1.     Mi trovi su: Homepage #4499755
    Parla l'ex carabiniere coinvolto nella morte del manifestante durante il G8
    "Non l'ho ucciso io, ma i colleghi ridevano e mi dicevano 'benvenuto tra gli assassini'"
    La confessione di Placanica
    "Non sparai a Carlo Giuliani"

    "Troppi interrogativi non risolti, cerco la verità"

    CATANZARO - "Continuavano con il lancio di oggetti, io ho gridato che avrei sparato. Poi ho sparato in aria. Due colpi, tutti e due in aria". E sul selciato rimase Carlo Giuliani, colpito in testa dal proiettile. E' quanto racconta in una lunga intervista al quotidiano Calabria Ora, Mario Placanica. L'ex carabiniere accusato e poi prosciolto per la morte di Giuliani avvenuta durante il G8 di Genova, descrive in modo parzialmente nuovo quelle drammatiche ore del 20 luglio 2001.

    Placanica ricostruisce così una tra le pagine più nere della storia d'Italia. Dall'arrivo a Genova: "I superiori ci dicevano di stare attenti, ci raccontavano che ci avrebbero tirato le sacche di sangue infetto. Ci dicevano di attacchi terroristici. La sensazione era come se dovessimo andare in guerra".

    Un clima che generò violenze continue. Poi arrivò piazza Alimonda, il Defender con a bordo Placanica che resta intrappolato e accerchiato dai manifestanti: "Ci hanno lasciato soli, ci hanno abbandonato. Potevano intervenire perchè c'erano i carabinieri e anche gli agenti della polizia. Potevano fare una carica per disperdere i manifestanti e invece non hanno fatto niente. Quel momento è durato una vita". E tornano alla mente le immagini di un plotone dei carabinieri fermo a poca distanza dalla jeep attaccata.

    Poi la morte di Giuliani. Al rientro di Placanica in caserma, i colleghi "mi hanno fatto una festa, mi hanno regalato un basco del Tuscania, 'benvenuto tra gli assassini', mi hanno detto. Si, erano contenti. Dicevamo Morte sua vita mia, cantavano canzoni. Hanno fatto una canzone anche su Carlo Giuliani. Io ero assente, non volevo stare con nessuno, mi sentivo troppo male".

    Poi il processo. Che, però, non fuga tutte le ombre e si conclude con l'assoluzione del militare: il colpo è stato deviato da un sasso. Una carambola mortale che sarebbe costata la vita a Giuliani. "Sono stato un capro espiatorio usato per coprire qualcuno. Le porte sono chiuse per Placanica. Però se vengo congedato per problemi psichici chi mi crede" continua l'ex carabiniere.

    A distanza di cinque anni dalla morte di Giuliani, Placanica ritiene di essersi trovato in "un ingranaggio più grande di me. Ero nel posto sbagliato, non si potevano mandare ragazzi inesperti e armati in quella situazione". Molti gli interrogativi che si pone l'ex carabinieri: "Secondo me sul G8 non è stata detta tutta la verità. Ci sono troppe cose che non sono chiare, come ad esempio: perchè alcuni militari hanno 'lavorato' sul corpo di Giuliani? Perchè gli hanno fracassato la testa con una pietra? Ritengo che cremare il corpo di Giuliani sia stato un errore, forse si sarebbe potuto scoprire di più. Sono alla ricerca della verità. Come fanno a dire che l'ho sparato in faccia. Non è vero. E' impossibile. Non potevo colpire Giuliani. Ho sparato sopra la ruota di scorta del Defender".

    Una versione che, riferisce il 'Quotidiano della Calabria' sarebbe circolata anche "negli ambienti del Viminale" dove ieri si parlava di un "colloquio confidenziale" dello stesso Placanica.
  2.     Mi trovi su: Homepage #4499756
    la parte che metti in grassetto sottolineato è quella che evidenzia lo schifo di questo mondo....

    poi a sto tizio potrei anche credergli, ma ammettere che ha ucciso x sbaglio, anche se non voleva, poteva dargli un pò + d dignità rispetto alla teoria del proiettile sparato in aria deviato da un sasso (volante?) che ha cambiato direzione che nn c crederò mai...

    casomai se nn è stato lui ha sparato un altro, ma la sostanza nn cambia
    "Xchè? Xchèèè? 3-1, 3-2, 3-3 !!!"
  3.     Mi trovi su: Homepage #4499757
    Originally posted by digital_boy84
    alla teoria del proiettile sparato in aria deviato da un sasso (volante?) che ha cambiato direzione che nn c crederò mai...



    Si vede nitidamente nel video il proiettile che colpisce una pietra. Per il resto concordo sullo schifo di chi rideva.
  4.     Mi trovi su: Homepage #4499758
    beh i video si possono anche taroccare..... non dico che quello lo sia stato però sappiamo che non tutto quello che si vede a volte è vero....

    di vero c'è solo una cosa se vai a tirare 1 estintore in testa ad uno armato rischi che quello poi ti spari...

    sul G8 si son dette 1 sacco di cose...
    io dico che purtroppo da 1 parte e dall'altra hanno commesso degli errori... speriamo solo che tutti imparino qualcosa e non ne commettano altri
  5.     Mi trovi su: Homepage #4499759
    Ho evidenziato le parti che sono più importanti secondo me nell'articolo. Raccontano di una preparazione ad arte da parte dei superiori, conferma che nei momenti in cui si poteva fare qualcosa si è lasciato andare, conferma che il corpo di Carlo Giuliani è stato bistrattato dopo la morte.
    Mi risulta difficile prendere quelle parole come verità colata, ma sicuramente quando racconta di certe cose viste da dentro ha molta più valenza la sua parola rispetto a quella di chi ne sta fuori. Le feste, le canzoni, l'allegria per la morte di un ragazzo.
  6.     Mi trovi su: Homepage #4499760
    Originally posted by pela10
    beh i video si possono anche taroccare..... non dico che quello lo sia stato però sappiamo che non tutto quello che si vede a volte è vero....

    di vero c'è solo una cosa se vai a tirare 1 estintore in testa ad uno armato rischi che quello poi ti spari...

    sul G8 si son dette 1 sacco di cose...
    io dico che purtroppo da 1 parte e dall'altra hanno commesso degli errori... speriamo solo che tutti imparino qualcosa e non ne commettano altri


    e per quale motivo qualcuno che ha causato qualche cosa dovrebbe imparare a non farlo più ??

    ho sempre detto che il G8 è riuscito in pieno:
    -perchè è successo esattamente quello che si voleva succedesse, cioè far considerare tutti i manifestanti contro il GOverno di allora terroristi e dargli una bella lezione
    -perchè mezza Italia (o più) si è fatta subito convincere che c'erano i poveri poliziotti vittime di quei cattivoni e non ha mai più cambiato opinione
    -e perchè alla fine nessuno tra i poliziotti ha subito conseguenze legali ed hanno limitato al minimo possibile i danni fisici (16 feriti, a fronte di migliaia di manifestanti letteralmente massacrati)

    quindi abbi pazienza, ma sté frasi ecumeniche che vorrebbero mettere sempre tutto sullo stesso piano non vanno bene in generale e assolutamente non vanno bene se associate a questo avvenimento

    Poi già mi sono pronunciato su tutto quello che so di quei giorni quindi non ci tornerò .. ma mettere poliziotti e manifestanti sullo stesso piano vuol dire conoscerne poco, ma è già tantissimo e apprezzabile che ti siano venuti dei dubbi anche sull'operato dei poliziotti

    In questo sei migliore di tanti altri
    ------------------------------------------------
    e per quanto riguarda i poliziotti che esultavano per il massacro commesso (non solo per Giuliani) non è una novità .. alcuni, i più meritevoli, si sono fatti fare anche una serie di magliette con su scritto Luogo, data e IO C'ERO, tanto erano felici di quanto era successo


    il problema è che se non lo diveva questo nessuno ci credeva .. guardacaso
  7.     Mi trovi su: Homepage #4499761
    Originally posted by common
    e per quale motivo qualcuno che ha causato qualche cosa dovrebbe imparare a non farlo più ??

    ho sempre detto che il G8 è riuscito in pieno:
    -perchè è successo esattamente quello che si voleva succedesse, cioè far considerare tutti i manifestanti contro il GOverno di allora terroristi e dargli una bella lezione
    -perchè mezza Italia (o più) si è fatta subito convincere che c'erano i poveri poliziotti vittime di quei cattivoni e non ha mai più cambiato opinione
    -e perchè alla fine nessuno tra i poliziotti ha subito conseguenze legali ed hanno limitato al minimo possibile i danni fisici (16 feriti, a fronte di migliaia di manifestanti letteralmente massacrati)

    quindi abbi pazienza, ma sté frasi ecumeniche che vorrebbero mettere sempre tutto sullo stesso piano non vanno bene in generale e assolutamente non vanno bene se associate a questo avvenimento

    Poi già mi sono pronunciato su tutto quello che so di quei giorni quindi non ci tornerò .. ma mettere poliziotti e manifestanti sullo stesso piano vuol dire conoscerne poco, ma è già tantissimo e apprezzabile che ti siano venuti dei dubbi anche sull'operato dei poliziotti

    In questo sei migliore di tanti altri
    ------------------------------------------------
    e per quanto riguarda i poliziotti che esultavano per il massacro commesso (non solo per Giuliani) non è una novità .. alcuni, i più meritevoli, si sono fatti fare anche una serie di magliette con su scritto Luogo, data e IO C'ERO, tanto erano felici di quanto era successo


    il problema è che se non lo diveva questo nessuno ci credeva .. guardacaso



    io non voglio mettere tutti sullo stesso piano ...
    dico solo che in linea genearle come è giusto distinguere i black block dalla maggioranza dei manifestanti (e di questo ne sono convinto non c'è assolutamente polemica) ritengo altresì giusto distinguere quesi poliziotti citati da placanica dalla maggiornaza degl'altri poliziotti....

    non è giusto dire che tutti i manifestanti erano lì con l'intento premeditato di far casino e sfasciare tutto ma non è neanche giusto dire che tutti i poliziotti erano lì con l'intento premeditato di far scoppiare quel casino infernale che poi è scoppiato

    purtroppo o per fortuna io a genova non c'ero ne come poliziotto (non è il mio lavoro) ne come manifestante e devo dire che tutti i commenti letti o sentiti mi sono sembrati 1 po troppo di parte (o da una o dall'altra) quindi ala fine mi sono fatto l'idea che se errori ci sono stati (e direi proprio di si) non vanno atribuiti solo ad una delle due "parti".
  8.     Mi trovi su: Homepage #4499762
    Originally posted by pela10
    io non voglio mettere tutti sullo stesso piano ...
    dico solo che in linea genearle come è giusto distinguere i black block dalla maggioranza dei manifestanti (e di questo ne sono convinto non c'è assolutamente polemica) ritengo altresì giusto distinguere quesi poliziotti citati da placanica dalla maggiornaza degl'altri poliziotti....

    non è giusto dire che tutti i manifestanti erano lì con l'intento premeditato di far casino e sfasciare tutto ma non è neanche giusto dire che tutti i poliziotti erano lì con l'intento premeditato di far scoppiare quel casino infernale che poi è scoppiato

    purtroppo o per fortuna io a genova non c'ero ne come poliziotto (non è il mio lavoro) ne come manifestante e devo dire che tutti i commenti letti o sentiti mi sono sembrati 1 po troppo di parte (o da una o dall'altra) quindi ala fine mi sono fatto l'idea che se errori ci sono stati (e direi proprio di si) non vanno atribuiti solo ad una delle due "parti".


    secondo me si è degenerati verso una guerriglia urbana volutamente. Purtroppo questo non me lo leverà mai nessuno dalla testa. Si voleva arrivare a creare casino come ha detto Common.
    Sempre secondo il sottoscritto c'è stato un utilizzo politico delle forze dell'ordine, visto che ritengo Berlusconi non accettasse tutte quelle persone contro quel vertice in "casa propria". Purtroppo questo non me lo leverà mai nessuno dalla testa.
    Da una parte c'erano i manifestanti e dall'altra il governo che utilizzava come "braccio" le forze dell'ordine. Per questo si è voluti arrivare ad una situazione instabile. Altrimenti non mi spiego come si possano spiegare altrimenti i comportamenti dei poliziotti nei confronti dei Black Block, lasciati agire liberamente quando potevano essere fermati (quindi prima ancora di infiltrarsi nel corteo)
    Poi la situazione si è drasticamente precipitata per "colpa" di entrambi perchè molta gente non c'è stata a restare ferma con tutto quello che aveva visto (cariche casuali, manganelli a volontà e lacrimogeni ad altezza uomo etc...) e i poliziotti, carichi com'erano, non stavano di certo a prenderle.

    Però per me è imprescindibile un punto di vista politico dai fatti di quei giorni.

    Colpire solamente chi creava casino subito, sapendo anche da dove arrivavano, poteva dimostrare che le altre migliaia, o milioni, di persone che erano presenti lì si stavano tutte comportando civilmente. Colpire il mucchio è risultato molto più efficace.

  Placanica: "Usato per proteggere qualcuno"

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina