1.     Mi trovi su: Homepage #4493173
    "Ci stiamo pensando seriamente"

    La fuga da San Siro non è un'idea nuova. Il contenzioso con il Comune, per avere una concessione sull'impianto più lunga e vantaggiosa economicamente, impegna entrambi i club meneghini da qualche tempo. Le voci sulla costruzione di uno stadio privato da parte dell'Inter, poi, circolano già da almeno un paio d'anni. Ora, però, c'è una conferma importante: "Ci stiamo pensando - ha detto Moratti - e non è solo un'idea".

    E' cambiata la zona, ma l'idea è quella che frulla nella testa della dirigenza interista da un po'. Qualche anno fa si parlava della zona occupata dai capannoni della Falck, in via di dismissione, ora si sta ipotizzando di spostarsi verso Rogoredo, a due passi dalla nuova area residenziale in procinto di essere costruita. La voglia di mollare San Siro c'è, nonostante la storia di quello stadio e l'alone di leggenda che lo circonda.

    Massimo Moratti, però, non ha intenzione di sottostare ancora a imposizioni comunali troppo onerose e prive dei via libera alle innovazioni volute e pensate in via Durini. Anche il Milan sta premendo sull'amministrazione cittadina per ottenere un contratto diverso, ma non è arrivato allo strappo definitivo. L'Inter, invece, è vicina al grande salto e il suo presidente non usa mezzi termini per annunciarlo. "L'idea di uno stadio tutto nostro? Sì, ci stiamo pensando e non è solo un'idea". Queste le parole riportate da "Il Giornale", ma arrivate ben prima all'orecchio dei responsabili dell'impianto e nelle stanze di Palazzo Marino.

    Alan Rizzi, presidente della coimmissione Sport del Comune, specifica che il progetto annunciato da Moratti potrà trovare compimento "solo dopo il 2010, quando scade l'obbligo per l'Inter di rimanere in quel di San Siro", ma non nasconde la testa sotto la sabbia e definisce "preoccupante" la fuga paventata dal presidente nerazzurro. Anche in relazione al tentativo della federazione di assicurarsi l'organizzazione dell'Europeo del 2012. "La decisione dell'Uefa di affidare la competizione a Milano - prosegue Rizzo - passa pure attraverso la valorizzazione dello stadio di San Siro, la sua trasformazione in una struttura a cinque stelle".

    Chi, per una volta, non è d'accordo con il presidente interista è una vecchia (ma non troppo) gloria nerazzurra, Beppe Bergomi. "Perché un altro San Siro? La storia è nell'attuale - sentenzia lo "zio" - Cambiare casa non ha alcun senso, le tradizioni vanno rispettate". Sandro Mazzola è dello stesso avviso: "Lì c'è tutta la poesia e il romanticismo del calcio. No, non riesco a concepire un altro stadio". Ma anche la poesia, nel gretto mondo del calcio business, è solo un'eco lontana.
  2.     Mi trovi su: Homepage #4493175
    Originally posted by Franky Crown
    D'altronde, dopo essersi creato il torneo aziendale tutto suo, con i commissari tutti suoi e gli sponsor tutti suoi e speso migliaia di miliardi per comprare tutti i giocatori più costosi del mondo e non aver vinto una mazza, mancava solo lo stadio tutto suo.:cool:


    A dire il vero sarebbe giusto che tutte le società avessero lo stadio di proprietà come in inghilterra!
    NON LASCIARE MAI CHE LA PAURA DI PERDERE TI IMPEDISCA DI PARTECIPARE!!!
  3. 4 anni di infamie!  
        Mi trovi su: Homepage #4493176
    Originally posted by MaestroZen
    A dire il vero sarebbe giusto che tutte le società avessero lo stadio di proprietà come in inghilterra!


    e San Siro? lo mandiamo in pensione? degli stadi di Italia 90 è sicuramente il migliore..il tuo discorso, che condivido,secondo me dovrebbe partire dalle provinciali e dalle squadre di b e c..qualche piccola realtà già esiste, tipo il Nereo Rocco a trieste e il Giglio a reggio..
  4.     Mi trovi su: Homepage #4493178
    Originally posted by Franky Crown
    D'altronde, dopo essersi creato il torneo aziendale tutto suo, con i commissari tutti suoi e gli sponsor tutti suoi e speso migliaia di miliardi per comprare tutti i giocatori più costosi del mondo e non aver vinto una mazza, mancava solo lo stadio tutto suo.:cool:


    :rotfl: :rotfl: che bello vedere sti juventini rosicare come disperati!! :rotfl: :rotfl:
  5.     Mi trovi su: Homepage #4493179
    E' triste pensare di buttar giu' stadi come quello di San Siro o il Delle Alpi o l'Olimpico o il San Paolo o il San Nicola e così via.....ma ci dobbiamo pur rendere conto che in Italia dire che stiamo inguaiati e' poco. Francia, Germania, Inghilterra hanno delle strutture che non sono solo degli stadi, ma delle vere e proprie opere d'arte. Piu' passano gli anni e piu' restiamo indietro....ormai non servirebbero nemmeno piu' stadi con una capacita' di 80mila spettatori, ma basterebbero 50/60mila.

    Quindi se si riesce a migliorare gli attuali stadi, meglio così, ma altrimenti bisogna costruirne degli altri. Ma qualsiasi miglioramento non riuscira' mai a portare gli stadi italiani ai livelli di quelli internazionali.....quindi credo che purtroppo bisognera' ricorrere alla demolizione degli attuali impianti.

    Pero' non sarebbe facile abituarsi a vedere squadre come Lazio, Roma, Inter e Milan non giocare nello stesso stadio, ma alla fine credo che sarebbero contenti tutti.

  Moratti vuole uno stadio tutto suo

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina