1.     Mi trovi su: Homepage #4495179
    Il commissario straordinario dell'Aia Luigi Agnolin difende l'operato degli arbitri italiani, molto criticati anche in questo weekend: "Negli incontri Vicenza-Treviso e Chievo-Atalanta sono stati probabilmente commessi degli errori - ha detto Agnolin - ma sarebbe giusto considerare l'intera direzione di gara e non il singolo episodio. I tifosi devono capire che e' sbagliato strumentalizzare attraverso il mezzo televisivo il singolo episodio, che viene estrapolato dal contesto dell'intera gara. Per quanto mi riguarda, esprimo soddisfazione per l'andamento della stagione da parte della nostra categoria. Non dimentichiamoci che quest'anno sono dieci gli esordienti, cosa mai avvenuta nella storia calcistica, ossia il 25% del totale. Ci sono stati degli errori, ma anche una serie di prestazioni complessivamente positive".
  2.     Mi trovi su: Homepage #4495180
    Pagamenti in ritardo, si rischia blocco

    Nel momento più difficile della stagione, gli arbitri italiani alzano la voce per protestare contro il ritardo dei loro pagamenti. Secondo Repubblica, i direttori di gara hanno scritto una lettera di fuoco alla Figc per sollecitare gli arretrati mentre restano in sospeso, invece, i pagamenti dal 1 luglio ad oggi. La categoria si è spaccata in due: c'è chi vuole fermarsi mentre altri preferirebbero prendere tempo.

    Come se non bastassero i numerosi errori che commettono ogni domenica, clamorosi quelli della giornata appena trascorsa, a turbare il sonno degli arbitri, ora ci si mettono pure gli stipendi non pagati. A rivelare i mancati pagamenti, dall'inizio dell'anno, è il quotidiano Repubblica, secondo il quale la cifra ammonta a centinaia di migliaia di euro. Non sarebbero infatti state pagate le indennità di preparazione, i diritti d'immagine e soprattutto dall'inizio di questa stagione agonistica la federazione non ha ancora saldato i gettoni di presenza e i rimborsi spese. Manco i soldi del viaggio, insomma. Si attendeva il saldo, almeno della passata stagione, entro il 17 novembre, ma ad oggi non ci sono ancora novità.

    La Figc ha promesso quanto prima di saldare le spettanze della passata stagione, è lo stesso commissario Luca Pancalli a dare la sua parola sul pagamento degli arretrati con valuta 17 novembre, mentre per quelle da luglio in avanti per ora non se ne parla. Ma la classe arbitrale non si accontenta delle promesse e ha scritto, per mano del suo rappresentante Stefano Farina, una lettera infuocata alla federazione. Ci sarebbe addirittura un gruppo di arbitri, la minoranza, che vorrebbero non scendere in campo o ritardare l'inizio delle partite del prossimo week-end come segno di protesta (a rischio dunque il big-match Palermo-Inter); mentre la maggioranza preferirebbe temporeggiare e chiedere l'ausilio di un legale per tutelarsi.

    Ma sugli arbitri italiani di A e B, 41 ai quali vanno aggiunti gli 88 guardalinee, pende ancora una spada di Damocle: l'inchiesta della giustizia ordinaria sullo scandalo Calciopoli. I direttori di gara infatti non hanno ancora sottoscritto, e non sembrano intenzionati a volerlo fare, la clausola del nuovo contratto (quello che ha diminuito il gettone a partita da 5 mila a 3.400 euro) che prevede come in "caso di sospensione cautelare in attesa di un'inchiesta o di un giudizio disciplinare, le somme non vengono corrisposte". Gli arbitri vorrebbero invece la certezza che saranno saldati gli arretrati a chi è stato sospeso, e poi riabilitato, dopo le sentenze di Calciopoli, in attesa di ciò che potrebbe avvenire in Procura a Napoli, dove potrebbero essere prosciolti i nomi sotto inchiesta oggi, ma potrebbero anche comparirne di nuovi.
  3.     Mi trovi su: Homepage #4495181
    Figc: Farina `Grazie a Pancalli`

    Stefano Farina, rappresentante arbitri, dopo il vertice in Figc: `Soddisfatti da tempestivita` Pancalli`. Gli arbitri contestavano una clausola del contratto di immagine che riguarda la categoria. `A poche ore dalla segnalazione arrivata dagli stessi arbitri, il commissario straordinario Pancalli ha convocato una riunione alla quale hanno partecipato il vice commissario Coccia, il commissario straordinario dell’AIA Agnolin, il rappresentante degli arbitri italiani in attivita` Stefano Farina e i legali della Federazione`, rende noto la Figc. L`incontro e` durato due ore.

    “Abbiamo innanzitutto apprezzato la tempestivita` dell’intervento del Commissario Pancalli che ci ha convocato al primo giorno utile, dopo la domenica di campionato - ha detto Farina - Nell’incontro che c’e` stato abbiamo verificato la piena disponibilita` e la volonta` della Figc di risolvere il problema che riguarda gli arbitri e gli assistenti di serie A e B per la questione dei diritti di immagine. Ci sono state fatte delle proposte che io dovro` doverosamente riportare ai colleghi ma che ci paiono soddisfacenti e comunque in linea con le nostre richieste”.

  Agnolin difende gli arbitri

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina