1.     Mi trovi su: Homepage #4491899
    Tremila tifosi assistono all'allenamento degli azzurri nello stadio di Bergamo, dove domani sera affonterà la Turchia in un'amichevole organizzata per ricordare la figura di Giacinto Facchetti

    Circa tremila persone hanno seguito allo stadio Azzurri d'Italia di Bergamo l'allenamento della Nazionale che domani sera affronterà in amichevole la Turchia in una gara dedicata alla figura di Giacinto Facchetti. Il c.t. Roberto Donadoni, bergamasco doc, ha fatto chiudere l'allenamento con una partita 10 contro 10 provando le due coppie di attaccanti Rocchi-Bonazzoli e Di Natale-Gilardino.
    Poco più di un'ora di lavoro: riscaldamento, qualche schema e poi la partitella. In maglia gialla Amelia, Zambrotta, Cannavaro, Pasqual, Camoranesi, Brocchi, Palombo, Mauri, Rocchi e Bonazzoli; con la casacca blu Buffon, Oddo, Zaccardo, Barzagli, Materazzi, De Rossi, Aquilani, Barone, Di Natale e Gilardino. È finita 2-1 per i gialli con i gol di Brocchi e Mauri (per i blu è andato a segno Di Natale). Venduti intanto oltre 10.000 biglietti. Domani mattina alle 11 allenamento di rifinitura.
  2.     Mi trovi su: Homepage #4491900
    Donadoni: "Confermo il 4-1-4-1"

    Il c.t. lascia intendere che potrebbe riproporre il modulo del 3-1 in Georgia, con De Rossi davanti alla difesa

    E' il solito Donadoni. Ormai il commissario tecnico ci ha abituati a tutto e al contrario di tutto. "Qualche dubbio ce l'ho ancora - dichiara nella conferenza stampa della vigilia di Italia-Turchia -, ma per il modulo riproporrò con ogni probabilità il 4-1-4-1 della Georgia". Insomma, anche per l'amichevole il c.t. non scioglie la riserva sulla formazione azzurra, ma conferma il modulo effettuato nell'ultima partita ufficiale, conclusa con la vittoria per 3-1 sulla Georgia a Tbilisi.
    In poche parole Donadoni lascia intendere che la formula prevede "un centrocampista di fronte alla difesa", vale a dire Daniele De Rossi. "Quello contro la nazionale di Terim è un ottimo test - sostiene Donadoni -. La Turchia è forte fisicamente e tecnicamente, mi auguro che il campo tenga bene. Mi sono raccomandato con i ragazzi, venire in Nazionale è motivo di orgoglio e queste occasioni bisogna usarle bene per dimostrare di meritare questa maglia. Sarebbe un errore sottovalutare test come questi. Il campionato è a buon punto e la condizione è quasi ottimale per tutti. Se la Turchia sarà più brava di noi ci può stare, ma non dobbiamo sbagliare sotto altri aspetti".
    Donadoni non si nasconde quando qualcuno gli ricorda il nome di Eugenio Corini. "Meriterebbe la convocazione - è la risposta sincera del c.t. -, ma io devo fare tante valutazioni. Corini potrebbe tornarci utile in una partita in cui magari manca un giocatore con le sue caratteristiche, che giochi nel suo ruolo, altrimenti bisogna guardare avanti e puntare su giocatori più giovani".
    L'ultima battuta è sul Pallone d'oro che secondo le ultime voci, vedrebbe in corsa per il primo posto Fabio Cannavaro. "È in testa lui per il premio di France Football? Spero che rimanga avanti fino alla fine - afferma il c.t. - Sarebbe fantastico se nell'anno del Mondiale il Pallone D'oro tornasse in Italia".
  3.     Mi trovi su: Homepage #4491901
    Originally posted by Pezzotto
    Donadoni non si nasconde quando qualcuno gli ricorda il nome di Eugenio Corini. "Meriterebbe la convocazione - è la risposta sincera del c.t. -, ma io devo fare tante valutazioni. Corini potrebbe tornarci utile in una partita in cui magari manca un giocatore con le sue caratteristiche, che giochi nel suo ruolo, altrimenti bisogna guardare avanti e puntare su giocatori più giovani".
    :mad: :cry:
  4.     Mi trovi su: Homepage #4491902
    Con la Turchia Gilardino unica punta

    La nazionale azzurra sarà di scena stasera a Bergamo in amichevole, voluta per ricordare Giacinto Facchetti, contro la Turchia. Donadoni, anche in questa occasione, non ha sciolto le riserve sulla formazione che metterà in campo all'Azzurri d'Italia, di certo c'è solamente che utilizzerà tutti i giocatori a disposizione con il 4-1-4-1. Debutterà così Aquilani con Gilardino unica punta e Camoranesi-Di Natale sulle fasce.

    Donadoni, nella sua Bergamo, proverà tutti i giocatori a sua disposizione, sono concessi fino a 9 cambi essendo un test amichevole, nel match contro la Turchia. Ma a partire con la maglia titolare dovrebbero essere quei giocatori che hanno più esperienza in maglia azzurra. Spazio così, con Buffon in porta, alla difesa a quattro con Oddo, Cannavaro, Materazzi, Zambrotta. A centrocampo De Rossi avrà il compito di fare il playmaker arretrato con Camoranesi e Di Natale sulle fasce e Barone-Aquilani al centro. Per il 22enne romanista si tratta del debutto assoluto con la maglia della nazionale maggiore, dopo essere stato un pilastro dell'under 21. Unica punta contro la difesa turca sarà il rossonero Gilardino.

    Molte conferme, insomma, condite solo da qualche novità nella nazionale che Donadoni dovrebbe schierare all'Atleti azzurri d'Italia, con molti campioni del mondo in campo fin dal primo minuto. Ci sarà sicuramente spazio nel corso dell'amichevole anche per l'altro debuttante in maglia azzurra, Cristian Brocchi, così come sarà messa alla prova anche l'altra coppia d'attacco Bonazzoli-Rocchi. E chissà che nella serata dedicata all'indimenticabile Giacinto Facchetti l'Italia, anche se orfana di molti titolari (da Nesta a Grosso fino a Pirlo, Perrotta, Totti, Iaquinta, Toni, Inzaghi e Del Piero) non possa tornare a convincere.
  5.     Mi trovi su: Homepage #4491904
    Italia: contro la Turchia e` pari tra gli sbadigli

    L’amichevole Italia-Turchia si e` chiusa sull`1-1: gol di Di Natale al 39` e autorete di Materazzi al 43`. Clima disteso e poca voglia di far male. Di divertire, forse, ancora meno. Ne nasce un incontro poco vivace. Nel primo tempo, almeno, si vedono due gol. Al 6’ buona occasione per Gilardino, che calcia bene ma vede Rustu deviare in corner. Al 9’ lo stesso estremo difensore si fa male al ginocchio e viene sostituito da Volkan. Cambio decisivo, al 39’ il nuovo entrato regala palla a Di Natale, che insacca l’1-0. Al 43’ Materazzi pero` interviene maldestramente e regala il pareggio con un` autorete.

    Nell’intervallo fuori Buffon, Oddo, Cannavaro, Mauri e Gilardino, dentro Amelia, Zaccardo, Barzagli, Aquilani e Bonazzoli. Pare che i ritmi si alzino, con una buona occasione italiana su ottima conclusione di Zambrotta. Ma e` un fuoco di paglia. I tiri a rete sono inesistenti e a referto vanno solo le sostituzioni effettuate da entrambi i commissari tecnici fino a svuotare le panchine. Nessun’azione e` cosi` degna di nota e l`unica emozione viene da una buona punizione calciata da Materazzi al 90`.
  6.     Mi trovi su: Homepage #4491905
    Donadoni `Abbiamo fatto il possibile`

    Roberto Donadoni, ct dell`Italia, dopo il pareggio con la Turchia: `Abbiamo fatto quello che potevamo`. Il tecnico azzurro non e` entusiasta ma nemmeno deluso. `Sapevamo che avremmo incontrato una squadra di grande spessore - ha detto ai microfoni della Rai - Loro erano messi bene fisicamente in difesa e bravi tecnicamente dal centrocampo in avanti. Abbiamo fatto quello che potevamo`. Si potrebbe pensare ad un passo indietro dopo la vittoria sulla Georgia: `No, perche` la Turchia e` un avversario piu` solido e tosto. Il test e` andato bene perche` mi serviva per saggiare nuovi giocatori e tutti hanno risposto bene. Tutti ci hanno messo lo spirito giusto, anche se non e` stata una prestazione di altissimo livello`. Poi ancora sulla Turchia: `Ci hanno davvero fatto sudare in ogni zona del campo. Ma se noi abbiamo avuto un paio di occasioni, loro non ne hanno avute certamente di piu``.




    Aquilani `La mia strada inizia adesso`

    Alberto Aquilani, centrocampista dell`Italia, sull`esordio con la Nazionale: `La mia strada inizia adesso`. E` entrato al 45`, divenendo il debuttante della sfida contro la Turchia assieme a Cristian Brocchi del Milan. Aquilani non ha nascosto la propria gioia ai microfoni della Rai: `Sono molto soddisfatto, giocare con la nazionale maggiore era un mio sogno e un mio obiettivo. Spero che la mia strada non sia finita ma che inizi solo adesso`. Di certo non e` stata una prima partita semplice: `E` stata una gara molto ostica. Da un lato c`era la mia emozione, dall`altro c`erano i turchi che ci pressavano molto alti. Comunque e` stata una serata positiva`.

    Importante anche la prima tappa dell`inserimento nel gruppo: `I campioni del mondo mi hanno accolto tutti molto bene e li devo ringraziare`. Ad essere assente, pero`, era uno dei principali: Francesco Totti, suo capitano nella Roma. Aquilani fa il diplomatico: `Quella di tornare in Nazionale e` una decisione sua. Ma sarei ben felice di giocare con lui anche in azzurro`.




    Brocchi `Avevo gran voglia di fare bene`

    Cristian Brocchi ha esordito in Nazionale da titolare: `Sono euforico, avevo addosso una gran voglia di far bene`. `Peccato per la palla data a Gilardino fermata dal portiere avversario - ha proseguito - Sarebbe stato un esordio con assist. Sono partito subito titolare conquistandomi la fiducia del ct. Ora mi getto nuovamente nell’avventura con il club e spero di ritagliarmi sempre piu` spazio`.

    `Al di la` del risultato non esaltante abbiamo messo in campo il massimo impegno - ha dichiarato Oddo - Abbiamo incontrato delle difficolta` perche` la Turchia e` una buona squadra con ottimi giocatori. Bisogna anche calcolare che era un gruppo praticamente nuovo con facce nuove`.

    Fabio Cannavaro sull`accoglienza: `Se non sbaglio c’erano 22 mila paganti e meglio di cosi` credo non si potesse fare. La mia prestazione? Buona ma non eccelsa. Tornare in Italia? Ora sto bene in Spagna, ma sono un giocatore italiano e seguo il campionato: non si sa mai`.




    Materazzi`Buone cose contro squadra forte`

    Marco Materazzi ha visto una buona Italia: `Abbiamo fatto cose buone contro una squadra forte e rognosa`. `Anche oggi abbiamo allargato il gruppo con nuovi arrivi e abbiamo fatto bella figura al di la` del risultato, ha proseguito il difensore, sfortunato in occasione dell`autorete che ha regalato il pareggio alla Turchia. La serata era in onore di Giacinto Facchetti: `Penso che stasera tutti abbiano versato una lacrima. Spero che in futuro venga ricordato per quello che ha fatto e detto`.

    `Non era facile, ci sono stati anche tanti cambi ma noi abbiamo cercato di dare il massimo - ha detto Tommaso Rocchi - Abbiamo concesso qualcosa ma anche creato diverse occasioni. Per me era importante esserci, fare parte del gruppo e giocare`. Sulla convocazione: `Se si guarda a quello che offre il campionato e che penso sia quello che fa Donadoni, se uno fa una doppietta domenica ha piu` possibilita` di essere chiamato`.




    Di Natale `La fortuna ci vuole`

    Antonio Di Natale, attaccante dell`Italia, sulla rete segnata alla Turchia: `La fortuna ci vuole sempre`. Il guizzante fantasista dell`Udinese ha dimostrato di essere in un buon momento anche nell`amichevole di Bergamo. E dopo la partita non ha nascosto la propria soddisfazione: `Sono venuto qui in Nazionale determinato per esprimermi al massimo - ha detto ai microfoni della Rai - Nell`occasione del gol ho avuto anche un po` di fortuna, ma ci vuole sempre. E sono riuscito a segnare`. La buona sorte ritorna quando si parla della suo rapporto con l`azzurro: `Ho avuto la fortuna di esordire in Nazionale quando il ct era Trapattoni, ma poi sono stato bravo a lavorare sodo riuscendo a riconquistarmi il posto`. La Turchia ha destato un`ottima impressione: `Corrono tanto e ci hanno pressato a tutto campo. E` stata una bella partita`.
  7.     Mi trovi su: Homepage #4491906
    Terim `E` stata un`occasione persa`

    Fatih Terim, ct della Turchia, dopo il pareggio con l`Italia: `Abbiamo perso un`occasione per batterli`. Gli anni passano, lo spirito del condottiero e` sempre intatto. Dopo il pari contro i campioni del mondo, il commissario tecnico turco ha cosi` analizzato la partita: `E` stata una bella sfida a livello generale. Specie nel secondo tempo abbiamo fatto il gioco che volevo dai miei. Siamo una squadra giovane e miglioreremo in ogni partita che passa`. Terim ha anche un rammarico: `Abbiamo perso un`ottima occasione per battere l`Italia`.

    Il ct si e` poi soffermato sui singoli, partendo dalle condizioni del portiere Rustu, infortunatosi dopo soli 9`: `Verificheremo le sue condizioni una volta ritornati a casa. La prima impressione e` che abbia dei problemi al legamento crociato`. Infine, su Arda Turan, diciannovenne che ha stregato l`Atleti Azzurri d`Italia: `Ogni giorno che passa migliora, e` un grande talento. Lo conosco bene perche` proviene dalle giovanili del Galatasaray`.




    Arda Turan `Io in Italia? Mi piacerebbe`

    Arda Turan, centrocampista della Turchia, dopo il pareggio contro l`Italia: `Non mi dispiacerebbe giocare da voi`. Ha solo 19 anni, ma ha personalita` da vendere. Lo ha dimostrato sul terreno di gioco dell`Atleti Azzurri d`Italia: `Incontrare i campioni del mondo e` stata una bella emozione, ma nulla di piu`, niente di particolare`. I paragoni gli piacciono fino ad un certo punto: `Il mio stile e` originale. Posso dire di ispirarmi a Emre come tipologia di gioco`. Non manca un pensiero al futuro: `Non ho mai avuto contatti con societa` italiane, ma di certo non mi dispiacerebbe venire da voi. Comunque mi muoverei dal Galatasaray, una delle squadre piu` forti d`Europa, solo per necessita` economica della societa``.

  Nazionale, bagno di folla

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina