1.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4457242
    L'ex dirigente Telecom indica nei nerazzurri i committenti dei controlli su De Santis.

    L'investigatore Cipriani: "Più di una squadra in ufficio". Borrelli vede domani De Santis e martedì Borrelli

    L'ex responsabile della sicurezza di Telecom, Giuliano Tavaroli, nel suo interrogatorio di venerdì con i giudici milanesi che indagano sull'acquisizione illegale di informazioni riservate, avrebbe parlato di un'attività di spionaggio nei confronti dell'arbitro Massimo De Santis commissionata, almeno in parte, dall'Inter (contraddicendo quanto dichiarato dal patron nerazzurro Massimo Moratti nei giorni scorsi). A rivelarlo è il suo legale, l'avvocato Massimo Dinoia: "L'attività - dice - è stata commissionata dall'Inter, dalla sua dirigenza, ed è stata svolta in parte da Tavaroli, in parte da Cipriani dell'agenzia investigativa Polis d'Istinto". Gli accertamenti avrebbero riguardato soprattutto controlli sul patrimonio dell'ex fischietto internazionale e si sarebbero svolti "tra la fine del 2002 e gli inizi del 2003".
    Tavaroli è stato sentito nel carcere di Voghera, dove è rinchiuso dopo l'ordinanza di arresto nei suoi confronti emessa dal Gip Paola Belsito il 20 settembre scorso. L'ex manager di Telecom, che sarà risentito dai magistrati tra qualche giorno, avrebbe poi escluso l'esistenza di conti irregolari all'estero a disposizione dei vertici della società.
    Dal canto suo, Emanuele Cipriani, nell'interrogatorio di garanzia sostenuto davanti al gip di Milano, Paola Belsito, dopo il suo arresto, ha spiegato che il suo rapporto di lavoro con il gruppo Pirelli-Telecom cominciò inizialmente solo con Pirelli, "quando c'era il dottor Sola", ma l'exploit, in termini di quantità di incarichi, si verificò con l'avvento di Giuliano Tavaroli in Telecom.

    Da quel momento in poi, "c'è stato un momento in Pirelli - ha raccontato - in cui erano più d'una le squadre di calcio in ufficio". L'investigatore privato ha anche detto di non escludere che "su alcune pratiche" ci potessero essere informazioni "non legali", prima dell'arrivo di Tavaroli, il quale, quando Cipriani cominciò il suo rapporto con Pirelli, "era all'Italtel, lontanissimo da Telecom".

    Intanto si è appreso che domani pomeriggio il capo Ufficio indagini della Figc Francesco Saverio Borrelli vedrà De Santis, mentre martedì si svolgerà l'atteso incontro tra Borrelli e Moratti.



    Cordinamento I.N.S.I (Io Non Sono Interista)

    -Simo_Juve-Tony Manero-Giovanni1982-Knaz-Kaiserniky-Massituo-SCA-TTANTE-Joey (gemell.
  2.     Mi trovi su: Homepage #4457248
    Originally posted by Giovanni1982
    Se ciò non dimostra che l'Inter era dentro Calciopoli, dimostra certamente gli stretti legami che c'erano tra la società neroazzura e la Telecom (quelli che facevano le intercettazioni).


    Anche Tronchetti Provera era la dimostrazione degli stretti legami della Telecom con l'Inter:rolleyes:

    Se davvero hanno fatto spiare De Santis, hanno fatto bene:approved:
  3.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4457249
    Originally posted by Giovanni1982
    Se ciò non dimostra che l'Inter era dentro Calciopoli, dimostra certamente gli stretti legami che c'erano tra la società neroazzura e la Telecom (quelli che facevano le intercettazioni).
    questo scagiona tutti gli imputati di calciopoli?secondo me con sta storia delle intercettazioni state solo facendo una caccia alle streghe.
  4.     Mi trovi su: Homepage #4457251
    Originally posted by Simo_Juve
    ... avrebbe parlato di un'attività di spionaggio nei confronti dell'arbitro Massimo De Santis commissionata, almeno in parte, dall'Inter ...

    Notare il condizionale "avrebbe" e l'affermazione "almeno in parte" --> Applauso ai giornalisti che continuano a gettare fango con un sacco di forse
  5. Staff ScudettoWeb  
        Mi trovi su: Homepage #4457252
    Originally posted by Giovanni1982
    Se ciò non dimostra che l'Inter era dentro Calciopoli, dimostra certamente gli stretti legami che c'erano tra la società neroazzura e la Telecom (quelli che facevano le intercettazioni).


    Tronchetti-Provera non era mica uno sconosciuto... :asd: Il punto è: cosa ha fatto esattamente l'Inter? Ha accettato di ricevere informazioni su De Santis da un'agenzia privata? Leggerezza. Ha commissionato a un'agenzia privata un'indagine su De Santis? Dovrà spiegare perché, ci sono gli estremi per dubitare della sua lealtà. Ha fatto intercettare De Santis sfruttando una struttura illegale? Come sopra ma peggio. In verità l'ipotesi più verosimile mi sembra la prima.
  6.     Mi trovi su: Homepage #4457253
    Originally posted by Giovanni1982
    Se ciò non dimostra che l'Inter era dentro Calciopoli, dimostra certamente gli stretti legami che c'erano tra la società neroazzura e la Telecom (quelli che facevano le intercettazioni).

    Errata corrige: l'Inter non sarà mai in calciopoli. Semmai in intercettopoli: ma non mischiamo l'Inter con i bastardi che hanno rovinato il calcio prendendo in giro per anni milioni di italiani.

    I legami tra Telecom e Inter sono evidenti da quando Tronchetti Provera era sia azionista dell'Inter e presidente Telecom... Ma non ho ancora capito come hanno fatto i PM napoletani a usare delle intercettazioni che ora sembrano essere "illegali". Hanno usato delle altre?
  7. Staff ScudettoWeb  
        Mi trovi su: Homepage #4457254
    Originally posted by Mr.Barry
    Ma non ho ancora capito come hanno fatto i PM napoletani a usare delle intercettazioni che ora sembrano essere "illegali". Hanno usato delle altre?


    Ma infatti sono cose distinte. "Calciopoli" è una cosa, l'indagine su De Santis un'altra. Le condanne arrivate dopo il secondo grado di giudizio prescindono dal caso De Santis.
  8.     Mi trovi su: Homepage #4457256
    Originally posted by rinnegato
    questo scagiona tutti gli imputati di calciopoli?secondo me con sta storia delle intercettazioni state solo facendo una caccia alle streghe.


    Ma che dici? Chi ha mai detto che questo scagiona chi ha causato Calciopoli? Dico solo che se questa non è una prova di certo è un indizio in più che porta a pensare che l'Inter sapesse chi veniva intercettato.
    Non mi sembra di fare dei ragionamenti così contorti. Il controllorre che è anche il controllato. Tu pensi che l'Inter sia completamente innocente? Se si beato te...
    Io di certo non ho mai detto che la Juve lo fosse.

  Tavaroli: "Spiavo per l'Inter"

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina