1.     Mi trovi su: Homepage #4496804
    Inghilterra,guerra alle simulazioni
    Presidente club venderà chi si butta

    In Inghilterra è stata lanciata la guerra ai simulatori: in particolare il presidente del Torquay United, Chris Roberts, ha avvertito i suoi giocatori di evitare i tuffi sproporzionati in area di rigore pena il licenziamento. "Per la prima violazione - spiega il patron della squadra che milita nella League Two - è prevista una lettera di richiamo e una multa. Poi il colpevole verrebbe messo sulla lista dei cedibili".

    Roberts è proprietario della società da appena 6 settimane, eppure sta già facendo parlare di sè per aver reso note le regole che prevedono diverse sanzioni sui simulatori. Mentre in Italia si continua a discutere del problema, in Inghilterra si è già andati oltre, a cominciare dal presidente del Torquay United.

    Oltre a punizioni leggere, chi cerca di approfittare degli arbitri rischia molto di più: "Il contratto verrebbe rescisso per condotta palesemente inappropriata. In ogni caso, non giocherebbe più con noi. Io - prosegue - amo il mio club come ogni tifoso, voglio vedere gol e vincere partite. Il fine, però, non giustifica i mezzi. Ci sono principi morali più importanti del risultato di una partita. Ad un giocatore del Torquay non verrà più detto 'avresti dovuto buttarti'. Se possiamo farlo noi, che siamo tra i più poveri della lega, possono farlo anche gli altri club. Se ci trovassimo ad un passo dalla retrocessione e, nell'ultima giornata, un giocatore si procurasse un rigore con una simulazione... non avrei dubbi: lo licenzierei. Preferirei retrocedere immediatamente".

    :rolleyes:

  Inghilterra, guerra alle simulazioni

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina