1.     Mi trovi su: Homepage #4466467
    Dalla terza alla D, ora sogna la C2

    Verona potrebbe essere la seconda città, dopo Roma, ad avere tre squadre tra i professionisti del calcio. Dopo la favola Chievo in serie A e l'Hellas in B, ha la Vecomp, squadra del quartiere Borgo Venezia, che dopo essere risalita dalla terza categoria alla serie D, è in testa nel gruppo C dei dilettanti nazionali e sogna la C2. "Fino alla promozione non c'erano rimborsi", ha detto il presidente-tecnico Luigi fresco.

    Non è solo la città di Romeo e Giulietta e dell'Arena, Verona sa essere posto di miracoli sportivi. Il Chievo in tal senso insegna con la sua favola bella, semplice che ha fatto appassionare in questi anni milioni di italiani. E non solo, le imprese nella città scaligera sono state di casa anche nel passato quando il Verona di Bagnoli vinse quello scudetto così lontano (stagione 1984-85), ma così fermo nella memoria dei tifosi. Favole irripetibili, uniche per certi versi, ma che hanno aperto una strada percorribile a tutt'oggi. Quella che sta seguendo la Vecomp, squadra che milita nel girone C della serie D e che è in testa alla classifica dopo quattro giornate. Niente di che se non fosse che siamo, forse, agli inizi di un nuovo racconto, di una nuova impresa che dopo la scalata dalla terza categoria fino alla D ora si tramuta in sogno. Ma visto che tanta strada è stata fatta sperare in quella C2 che porterebbe Verona, come Roma, ad avere tre squadre tra i professionisti non è un'utopia.

    Il miracolo è opera di Luigi Fresco, deus ex machina della società nelle vesti di presidente ed allenatore. "Abbiamo scalato le categorie - ha detto - Quando siamo arrivati in Eccellenza nel 1999-00 ci sembrava di toccare il cielo con un dito, non avremmo mai immaginato di conquistare anche la D come è avvenuto alla fine della scorsa stagione". Nonostante tutto la Vecomp non ha perso l'orizzonte e continua a giocare soprattutto per divertirsi: "Ci alleniamo tre sere a settimana più il sabato pomeriggio - ha aggiunto Fresco - Fino alla promozione non esistevano rimborsi ed anche quelli di adesso sono davvero modesti, però a fine anno portiamo i ragazzi sempre a fare un viaggio, abbiamo girato il mondo". Nella formazione scaligera ha militato anche il fratello di Damiano Tommasi, Zaccaria che ora non è più in squadra: "Con loro siamo andati anche in Romania per aiutare alcuni bambini", ha precistato il factotum della Vecomp che non si scompone per il primato in classifica: "Noi vogliamo la salvezza, ci sono altre squadre meglio attrezzate per salire". Magari questo è vero, ma nel calcio tutto può succedere e nelle favole il finale è imprevedibile.
  2. I'm only happy when it rains  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4466468
    Il chievo può stare dov'è...... sta vecomp può fare quello che le pare la hellas valona deve precipitare in promozione! :muhehe: :muhehe: :muhehe: :muhehe: :muhehe:
    Comincio a credere che non conta quanto tu ami qualcuno: forse quello che conta è quello che riesci a essere quando sei con qualcuno.
  3.     Mi trovi su: Homepage #4466469
    Originally posted by razorbladeromance
    Il chievo può stare dov'è...... sta vecomp può fare quello che le pare la hellas valona deve precipitare in promozione! :muhehe: :muhehe: :muhehe: :muhehe: :muhehe:


    vuoi far il derby in promozione?
    perche mi sà che se continuate così... è quello il vs. destino ! :asd: :asd: :asd: :asd:
    NON LASCIARE MAI CHE LA PAURA DI PERDERE TI IMPEDISCA DI PARTECIPARE!!!

  Favola Verona: dopo il Chievo c'è la Vecomp

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina