     Mi trovi su: Homepage #4454253
    da alice sport


    Inter-Bayern, i convocati di Mancini

    I convocati di Mancini per la sfida di mercoledì sera contro il Bayern Monaco. Assenti Vieira, Cambiasso, Cruz e Recoba.

    Portieri: 1 Francesco Toldo, 12 Julio Cesar Soares;
    Difensori: 2 Ivan Ramiro Cordoba, 4 Javier Zanetti, 11 Fabio Grosso, 13 Maicon, 16 Nicolas Burdisso, 23 Marco Materazzi, 25 Walter Samuel;
    Centrocampisti: 5 Dejan Stankovic, 6 Maxwell, 7 Luis Figo, 15 Olivier Dacourt, 21 Santiago Solari, 91 Mariano Gonzalez;
    Attaccanti: 8 Zlatan Ibrahimovic, 10 Adriano, 18 Hernan Crespo.
  2.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4454254
    Magath: «Non è il Milan, veniamo per vincere»

    «I rossoneri hanno meccanismi di squadra ormai automatici. L'Inter invece, non è ancora una squadra rodata».

    «Non abbiamo l'obbligo di vincere, avendo già battuto lo Spartak Mosca all'esordio, ma veniamo a San Siro per vincere, in assoluta tranquillità. La pressione l'avrà tutta l'Inter, che invece ha perso la prima a Lisbona». È sicuro, Felix Magath, tecnico del Bayern Monaco che, avendo incontrato lo scorso 8 marzo (e perso 4-1) col Milan, si concede un paragone tra le milanesi. «Il Milan ci darebbe più fastidio - spiega - perché ha meccanismi di squadra ormai automatici. L'Inter invece, anche se si è rinforzata rispetto all'anno scorso con i nuovi acquisti, non è ancora una squadra rodata. Per questo non la temiamo, e anzi cercheremo di approfittarne. Contro i nerazzurri giocheremo a viso aperto e senza pressioni particolari, visto che andiamo bene sia in campionato, sia in Europa. Cercheremo di fare risultato».

    Non pensando troppo, quindi, alle statistiche negative del suo Bayern a San Siro (ma anche in Europa dove, nelle ultime 19 gare, ha ottenuto appena due risicate vittorie per 1-0), e concentrandosi solo sull'assetto tattico: «Anche se - Magath lo ammette - l'Italia come Paese e come campionato è un po' il sogno di tutti gli allenatori». D'accordo col suo mister sul fatto che la pressione la sentirà tutta l'Inter è il portiere Oliver Kahn, che però ha una lamentela da esternare: «Il Bayern gioca tutto proiettato in attacco, ma deve correggere i meccanismi difensivi, perché commette gravi errori tattici che costituiscono il suo punto debole. E temo tutti gli attaccanti dell'Inter, nessuno in particolare, perché sono tutti pericolosi. Podolski in crisi? Arriva dal Colonia, una squadra piccola, ci vuole un po' di tempo per abituarsi a una grande come il Bayern. Ma col lavoro, ce la farà».

  Inter-Bayern, i convocati di Mancini

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina