1.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4463717
    Giocatori e buon senso esclusi, naturalmente...

    Non è chiarissimo come funzionerebbe questo salary-cap che il governo vuole includere nella prossima finanziaria, ma l'idea è piuttosto impraticabile nell'immediato ammenoché non si abbia lo scopo di far morire il calcio italiano.

    Prima di tutto bisogna considerare che se il provvedimento non viene preso a livello internazionale c'è il rischio, quasi certezza, di vedere tutti i nostri migliori gioielli andare ad alzare il livello tecnico di squadre straniere, e naturalmente senza presupposti di reciprocità.

    Non avrebbe quindi nessun senso dannarsi l'anima e vincere il campionato di Serie A per, una volta in Champions, venire eliminati al primo turno per manifesta inferiorità ad opera di squadre composte dal più bel fior fiore di fuoriclasse, anche nostrani.

    Per questa ragione, e per via del nostro sistema di retrocessioni e promozioni, non si può copiare pari pari l'NBA statunitense; ma certamente bisognerà pure che la Fifa cominci a pensare a come potersi porre di fronte a questo problema. Sarà un'impresa lunghissima e di dubbia riuscita ma prima si princìpia e meglio è.

    Inanto, per non saper né leggere né scrivere, Sergio Campana ha messo le mani avanti dichiarando, tra l'altro, di essere contrario non solo al salary-cap ed alla quota fissa di 22 giocatori per le squadre di serie-B, ma anche alla norma che prevede l'obbligo per i club di comunicare i contratti all'Agenzia delle Entrate.

    Dice che il provvedimento dovrebbe riguardare tutto lo sport professionistico e non solo il calcio. Campana auspica poi controlli più rigidi sui bilanci societari e sanzioni per chi non è in regola col pagamento dei contributi. E, aggiungiamo noi, controlli più rigidi affinché tutti rispettino tutte le regole di bilancio con particolare riferimento alle famose plusvalenze.

    In ogni modo state tranquilli, da sempre abbiamo l'UCAS (Ufficio Complicazioni Affari Semplici) che vigila. Quindi è più facile che, per approdare in campo, mille moviole passino attraverso la biblica cruna dell'ago che un solo provvedimento di salary-cap venga minimamente preso in considerazione.
  2.     Mi trovi su: Homepage #4463718
    Originally posted by lucafiQo
    Non avrebbe quindi nessun senso dannarsi l'anima e vincere il campionato di Serie A per, una volta in Champions, venire eliminati al primo turno per manifesta inferiorità ad opera di squadre composte dal più bel fior fiore di fuoriclasse, anche nostrani.


    per chi ha scritto l'articolo, ma soprattutto questo passo: ma vaccagher!!!! Spara meno caxxate per favore!! :asd:
  3. Staff ScudettoWeb  
        Mi trovi su: Homepage #4463719
    Originally posted by Zanetti_Capitano
    per chi ha scritto l'articolo, ma soprattutto questo passo: ma vaccagher!!!! Spara meno caxxate per favore!! :asd:


    Questa è una scemenza ma il discorso sul confronto europeo è ineccepibile. Se il governo vara un salary cap costrittivo andiamo a livelli da Germania o qualcosa sotto. Mi auguro si faccia attenzione e si usi lo stesso senno usato durante lo scandalo di questa estate e si metta meno politica possibile nello sport.
  4.     Mi trovi su: Homepage #4463720
    io invece mi auguro sempre che ci sia qualcuno che abbia il coraggio di tentare strade impossibili e impopolari .. anche perchè una strada del genere, una volta tracciata, e venendo da uno dei campionati più famosi del mondo, potrebbe trovare seguito

    -la verità è che i costi delle squadre sono da decenni fuori controllo, la qual cosa ha portato a corrompere l'intero sistema calcio; cosa che renderebbe necessaria una regolamentazione
    -altra verità è che non si riescono ad avere più campionati combattuti come una volta perchè la grande percentuale degli introiti, pubblicitari e televisivi, viene intascata da pochissime


    -l'alternativa è solo nella regolamentazione FERREA della ripartizione degli introiti dei diritti TV ..

    con una più equa e regolata divisione di quelli, poi starà solo alla capacità di ogni società di trovare altri soldi col marketing o sfruttando le risorse dei proprietari ..
  5. Staff ScudettoWeb  
        Mi trovi su: Homepage #4463721
    Originally posted by common
    io invece mi auguro sempre che ci sia qualcuno che abbia il coraggio di tentare strade impossibili e impopolari .. anche perchè una strada del genere, una volta tracciata, e venendo da uno dei campionati più famosi del mondo, potrebbe trovare seguito

    -la verità è che i costi delle squadre sono da decenni fuori controllo, la qual cosa ha portato a corrompere l'intero sistema calcio; cosa che renderebbe necessaria una regolamentazione
    -altra verità è che non si riescono ad avere più campionati combattuti come una volta perchè la grande percentuale degli introiti, pubblicitari e televisivi, viene intascata da pochissime


    -l'alternativa è solo nella regolamentazione FERREA della ripartizione degli introiti dei diritti TV ..

    con una più equa e regolata divisione di quelli, poi starà solo alla capacità di ogni società di trovare altri soldi col marketing o sfruttando le risorse dei proprietari ..


    Attenzione però. Un conto è sostenere che la divisione attuale dei diritti e via dicendo non va bene. Un conto è dire che l'UEFA dovrebbe mettere un salary cap. Un conto è dire, e su questo come dicevo non sono d'accordo e ritengo anzi sia una sciagura, che in Italia e basta debba applicarsi un salary cap. Perché le decisioni coraggiose sono, per esempio, essere severissimi in materia di bilancio quando altrove non lo sono, perché è un segnale di serietà e perché prima o poi tutti i nodi, anche altrove, vengono al pettine.
  6.     Mi trovi su: Homepage #4463722
    domanda: non credete che il dare la colpa del male del calcio alla gestione finanziaria delle società sia un pò riduttivo nei confronti di tutto quello che è successo? Cerco di spiegarmi meglio: secondo il mio parere è il sistema dei controlli in Italia che non funziona. Avere dei controlli seri e l'applicazione delle regole in modo serio eviterebbe secondo il mio parere molti problemi.
    Il reale problema del calcio per me non sono i salari o gli acquisti milionari. Quelli chi ne ha la possibilità li fa, chi non ne ha non li fa, come da sempre a questo mondo. Calciopoli non prevedeva un sistema di soldi, tranne che per la gestione dei diritti delle televisioni (ne parlo dopo). Era un sistema basato su molte altre cose, che non un semplice scambio di denaro. Si parla di carriere, di posti internazionali, di giocatori, allenatori, dirigenti raccomandati e raccomandabili. I soldi erano indiretti.
    Dunque non capisco il motivo per il quale porre un tetto agli ingaggi. Considero il tutto come un elastico che viene tirato e poi lasciato, tirato e poi lasciato. Vi ricordate anni fa? 100 miliardi per buffon, 100 miliardi per crespo e così via. Mi sembra che i prezzi siano drasticamente diminuiti, no? C'è qualche salary cap che ha imposto ai prezzi di scendere? Certo, sono state le società che hanno fallito, come Lazio, Parma, Fiorentina. Ma la Sampdoria no, il Bologna è andato in B per colpe non sue, il Brescia (dispiace dirlo) anche, il Lecce pure, ma sono tutte squadre con una propria politica economica in base alle possibilità. E non sono fallite.
    Gli introiti delle tv è giusto spartirli in maniera più equa e nessuno qua pensa abbia dubbi. Penso che la nuova formula pensata sia più giusta e sentivo che viene adottata anche in altri Paesi quindi mi fa ben sperare.
  7.     Mi trovi su: Homepage #4463723
    il salary cap era la speranza, prababilmente destinata a rimanere Tale, e una speranza che continuo a pensare potrebbe trovare, una volta applicata, anche altre federazioni pronte ad adottarla .. ma non vedo cosa c'entri la UEfa, un salary Cap a livello europeo sarebbe impensabile

    -----------------------------------------------------

    la Equa ripartizione degli introiti Tv, secondo me, rimane l'unica via corretta per avere più spettacolo e meno manovre LOSCHE derivanti dalla continua contrattazione dei diritti individuali, anche e soprattutto perchè anche nel calcio c'è sempre lo stesso personaggio con suo gigantesco conflitto di interessi

    Che poi ci dovrebbe essere un controllo Ferreo sui bilanci sarebbe il minimo,

    ma sarebbero poca cosa i controlli dei bilanci se si permettesse ancora a poche Società, che già sono le più ricche, di accordarsi per spartirsi il 90% dei diritti TV e continuare a comandare tutto

    Quindi SOprattutto una equa e PRESTABILITA divisione degli introiti TV, ferreo controllo sui bilanci, e poi che ognuno vada a cercarsi altri guadagni col marketing ..

    Credo che Milan Inter e Juve rimarrebbero lo stesso competitive, anche con meno soldi, dopotutto l'Inter li sperpera comprando giocatori a casaccio, e anche il Milan non comprerebbe più un Oliveira per oltre 40 miliardi ..
  8.     Mi trovi su: Homepage #4463724
    Originally posted by Zanetti_Capitano
    domanda: non credete che il dare la colpa del male del calcio alla gestione finanziaria delle società sia un pò riduttivo nei confronti di tutto quello che è successo? Cerco di spiegarmi meglio: secondo il mio parere è il sistema dei controlli in Italia che non funziona. Avere dei controlli seri e l'applicazione delle regole in modo serio eviterebbe secondo il mio parere molti problemi.
    Il reale problema del calcio per me non sono i salari o gli acquisti milionari. Quelli chi ne ha la possibilità li fa, chi non ne ha non li fa, come da sempre a questo mondo. Calciopoli non prevedeva un sistema di soldi, tranne che per la gestione dei diritti delle televisioni (ne parlo dopo). Era un sistema basato su molte altre cose, che non un semplice scambio di denaro. Si parla di carriere, di posti internazionali, di giocatori, allenatori, dirigenti raccomandati e raccomandabili. I soldi erano indiretti.
    Dunque non capisco il motivo per il quale porre un tetto agli ingaggi. Considero il tutto come un elastico che viene tirato e poi lasciato, tirato e poi lasciato. Vi ricordate anni fa? 100 miliardi per buffon, 100 miliardi per crespo e così via. Mi sembra che i prezzi siano drasticamente diminuiti, no? C'è qualche salary cap che ha imposto ai prezzi di scendere? Certo, sono state le società che hanno fallito, come Lazio, Parma, Fiorentina. Ma la Sampdoria no, il Bologna è andato in B per colpe non sue, il Brescia (dispiace dirlo) anche, il Lecce pure, ma sono tutte squadre con una propria politica economica in base alle possibilità. E non sono fallite.
    Gli introiti delle tv è giusto spartirli in maniera più equa e nessuno qua pensa abbia dubbi. Penso che la nuova formula pensata sia più giusta e sentivo che viene adottata anche in altri Paesi quindi mi fa ben sperare.


    io credo solo che tutte le cose che NON funzionano e che NON si vuole che funzionino, rimangano così perchè c'è un forte interesse economico che manovra per farle restare in quello stato

    -----------------------------------------------------------------------------------------

    poi quel discorso che il mercato si autoregolamenta, scritto da te, mi fa abbastanza impressione, la autoregolamentazione del movimento economico delle società di calcio c'è stata SOLo perchè gli stessi che avevano alterato le regole, hanno deciso che si doveva tornare indietro per poter intraprendere altre strade di predominio economico (la ineguale ripartizione dei diritti TV)

    e poi tu lo sai, sono un comunistaccio e non penso che il mercato si AUTOREGOLI, penso solo che il mercato cerchi di continuo altri metodi per far arricchire i pochi a discapito dei tanti, e questo perchè sono quei pochi a scrivere le regole

    quindi la necessità è che ci siano regole NON scritte da quei pochi che già governano il calcio
  9. I'm only happy when it rains  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4463725
    In serie B c'è già e nessuno si è mai lamentato......

    Che venga pure applicato anche in serie A.... non importa se perdiamo i campioni, magari così si torna a giocare a calcio.....
    :rolleyes:
    Comincio a credere che non conta quanto tu ami qualcuno: forse quello che conta è quello che riesci a essere quando sei con qualcuno.

  Salary-Cap, utopia che non può non trovare tutti d’accordo

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina