1.     Mi trovi su: Homepage #4499307
    L'attaccante del Genoa è stato squalificato dalla Disciplinare per 8 mesi. L'accusa aveva chiesto 3 anni e 6 mesi. Prosciolti Cotroneo, Criaco, Salerno e Vrenna

    MILANO, 28 novembre 2006 - La commissione Disciplinare ha inflitto otto mesi di squalifica all'attaccante Giuseppe Sculli (oggi del Genoa, all'epoca dei fatti del Crotone), deferito assieme ad altri 4 tesserati per presunto illecito sportivo riguardante la gara di serie B Crotone-Messina del 2 giugno 2002. L'accusa si basava principalmente su una serie di intercettazioni telefoniche da cui si desumevano atti diretti ad alterare lo svolgimento e il risultato della gara. Al termine del dibattimento l'illecito sportivo (art. 6 del Codice di giustizia sportiva) non è risultato provato, ma Sculli è stato sanzionato per violazione dell'art. 1, comma 1 (doveri di lealtà e probità sportiva) oltre che per omessa denuncia (art. 6 comma 7). Prosciolti gli altri quattro deferiti: l'allenatore Rocco Cotroneo (all'epoca del Cesenatico, oggi del Forlì); il giocatore Leo Criaco (all'epoca del Messina, oggi della Salernitana); il dirigente Nicola Salerno (all'epoca del Messina, oggi delCagliari); il presidente del Crotone, Raffaele Vrenna. La Procura Federale aveva chiesto tre anni e sei mesi di squalifica per Sculli e Criaco, e tre anni e sei mesi di inibizione per Cotroneo, Salerno e Vrenna.

  Sculli, 8 mesi di stop

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina