1.     Mi trovi su: Homepage #4455183
    Grossi calibri per la Coppa UEFA
    Un totale di 80 squadre prenderanno al primo turno ad eliminazione diretta di Coppa UEFA. Le formazioni vincitrici del doppio confronto avranno acceso alla fase a gironi della competizione.


    Siviglia campione in carica
    Il Sevilla FC, detentore del trofeo, comincerà la sua avventura ad Atene, sul campo dell’Atromitos FC. Gli iberici sono stati falcidiati dagli infortuni e dovranno rinunciare, tra gli altri, a due degli eroi della finale disputata lo scorso maggio ad Eindhoven, Enzo Maresca e Luis Fabiano. Nonostante le difficoltà, l’avvio di stagione della squadra è stato più che convincente, basti pensare al successo contro l’FCBarcelona in Supercoppa UEFA e al primo posto in Primera División.


    Marsiglia in grande spolvero
    Il Siviglia non è l’unica formazione impegnata in Coppa UEFA ad aver cominciato bene la stagione. L’Olympique de Marseille affronterà i cechi dell’FK Mladá Boleslav, una delle 16 formazioni eliminate nel terzo turno preliminare di UEFA Champions League, forte del primo posto in Ligue 1. I transalpini, inoltre, sono una delle tre società in lizza nel torneo ad essersi laureate campioni d’Europa. Le formazioni ad aver già conquistato la Coppa UEFA in passato sono invece sette, due delle quali vantano anche successi nella massima competizione europea. Si tratta dell’FK Crvena Zvezda (Stella Rossa), che esordirà contro un’altra formazione ceca, l’FC Slovan Liberec, e dell’AFC Ajax, che se la vedrà contro i norvegesi dell’IK Start.


    I vincitori del passato
    Le altre formazioni già vincitrici della competizione sono Bayer 04 Leverkusen, Eintracht Frankfurt, FC Schalke 04 e Tottenham Hotspur FC, affiancate da Parma FC e Feyenoord che sono alla ricerca del loro terzo trionfo in Coppa UEFA. Gli emiliani saranno di scena in Russia sul campo dell’FC Rubin Kazan, una delle 32 reduci dal secondo turno preliminare, mentre gli olandesi esordiranno in Bulgaria contro il PFC Lokomotiv Sofia.


    Verso la finale di Glasgow
    La finale di Coppa UEFA si disputerà all’Hampden Park di Glasgow, motivo per cui i Rangers FC dovranno fare di tutto per cercare di approdarvi. Gli scozzesi saranno di scena in Norvegia, sul campo del Molde FK e dovranno cercare un buon risultato per assicurarsi una gara tranquilla in vista del ritorno, in programma il 28 settembre. Per il momento, l’obbiettivo per tutti è un posto in uno degli otto gironi a cinque e considerando la presenza di formazioni del calibro di FC Basel 1893, Paris Saint-Germain FC, Newcastle United FC, Panathinaikos FC, AFC Rapid Bucuresti, Fenerbahçe SK, AC Chievo Verona e Beþiktaþ JK niente va dato per scontato.


    fonte uefa.com
  2.     Mi trovi su: Homepage #4455185
    Fase a gironi nel mirino
    Quattro squadre italiane si giocano stasera l'accesso alla fase a gironi della Coppa UEFA. La partita di cartello è sicuramente quella tra US Città di Palermo e West Ham United FC dopo il successo dei siciliani a Londra di due settimane fa. Difendono il vantaggio ottenuto nella gara di andata anche AS Livorno Calcio - in casa dell’FCS Pasching - e Parma FC - al Tardini contro l’FC Rubin Kazan -, mentre cerca una difficile rimonta l'AC Chievo Verona contro l’SC Braga.


    Impresa
    Il Palermo, reduce dalla prima sconfitta stagionale in campionato contro l'Empoli FC, si trova davanti il pericoloso West Ham di Mascherano e Tevez. In Inghilterra ci ha pensato Andrea Caracciolo a risolvere la contesa. Ma contro l’ambiziosa squadra londinese servirà un'altra piccola impresa al Renzo Barbera.


    Torna Corini
    Francesco Guidolin non pensa certo a difendersi ed è pronto a schierare Mark Bresciano e David Di Michele a supporto di Caracciolo. "Giochiamo all'attacco, avremo più possibilità di centrare l'impresa - ha spiegato il 36enne Eugenio Corini che aveva saltato la sfida di Londra per squalifica -. Possiamo fare molta strada in Europa".


    Assenze
    Il Livorno ha invece due gol da difendere in casa de Pasching. Gli attaccanti che hanno siglato la vittoria in Toscana non saranno però della partita. Pesa come un macigno l'assenza di capitan Lucarelli - fuori tre settimane con un infortunio al polpaccio - così come quella di Tomas Danilevicius.


    Partita della vita
    "Arrivare al secondo turno di Coppa UEFA è un sogno - ha detto il tecnico Daniele Arrigoni alla vigilia della trasferta in Austria -. Sono quelle partite in cui motivare i giocatori non serve assolutamente a niente. E' la partita della nostra vita e basterà non pensare di aver già chiuso il discorso nella gara di andata, perché non è assolutamente così".


    Largo ai giovani
    La pensa così anche il tecnico del Parma Stefano Pioli dopo il successo in Russia nella gara di andata. "Ci aspetta una serata difficilissima - ha spiegato -, il Rubin è una squadra dinamica e la metterà sul piano fisico. Noi non sappiamo aspettare gli avversari e quindi proveremo a comandare la partita". In attacco potrebbe trovare spazio il 18enne Daniele Paponi.


    Rimonta
    Non ha invece smesso di sperare il Chievo, che dopo essere uscito dai preliminari di UEFA Champions League vuole restare aggrappato almeno al treno Coppa UEFA. Dopo la sconfitta per 2-0 in Portogallo servirà però un mezzo miracolo considerando anche le assenze di Sergio Pellissier e Franco Semioli per infortunio e di Salvatore Lanna, Andrea Mantovani e Giovanni Marchese per squalifica. "Siamo carichi, sappiamo che possiamo farcela", suona la carica Simone Tiribocchi.


    fonte uefa.com
  3.     Mi trovi su: Homepage #4455186
    Palermo-West Ham
    La squadra di Guidolin ospita il West Ham, tra veleni e polemiche. I tifosi inglesi sono arrivati a Palermo con delle magliette, comprate all'Upton Park di Londra, che hanno fatto molto discutere: "West Ham contro la Mafia", recitava la scritta stampata sopra. Un'itera città si ribella a questo luogo comune che li vede ancora accostati alla mafia. A rispondere a queste provocazioni, a nome di tutti, ci pensa il capitano della squadra rosanero: "Sono scherzi di cattivo gusto - chiosa Corini -, è la 4° o 5° provocazione che subiamo e tutte le volte dobbiamo spiegare come si vive a Palermo: sono qui da 4 anni e sono orgoglioso di essere il capitano della squadra". Corini ne ha anche per il tecnico del Chelsea, Mourinho: "Fu il primo che si pronuciò contro questa città, il mio obiettivo è andargli a spiegare come stanno le cose. Ciò significa che faremo molta strada in Eurtopa...". Si parte dall'1-0 per il Palermo conquistato all'andata e si preannuncia una sfida davvero allettante.

    LE PROBABILI FORMAZIONI
    Palermo (4-3-2-1): 12 Fontana, 16 Cassani, 2 Zaccardo, 43 Barzagli, 32 Capuano, 4 Gio. Tedesco, 5 Corini, 30 Simplicio, 17 Di Michele, 23 Bresciano, 10 Caracciolo. (1 Agliardi, 8 Diana, 14 Guana, 15 Dellafiore, 22 Munari, 26 Pisano, 90 Brienza).
    All.: Guidolin.

    West Ham United (4-4-2): 1 Carroll, 18 Spector, 19 Collins, 4 Gabbidon, 3 Konchesky, 15 Benayoun, 20 Reo-Coker, 16 Mascherano, 29 Bowyer, 32 Tevez, 25 Zamora. (21 Green, 2 Mears, 8 Sheringham, 10 Harewood, 11 Etherington, 12 C. Cole, 14
    Pantsil). All.: Pardew.

    Arbitro: Kasnaferis (Gre).




    Parma-Rubin Kazan
    Reduce da tre sconfitte consecutive in campionato, il Parma cerca contro la squadra russa un risultato che dia morale a tutto l'ambiente. "I giovanni vanno valorizzati - spiega il tecnico Stefano Pioli -. Se passeremo il turno affronteremo la Samp con uno spirito diverso. Contro la Roma abbiamo sbagliato tutto, un risultato positivo non può che fare bene". In attacco occhi puntati sul diciottenne Daniele Paponi: "Quando ho saputo che avrei giocato titolare - spiega Paponi - mi sono emozionato, ma è stato un attimo, devo pensare solo a fare gol e accumulare esperienza. Se passiamo il turno, noi giovani avremo più occasioni, ma col Rubin sarà dura". Partirà titolare anche il match-winner dell'andata Dessena.

    LE PROBABILI FORMAZIONI
    Parma (4-4-1-1): 23 De Lucia, 33 Coly, 28 Paci, 17 Rossi, 7 Castellini, 4 Dessena, 6 Bolano, 34 Savi, 80 Bocchetti, 21 Cigarini, 35 Paponi. (32 Virgili, 14 Contini, 38 Pambianchi, 37 Mandorlini, 41 Ciaramitaro, 19 Pisanu, 20 Budan). All.: Pioli.

    Rubin Kazan (4-3-1-2): 1 Kalinko, 2 Baiano, 19 Scotti, 31 Gabriel, 3 Calisto, 8 Ialland, 77 Ayupov, 6 Sibaya, 7 Dominguez,
    23 Ashvetia, 32 Bayramov. (29 Revishvili, 5 Fedorov, 21 Sinev, 98 Vasiliev, 99 Kim, 46 Yarkin, 18 Bazaev). All. Berdyev.

    Arbitro: Weiner (Ger).




    Pasching-Livorno
    Il Livorno vola in trasferta a Pasching cercando di difendere il 2-0 conquistato al Picchi due settimane fa. Il tecnico Arrigoni, privo di Lucarelli e Danilevicius, in attacco si affida alla coppia Paulinho-Bakayokoko. "L'assetto tattico non cambia - precisa Arrigoni -. Sono quelle gare dove non serve motivare i giocatori, le motivazioni vengono da sole, basta non pensare di aver già chiuso il discorso. Arrivare al secondo turno di Coppa Uefa è un sogno". E la squadra amaranto vuole davvero prendersi questo sogno.

    LE PROBABILI FORMAZIONI
    Livorno: (4-4-1-1): 1 Amelia, 77 Grandoni, 14 Kuffour, 6 Galante, 26 Pasquale, 4 Morrone, 28 Passoni, 3 Filippini, 7 Pfertzel, 11 Vigiani, 20 Bakayoko. (23 Manitta, 18 Rezaei, 69 Balleri, 5 Argilli, 29 Cesar Prates,8 Vidigal, 23 Paulinho). All. Arrigoni.

    Pasching (4-2-3-1): Schicklgruber, Bubenik, Baur, Chaile, Ortlechner, Pamminger, Kovacevic, Ciquinho, Sariyar, Ketelaer, Mayrleb (24 Gspurning, Karatay, Kabat 3 M'Bock, 13 Krajic, 24 Riedl, Gilewicz). All: Djuricic.

    Arbitro: Viktor Kassai (Ungheria)




    Chievo-Sporting Braga
    Il compito più difficile della serata spetta al Chievo che deve rimontare lo 0-2 subito all'andata. Il tecnico Pillon crede nella rimonta e in attacco si affida a Tirabocchi: "Il Braga è alla nostra portata - dice l'attaccante di Fiumicino -. Abbiamo lavorato bene, siamo carichi, sappiamo che possiamo farcela. L'importante è non prendere gol". E'un'impresa alla portata del Chievo, secondo il tecnico Pillon: "Domenica sera a San Siro abbiamo fatto le prove (da 0-4 a 3-4 contro l'Inter ndr), contro il Braga servce qualcosa in più. Ma al di là della qualificazione a me interessa vincere, perchè quando non ci riesci da un po' diventa soprattutto un problema psicologico".

    LE PROBABILI FORMAZIONI
    Chievo (4-4-2): 1 Sicignano, 27 Moro, 29 Mandelli, 26 Scurto, 19 Malago', 5 Luciano, 33 Brighi, 8 Giunti, 55 Kosowski, 9 Bruno, 11 Tiribocchi. (18 Squizzi, 46 Marchesetti, 10 Zanchetta, 7 Semioli, 31 Pellissier, 21 Sammarco, 99 Godeas). All: Pillon.

    Sporting Braga (4-4-2): 1 Paolo Santos, 21 Luis Felipe, 5 Nem, 3 Paulo Jorge, 5 Carlos Fernandes, 6 Madrid, 7 Hugo Leal, 20 Riccardo Chabez, 10 Joao Pinto, 9 Ze Carlos, 17 Wender. (18 Dani, 17 Frescaut, 11 Marcel, 22 Mecel, 13 Cesigna, 23 Castanheira, 32 Dresdao) All: Carvahal.

    Arbitro: Megia Davila (Spagna)
  4.     Mi trovi su: Homepage #4455192
    Il Livorno passa anche in Austria

    Il Livorno espugna il campo del Pasching per 1-0 e passa alla fase a gironi della Coppa Uefa. Decide Bakayoko. L`attacco del Livorno e` spuntato: mancano Danilevicius e Lucarelli. Al 2`, la squadra di casa si fa subito pericolosa con un colpo di testa di Mayrelb, che pero` Amelia blocca senza problemi. Dopo due minuti, e` Pamminger ad andare al tiro, ma la sfera si spegne alla destra dell`estremo difensore amaranto. Al 10`, materiale per la moviola: il centrale Chaile spinge Vidigal in area ma il direttore di gara ungherese, Victor Kassai, non fischia il rigore per il Livorno. Al 24` Pasquale crossa, la palla finisce a Bakayoko che tira forte da fuori area ma a lato. Finisce 0-0 il primo tempo con gli austriaci spesso in attacco.

    Nella ripresa il Pasching non sta di certo a guardare, e tenta di andare in rete; al 49` bella punizione di Kabat che Amelia alza sulla traversa in angolo, ma al 55` arriva il gol del Livorno: grande azione di Bakayoko che scatta sulla sinistra e con un forte tiro rosoterra batte il portiere austriaco, 1-0. Dopo la rete molti cambi e poche azioni. Dagli spalti cori dei molti livornesi per Spinelli, Lucarelli e tutti i giocatori.




    Arrigoni `Ora pensiamo al campionato`
    Daniele Arrigoni e` contento: `Accedere alla fase a gironi della Coppa Uefa, per noi, e` davvero importante`. Il tecnico, a fine gara, e` entusiasta: `Vincere in trasferta in Europa da` sempre una grande soddisfazione - dice - ma ora pensiamo al campionato, con la gara di domenica a Messina. E non dimentichiamo che tra poco inizia anche la Coppa Italia e che d`ora in poi dobbiamo buttarci anche nella Coppa Uefa`.

    Arrigoni conclude: `Il girone a cinque non sara` facile, attendiamo di conoscere le nostre avversarie. Io continuero` sulla mia strada, quella del turnover, l`unica possibile per onorare il triplice impegno`.
  5.     Mi trovi su: Homepage #4455193
    Il Parma elimina il Rubin Kazan

    Il Parma ha passato il primo turno di Coppa Uefa: battuto il Rubin Kazan 1-0 nel ritorno al Tardini. La gara ha regalato poche emozioni al pubblico, ma e` stata interessante per Pioli che ha potuto schierare molti giovani in un 4-4-2 che vedeva la presenza di Rossi al centro della difesa, Dessena sulla destra di centrocampo e Cigarini dietro all`unica punta Paponi. Dopo un primo tempo finito sullo 0-0, senza occasioni per il Parma ma con una traversa colpita al 35` da Calisto del Rubin Kazan, la gara e` cambiata nella ripresa.

    Nell`intervallo, infatti, Pioli ha inserito Pisanu per Dessena, dando ulteriore spinta alla squadra. La scelta e` stata subito premiata e al 48` Paponi ha insaccato con un grande colpo di testa su cross di Bocchetti dalla sinistra. Da quel momento il Parma ha preso coraggio e, anche se il Rubin Kazan ha sfiorato il pareggio nel finale con un rocambolesco colpo di tacco in area salvato sulla linea da Castellini, il risultato puo` essere considerato giusto. I giovani trascinano i ducali. Dopo il gol di Dessena all`andata, il match winner e` stato Paponi, altro prodotto del vivaio.




    Pioli `Contento per i nostri giovani`
    `Sono contento per i nostri giovani`; cosi` Stefano Pioli dopo la vittoria per 1-0 contro il Rubin Kazan. La gara era il ritorno del primo turno di Coppa Uefa. La formazione ducale, che aveva vinto anche all`andata con lo stesso risultato, si e` dunque qualificata per la fase a gironi: `Paponi? E` un ragazzo di qualita` e di ottime prospettive - precisa il tecnico - questa e` un`esperienza che non puo` che far bene, sia a lui, sia agli altri ragazzi; i nostri giovani avranno modo di giocare e crescere`.

    Una vittoria che fa morale: `Abbiamo sofferto psicologicamente la battuta d`arresto, nel risultato e nel gioco, di domenica contro la Roma; la vittoria di stasera ci rida` convinzione e entusiasmo per domenica. La Samp? Fare risultato ci tornerebbe utile per recuperare energie`.
  6.     Mi trovi su: Homepage #4455194
    Palermo-West Ham 1-0 al 45’
    Nel ritorno del primo turno di Coppa Uefa, il Palermo e` in vantaggio 1-0 sul West Ham a fine primo tempo. A decidere e’ il gol di Simplicio. Il brasiliano e` riuscito a battere Carroll al 35’ con un gran tiro dalla distanza, proprio nel momento di maggiore difficolta’ per i padroni di casa. Il West Ham, infatti, e` partito sin da subito all’attacco, dovendo recuperare in conseguenza della sconfitta rimediata all’andata. I londinesi hanno avuto tre ottime occasioni attorno alla mezz’ora, sulle quali Fontana si e` superato.

    Al quarto d’ora, invece, il Palermo ha sfiorato il vantaggio con Di Michele, bravo ad inserirsi nel bel mezzo della difesa degli ‘Hammers’, non riuscendo a battere Carroll. Il portiere, pero`, ha ostacolato l’attaccante avversario con un’uscita bassa che poteva permettere all’arbitro greco Kasnaferis di fischiare il rigore. Fatto che non si e` verificato, cosi` come il direttore di gara non se l’e` sentita di espellere Carlton Cole al 39’. L’attaccante aveva appena colpito con una scivolata alquanto dura Zaccardo ed e` stato salvato da Kasnaferis che lo ha punito solo con un cartellino giallo.




    Chievo-Braga 1-0 al 45`
    Il Chievo ha chiuso in vantaggio per 1-0 il primo tempo della gara di Coppa Uefa contro i portoghesi del Braga. S`inizia con i clivensi subito in avanti, ma la difesa ospite si difende con ordine. Pillon perde Scurto per infortunio, e manda in campo Moro in quella che e` una difesa gia` di per se` rattorpata dai tanti infortuni e squalifiche. Al 29` Zanchetta segna su punizione, ma l`arbitro non aveva fischiato, e dunque tutto e` da ripetere. Sul secondo tentativo la sfera risulta di poco alta.

    Il gol che sblocca la gara, comunque, arriva al 38`, con un cross dal fondo che viene deviato in gol da Tiribocchi.
  7.     Mi trovi su: Homepage #4455195
    Originally posted by Pezzotto

    Chievo-Braga 1-0 al 45`
    Il Chievo ha chiuso in vantaggio per 1-0 il primo tempo della gara di Coppa Uefa contro i portoghesi del Braga. S`inizia con i clivensi subito in avanti, ma la difesa ospite si difende con ordine. Pillon perde Scurto per infortunio, e manda in campo Moro in quella che e` una difesa gia` di per se` rattorpata dai tanti infortuni e squalifiche. Al 29` Zanchetta segna su punizione, ma l`arbitro non aveva fischiato, e dunque tutto e` da ripetere. Sul secondo tentativo la sfera risulta di poco alta.

    Il gol che sblocca la gara, comunque, arriva al 38`, con un cross dal fondo che viene deviato in gol da Tiribocchi.


    io ci credo :rulez:
    "Xchè? Xchèèè? 3-1, 3-2, 3-3 !!!"

  Coppa Uefa

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina