1.     Mi trovi su: Homepage #4489637
    A Piazza del Popolo fiaccolata per i 4 Irriducibili a Regina Coeli.

    E' finita stamattina alle 7, ventiquattro ore precise dopo che era iniziata, sulle note di Strada facendo partendo da un camper appoggiato tra il cielo e Piazza del Popolo, al centro del centro di Roma: è la più lunga interconnessione radiofonica che si ricordi, fatta per sensibilizzare l'opinione pubblica sulle condizioni dei 4 tifosi laziali in carcere dal 13 ottobre passato. Ieri e stamattina in tanti sono andati attorno a quel camper. Al centro del centro di Roma, c'erano tifosi della Lazio, giocatori della Lazio (Pino Wilson, Felice Pulici), ex dirigenti della Lazio (Massimo Cragnotti), conduttori e giornalisti laziali, ma anche tifosi della Roma, conduttori e giornalisti romanisti (in interconnessione sono intervenuti Alberto Mandolesi, Max Leggeri, Sandro e Mauro del "Mio canto libero" che ha aperto la mattinata).

    «Questa manifestazione va oltre i colori - ha raccontato Fabio Stefanelli, dell'area culturale di Radio Flash - va anche oltre le colorazioni politiche. Qui c'è gente che viene per solidarietà, per lanciare un grido di libertà. Noi vogliamo far sollevare un problema per approfondirlo, perché di questi ragazzi si è parlato sempre e solo in un certo modo». Era il D-Day, in interconnessione si sono collegate Radio Incontro, Radio Spazio Aperto, Teleradio Stereo, Rete Sport, mentre Radio Flash ha fatto da pilota prima di turnarsi con Radio Sei. C'erano laziali e romanisti insieme, famiglie, c'era pure Paolo Cento, sottosegretario all'Economia, Verde, da sempre e romanista, per testimoniare solidarietà.

    --------------------------

    Aggiungerei che c'era anche Paolo Di Canio ed è arrivato un telegramma da parte di De Rossi e Aquilani , due giocatori della Roma , sicuramente un bel gesto seppur giallorossi meritano rispetto. Sono stato a Piazza del Popolo ieri sera , con amici laziali e romanisti , alcuni diffidati , c'erano molte persone , alcuni membri dei Fedayn dei Boys di Tradizione Distinzione ( io non li conosco me li hanno presentati gli amici miei romanisti ).Unica vergogna nessun messaggio dai giocatori laziali , ovviamente per colpa di Lotito basxxrdo , hanno paura che si ritorce contro di loro.
    DALL'ULTIMA VOLTA IL CALCIO E' CAMBIATO , MA ESSER ULTRAS E' ANCORA REATO.

    Memento Audere Semper
  2.     Mi trovi su: Homepage #4489638
    E' in sciopero della fame da tre settimane.

    Versa in gravi condizioni Fabrizio Piscitelli, uno dei 4 Irriducibili della Lazio arrestati il 13 ottobre, in sciopero della fame da 3 settimane. I quattro ultras sono finiti in manette con le accuse di tentata estorsione e di minacce rivolte al presidente della Lazio Claudio Lotito nel quadro delle indagini sul tentativo di scalata alla societa' capitolina.
    DALL'ULTIMA VOLTA IL CALCIO E' CAMBIATO , MA ESSER ULTRAS E' ANCORA REATO.

    Memento Audere Semper
  3.     Mi trovi su: Homepage #4489639
    Lo stadio era pieno e colorato come qualche tempo fa ed il tifo dei Laziali arrivava fino a Ponte Milvio. In campo volavano undici Aquile vestite di biancoazzurro, giocavano con il cuore e lottavano con gli artigli su ogni pallone. Anche in tribuna si cantavano gli inni lanciati da una curva stracolma di sciarpe e di bandiere, sorretta da quattro voci in più, le voci di quei quattro ragazzi da qualche tempo assenti, e la contestazione nei confronti di Lotito era rientrata, grazie ai contemporanei passi indietro del presidente e della tifoseria riusciti dopo tanto a trovare un punto di intesa comune.

    Al centro di tutto c'era la Lazio, la squadra, quell'ideale biancoceleste da incitare e sostenere. Non si doveva più pensare a strane operazioni finanziarie, nè preoccuparsi di scioperi del tifo o temere penalizzazioni di punti. Contava solo accompagnare i calciatori verso la conquista di vittorie importanti, cogliere quei punti che avrebbero rilanciato le ambizioni di una società ansiosa di tornare ad occupare in classifica le posizioni che contano davvero.

    Ho fatto un sogno che purtroppo è solo un sogno, ma c'è da augurarsi, per la Lazio e per i suoi tifosi, che presto tutto questo sia una splendida realtà, perchè il calcio è fatto di passione, amore, tifo e speranza, e la maggior parte di ciò che circonda l'ambiente biancoceleste in questo momento con il gioco più bello del mondo c'entra davvero poco o nulla.
    DALL'ULTIMA VOLTA IL CALCIO E' CAMBIATO , MA ESSER ULTRAS E' ANCORA REATO.

    Memento Audere Semper

  I romanisti scendono in piazza: «Liberate i laziali»

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina