1.     Mi trovi su: Homepage #4494109
    Nella seconda giornata dei Mondiali, gli azzurri ritrovano la vittoria e soprattutto il gioco, in particolare un muro efficace, rimettendosi in corsa per la qualificazione alla seconda fase

    NAGANO (Giappone), 18 novembre 2006 - Immediato riscatto dell'Italia al Mondiale di volley. Gli azzurri hanno battuto la Repubblica Ceca per 3-0 (25-22, 25-19, 25-23).
    La grande paura azzurra dura soltanto mezzo set (il primo), quello in cui una Repubblica Ceca che parla molto italiano riesce a tenere davanti la testa alla squadra di Gian Paolo Montali, poi una migliore organizzazione di gioco, più qualità e una più alta qualità tecnica, chiudono il confronto e lanciano gli azzurri verso la prima vittoria in questo Mondiale giapponese.
    Dopo la sconfitta al tiebreak contro la Bulgaria nella giornata d'esordio, non ci si poteva attendere che un netto successo dall'Italia per iniziare la marcia di avvicinamento alla seconda fase. E una vittoria molto netta è arrivata da Papi e compagni. Anche i cechi, imitando i bulgari il giorno prima, hanno cercato di mettere sottopressione la ricezione italiana, puntando molto sul servizio, ma il programma non ha subito lo stesso finale della prima partita. La Repubblica Ceca non ha le caratteristiche sfoggiate da Kaziyski e soci, quindi per l'Italvolley è stato relativamente "più semplice" imbrigliare le sfuriate dei cechi fino a condurre in porto un rotondo 3-0.
    Ancora bene il capitano Samuele Papi, ma in generale tutta la squadra ha girato su buoni livelli, confermando le premesse (sfortunate) dell'esordio. Così Montali non ha dovuto far ricorso più di tanto alla panchina per arrivare alla conclusione del secondo match. Al contrario di quanto ha fatto il collega Hanik Zdenek, che ha cercato di ruotare tutti i suoi uomini per trovare il bandolo di una matassa oggettivamente troppo complicata.
    Con una grande prova del muro l'Italia ha obbligato gli attaccanti cechi a trovare strade alternative, che spesso portavano all'errore. Rimessosi in piedi l'azzurro adesso trova il confronto più esotico (e teoricamente più facile) del torneo, l'Iran. Un altro tassello verso la qualificazione alla seconda fase, in attesa di conoscere i risultati degli avversari.


    TABELLINO
    Italia-Repubblica Ceca 3-0 (25-22, 25-19, 25-23)
    Italia: Vermiglio 2, Papi 9, Cozzi 5, Fei 12, Cisolla 15, Mastrangelo 8. Libero: Corsano. Semenzato. Non entrati: Savani, Cernic, Coscione, Lasko. Allenatore: Montali.
    Repubblica Ceca: Lebl 12, Tihacek, Hudecek 8, Rak 9, Stokr 5, Platenik 4. Libero: Obdrzalek. Zapletal 2, Novotny, Konecny 10. Non entrati: Zadrazil, Popelka. Allenatore: Hanik.
    Arbitri: Rodriguez (Pur) e Abdel (Egy)
    Spettatori: 2500 Durata set: 22', 23', 24' (totale 1h08)
    Italia: battute sbagliate 6, vincenti 2, muri 16, errori 8, Repubblica Ceca: bs 14, v 2, m 5, e 10.

  Volley: l'Italia si riscatta, 3-0 ai cechi

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina