1. Stramazzarri torna  
        Mi trovi su: Homepage #4477040
    (AGM-DS) - Milano, 27 ottobre - Otto punti di sconto a Juventus e Lazio, quattro alla Fiorentina e nessuno al Milan. Cosi` ha deciso il Collegio Arbitrale. I giudizi definitivi della giustizia sportiva sono arrivati nella tarda serata di venerdi` da parte del Collegio Arbitrale del Coni. La penalizzazione della Juventus passa da -17 a -9: i bianconeri vanno cosi` a quota 10 nella classifica di B con una partita da recuperare. La Lazio passa da -11 punti di penalita` a -3 e nella classifica di A sale a 7 punti a pari con il Milan, che si vede confermati gli 8 punti di penalita`. La Fiorentina passa da -19 a -15 e in classifica raggiunge quota 0.


    :rolleyes:
  2.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4477045
    Tutte le motivazioni
    MILAN - La motivazioni completa dell'arbitrato che ha confermato gli 8 punti di penalizzazione (in serie A) al Milan afferma che la sentenza della Corte federale è "adeguata": la società ha violato l'articolo 1 del codice di giustizia sportivo (obbligo di correttezza e lealtà) indirettamente con Leonardo Meani, il dirigente addetto agli arbitri, e direttamente con Adriano Galliani, l'amministratore delegato e vicepresidente. Secondo il collegio arbitrale della camera di conciliazione e arbitrato per lo sport presso il Coni il Milan nel violare i suoi obblighi "ha trovato un ambiente giuridico e istituzionale favorevole sia nella mancanza nell'ordinamento federale di adeguati presidi normativi e procedurali a tutela delle funzioni terze e neutrali e nel grave sconfinamento dai compiti amministrativi e dai doveri deontologici degli organi direttivi federali e di designazione arbitrale; sia nell'assenza di modelli organizzativi interni alla società idonei a garantire la assoluta correttezza e trasparenza delle condotte individuali dei tesserati e a prevenire la commissione di illeciti"; "risulta, infatti, evidente che il comportamento del signor Leonardo Meani, addetto agli arbitri per l'A.C. Milan s.p.a., sia gravemente lesivo dei doveri di lealtà e probità sportiva per avere egli direttamente interloquito con soggetto partecipante al processo di designazione della terna arbitrale esercitando pressioni sullo stesso in vista delle future designazioni, anche facendo implicito riferimento al risentimento del vertice societario; per avere egli altresì indicato il nome di un assistente di linea 'graditò e ottenuto la designazione del medesimo nella partita immediatamente successiva; per avere egli preso diretto contatto con gli assistenti di linea in prossimità della partita di campionato dell'A.C. Milan s.p.a. per la quale essi erano stati appena designati in un contesto dichiarativo oggettivamente ambiguo; d) di dover altresì condividere, quanto alla sussistenza di una responsabilità diretta dell'A.C. Milan s.p.a. per violazione dell'art. 1 CGS, la ricostruzione dei fatti svolta dalla Corte Federale: risulta, infatti, evidente che il comportamento del signor Adriano Galliani sia lesivo dei doveri di lealtà e probità sportiva per avere egli tollerato e implicitamente approvato il comportamento del signor Meani, nella sola parte relativa alla doglianza rivolta nei confronti dei soggetti partecipanti alla designazione delle terne arbitrali, così di fatto avallando un comportamento scorretto che andava al di là dei compiti propri del dirigente accompagnatore addetto agli arbitri; e) che, pur con le attenuanti derivanti dall'esigenza di reagire a un precedente 'tortò arbitrale, oggetto putativamente di un più complessivo disegno criminoso volto a favorire la diretta contendente per lo scudetto, l'A.C. Milan s.p.a. deve pertanto ritenersi responsabile a titolo di responsabilità oggettiva per le gravi violazioni all'art. 1 CGS poste in essere dal signor Leonardo Meani e a titolo di responsabilità diretta per la violazione dell'art. 1 CGS posta in essere dal signor Adriano Galliani".
    JUVENTUS - Le motivazioni complete dell'arbitrato della camera di conciliazione e arbitrato per lo sport presso il Coni che ha ridotto da -17 a -9 la penalizzazione alla Juventus, affermano che lo sconto è meritato anche per l'impegno del club "per evitare la reiterazione degli illeciti". La Juve, comunque, ha violato l'articolo 6 (illecito sportivo) del codice di giustizia sportivo attraverso i suoi dirigenti (e quindi direttamente) perchè "l'opera di condizionamento del settore arbitrale può giudicarsi verificata ai sensi dell'articolo 6 Cgs laddove rivesta i caratteri dell'incidenza indebita su funzioni tipiche ed essenziali di tale settore - quali valutazione, designazione delle griglie, sospensioni ecc., di arbitri ed assistenti di gara - e si risolva in una indebita intromissione nelle scelte tecniche della terna arbitrale, non solo con riguardo ad una singola gara, bensì rivolta a favorire una determinata squadra in ogni occasione utile della competizione". Il collegio ha dichiarato "di condividere, quanto alla sussistenza di una responsabilità per violazione dell'articolo 6 Cgc, la ricostruzione dei fatti svolta dalla Corte Federale: risulta infatti provata una estesa attività svolta dal dottor Antonio Giraudo e dal signor Luciano Moggi, rispettivamente amministratore delegato e direttore generale della Ricorrente, diretta ad ottenere, in particolare attraverso i ripetuti, intensi, ambigui e non trasparenti contatti con i designatori arbitrali e la supina predisposizione di questi a seguire le indicazioni ricevute, tendente alla precostituzione di condizioni dalle quali la Juventus potesse trarre vantaggio di classifica nel campionato 2004-2005; che il reiterato comportamento illecito posto in essere dai dirigenti della Juventus ha avuto capacità causale adeguata per il conseguimento del risultato sperato, determinando una disparità di trattamento tra la Juventus e le altre squadre". Ci sono state però le attenuanti: "La Juventus F.C. s.p.a. si è adoperata per eliminare la possibilità di reiterazioni dell'illecito , revocando i poteri agli amministratori coinvolti e sostituendo integralmente il consiglio di amministrazione, adottando un codice etico e, soprattutto, un modello organizzativo idoneo a prevenire illeciti sportivi".
    LAZIO - La Lazio si è vista ridurre da 11 a 3 punti la penalizzazione nella classifica di serie A; l'arbitrato della camera di conciliazione e arbitrato per lo sport presso il Coni ha così modificato la sentenza della Corte federale. La Lazio è responsabile di violazione dell'articolo 1 del codice di giustizia sportivo per "l'attivazione di canali - affermano le motivazioni - anche istituzionali, al fine di ottenere "attenzione", se non esplicitamente "favore", da parte della terna arbitrale, in quanto condotta potenzialmente idonea ad attentare, tanto più in contesti comportamentali e dichiarativi oggettivamente ambigui, all'imparzialità della funzione arbitrale". "La violazione di tali obblighi ha trovato un ambiente giuridico e istituzionale favorevole sia nella mancanza nell'ordinamento federale di adeguati presidi normativi e procedurali a tutela delle funzioni terze e neutrali e nel grave sconfinamento dai compiti amministrativi e dai doveri deontologici degli organi direttivi federali e di designazione arbitrale; sia nell'assenza di modelli organizzativi interni alla società idonei a garantire la assoluta correttezza e trasparenza delle condotte individuali dei tesserati e a prevenire la commissione di illeciti; e) di dover condividere, quanto alla sussistenza di una responsabilità per violazione dell'articolo 1 Cgs, la ricostruzione dei fatti svolta dalla Corte Federale: risulta infatti provata una intensa attività svolta dal dottor Claudio Lotito, presidente della ricorrente, pur nella almeno putativa convinzione di dover reagire a torti subiti e di poterlo fare avviando contatti non trasparenti con i vertici federali, diretta ad ottenere attenzione da parte degli arbitri, soprattutto con il ripetuto e improprio, nella forma e nella sostanza, coinvolgimento del Vice-presidente federale signor Innocenzo Mazzini; che, tuttavia, non risulta agli atti che nè il Presidente dottor Claudio Lotito, nè alcun altro dirigente della S.S. Lazio s.p.a. abbia avuto contatti diretti con i designatori delle terne arbitrali, o con alcun altro esponente della categoria arbitrale; che pertanto la S.S. Lazio s.p.a. deve considerarsi direttamente responsabile dei comportamenti individuali del dottor Claudio Lotito, perchè ripetutamente lesivi dei doveri di lealtà e probità sportiva di cui all'articolo 1 Cgs, con le attenuanti e nei limiti prima menzionati; che, dunque, la penalizzazione di 30 punti inflitta alla S.S. Lazio s.p.a. in relazione alla stagione 2005-2006, comportante la perdita di 11 posizioni in classifica con il passaggio dal sesto al 17esimo posto, deve ritenersi proporzionata alle ripetute responsabilità accertate, in considerazione della sua notevole afflittività sul piano economico, anche per la consistente riduzione dei contributi federali, e del pregiudizio da essa arrecato sul piano sportivo, essendosi tradotta nell'impossibilità di partecipare alla Coppa Uefa; che la sanzione inflitta alla S.S. Lazio s.p.a. per la stagione sportiva 2006- 2007 deve invece rideterminarsi, in considerazione della natura esclusivamente istituzionale dei contatti pur così impropriamente avviati e della notevole afflittività della penalizzazione irrogata per la stagione 2005- 2006, traducendosi in una riduzione della stessa per la stagione 2006- 2007 a punti 3, ossia nella misura minima adeguata a mantenere la sua funzione monitoria".
    FIORENTINA - La Fiorentina si è vista applicare uno sconto da 19 a 15 punti di penalizzazione in serie A dall'arbitrato della camera di conciliazione e arbitrato per lo sport presso il Coni. Secondo le motivazioni complete, l'articolo 6 (illecito sportivo) non è da applicarsi alla Fiorentina per Lecce-Parma, per la quale il club può essere considerato responsabile solo secondo l'articolo 9 (responsabilità presunta); il club è invece responsabile per vari episodi per violazione dell'articolo 1 (obbligo di correttezza e lealtà); respinte invece tutte le eccezioni della difesa sulle intercettazioni telefoniche per quanto riguarda l'utilizzabilità nel giudizio sportivo. "L'A.C.F. Fiorentina s.p.a. deve ritenersi responsabile a titolo di responsabilità diretta per le gravi violazioni all'articolo 1 Cgs poste in essere dai signori Andrea della Valle e Sandro Mencucci, per avere essi, nella fase finale del campionato e a immediato ridosso di partite decisive per la permanenza in serie A dell'A.C.F. Fiorentina s.p.a., ripetutamente interloquito con il Vice-Presidente federale per sollecitare favore e benevolenza". "Inoltre l'A.C.F. Fiorentina s.p.a. - affermano tra l'altro le motivazioni - deve considerarsi altresì responsabile (poco importa in questa sede se a titolo di responsabilità oggettiva o diretta per le considerazioni prima svolte in ordine al ruolo sostanziale di fatto assunto nella compagine sociale) anche delle condotte poste in essere dal signor Diego Della Valle in grave violazione dell'articolo 1 Cgs; in particolare, per avere egli direttamente interloquito con il designatore arbitrale Paolo Bergamo, fino a partecipare a un incontro riservato, così creando un ambiente oggettivamente idoneo a indurre nel designatore arbitrale la convinzione di potersi attivare per assicurare alla A.C.F. Fiorentina s.p.a. attenzione e benevolenza da parte delle terne arbitrali nell'aspettativa che da ciò potesse in cambio derivare un appoggio al disegno di riordino organizzativo e gestionale del settore arbitrale e al proprio ruolo nell'ambito di esso, ipotizzato anche nelle conversazioni con il Vice-Presidente federale".

    almeno ora gli giuventini devon star zitti e non rompere il caxxo a noi milanisti :cool:
  3. Bandito  
        Mi trovi su: Homepage #4477046
    La FIORENTINA ha rubato la SALVEZZA a discapito del BRESCIA :

    hanno trovato il ladro e PERSINO la REFURTIVA, ma non l' hanno restituita al PROPRIETARIO :

    BRESCIA IN A E SUBITO !

    P.s. Ma sei di MILANO, tu ? Cosa c'entra il MILAN con te ? NULLA !
    Firma troppo lunga e con offese.
  4. Stramazzarri torna  
        Mi trovi su: Homepage #4477047
    la juventus ha avuto lo sconto maggiore ma è l'unica ad aver pagato pesantemente.. consideriamo che il milan economicamente nn perde nulla.. la Giuve prima di 3 anni nn vede champions league.. bene le differenze di colpe.. ma ora dire che la juve ha pagato poco è eccessivo, soprattutto rispettoquello che hanno pagato gli altri..
  5.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4477048
    Originally posted by Canemacchina
    la juventus ha avuto lo sconto maggiore ma è l'unica ad aver pagato pesantemente.. consideriamo che il milan economicamente nn perde nulla.. la Giuve prima di 3 anni nn vede champions league.. bene le differenze di colpe.. ma ora dire che la juve ha pagato poco è eccessivo, soprattutto rispettoquello che hanno pagato gli altri..
    la giuve ha pagato meno di quello che doveva pagare come tutte, semplicemente era la piu colpevole di tutte. Dopo queste sentenze i gobbi non devono parlare:cool:
  6. Stramazzarri torna  
        Mi trovi su: Homepage #4477049
    Originally posted by massituo
    la giuve ha pagato meno di quello che doveva pagare come tutte, semplicemente era la piu colpevole di tutte. Dopo queste sentenze i gobbi non devono parlare:cool:
    a me sembra che 3 anni senza champions rispetto ad un milan che la champions nn l'ha persa mi sembre mooooolto pesante, cmq + che equo. io non avrei levato nulla a quella penalizzazione ma ora dire che la juve nn stia pagando mi sembra eccessivo, ripeto, alla luce di quello che "pagano" squadre come il Milan..
  7.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4477050
    Originally posted by Canemacchina
    a me sembra che 3 anni senza champions rispetto ad un milan che la champions nn l'ha persa mi sembre mooooolto pesante, cmq + che equo. io non avrei levato nulla a quella penalizzazione ma ora dire che la juve nn stia pagando mi sembra eccessivo, ripeto, alla luce di quello che "pagano" squadre come il Milan..
    il milan è stato implicato per mezzo minuto di telefonata, moggi sceglieva le griglie degli arbitri e mandava bertini in milan giuve(facendoci perdere 2 scudi)...se permetti la giuve non doveva parlare neanche dopo le prime sentenze, era tutto proporzionato milan lazio fiore e giuve. Dimenticavo, le telefonate sul milan avvengono solo dopo siena milan dove il milan è stato fortemente penalizzato. Il milan è stato implicato per tentativo di illecito in una partita dove il guardalinee ci ha annullato un gol regolare. Solo mettere a confronto milan e giuve è bestemmiare. La giuve ha pagato il giusto in relazione a quello che han pagato le altre. Cmq ora i gobbi saran contenti. E soprattutto devono star zitti e basta:cool:
  8. Stramazzarri torna  
        Mi trovi su: Homepage #4477051
    Originally posted by massituo
    il milan è stato implicato per mezzo minuto di telefonata, moggi sceglieva le griglie degli arbitri e mandava bertini in milan giuve(facendoci perdere 2 scudi)...se permetti la giuve non doveva parlare neanche dopo le prime sentenze, era tutto proporzionato milan lazio fiore e giuve. Dimenticavo, le telefonate sul milan avvengono solo dopo siena milan dove il milan è stato fortemente penalizzato. Il milan è stato implicato per tentativo di illecito in una partita dove il guardalinee ci ha annullato un gol regolare. Solo mettere a confronto milan e giuve è bestemmiare. La giuve ha pagato il giusto in relazione a quello che han pagato le altre. Cmq ora i gobbi saran contenti. E soprattutto devono star zitti e basta:cool:


    a me sembra la giustizia del paese dei balocchi.. nn si punisce una squadra per accontentare l'opinione pubblica. sono convinto delle colpe di moggi ma si è andato oltre.. dando per scontate cose che la Giustizia non dovrebbe dare per scontate. si è usato il principio "se moggi ha rubato nell'anno X, allora ha rubato anche nell'anno Y"... e allora dico "se il milan ha rubato nella partita X allora lo ha fatto anche nella Y" e così via..dunque.. come nn ci sono prove inconfutabili per il milan non ce ne sono per la Juve.. dove sono valigette di soldi o partite comprate? boh. a me sta storia nn convince, il modo come si è gestita.. le intercettazione sul milan nn c'erano, chi ci dice che le hanno fatte? nin so.. a me sembra il paese dei balocchi, e sono contento che la Juve sia in B, ed ero più contento se nn aveva la sconto, che non trovo scandaloso visto quel che paga rispetto alle altre

  Siamo a ZERO

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina