1.     Mi trovi su: Homepage #4472879
    L'attaccante "salvato" dai compagni che gli evitano la seconda ammonizione.

    Riccardo Zampagna decide la sfida tra Atalanta e Sampdoria solo perché i suoi compagni gli danno «l'assist» giusto al minuto 39 del primo tempo. L'attaccante, infatti, rischia un'incredibile espulsione per doppia ammonizione che gli avrebbe impedito di realizzare la rete del definitivo 3-2. Accade tutto in 90 secondi: Zampagna si vede concedere un calcio di rigore (netta la trattenuta di Sala), ma trova il tempo per polemizzare con Romeo. Motivo? Il giocatore nerazzurro in precedenza aveva reclamato un altro penalty dopo un contatto (dubbio) con Falcone. Così, quando l'arbitro assegna la massima punizione (sul punteggio di 0-2) Zampagna lo «ringrazia» con un inchino in perfetto stile valletto di corte rinascimentale. Romeo, ovviamente, non gradisce ammonendo il giocatore.

    Ma non finisce qui. Che cosa combina l'attaccante nerazzurro subito dopo la trasformazione del rigore da parte di Doni? Corre dentro la porta, raccoglie il pallone per poi ritornare verso il centrocampo. La scena non sfugge a Volpi, centrocampista della Sampdoria, che immediatamente cerca il contatto con Zampagna in modo da «costringere» l'arbitro ad ammonire il giocatore come da regolamento. Ma qualcuno dei suoi compagni lo mette in guardia per tempo e l'attaccante lascia il pallone evitando il secondo giallo e preservandosi per il 3-2 del secondo tempo.



    Grandioso , io amo i giocatori che si prendono gioco dell'arbitro:asd: :asd:
    DALL'ULTIMA VOLTA IL CALCIO E' CAMBIATO , MA ESSER ULTRAS E' ANCORA REATO.

    Memento Audere Semper

  Zampagna rischia il rosso per un inchino...

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina