1.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4518023
    Pippo Baudo pensava di essere ancora nel 1980 forse!

    Sanremo 2007: svelati i 20 big
    In gara Albano, Dorelli e Facchinetti
    Sono stati resi noti nel corso della trasmissione Domenica In i nomi dei 20 big che parteciperanno alla prossima edizione del Festival di Sanremo. Questi alcuni dei cantanti in gara: Albano (con una canzone di Renato Zero), Fabio Concato, Johnny Dorelli, Francesco e Roby Facchinetti, Piero Mazzocchetti, Paolo Rossi (con un inedito di Rino Gaetano), Daniele Silvestri, Stadio, i Velvet e Zero Assoluto.

    Un Festival per tutti i gusti. Con i nomi immancabili fino a qualche anno fa e che hanno caratterizzato le kermesse sanremesi dai primi anni 80 fino a metà dei 90 (Gianni e Marcella Bella, Milva, Albano, Nada), qualche ritorno eccellente (Johnny Dorelli), partecipazioni di lusso (Leda Battisti e Amalia Gré) e nomi per i giovani come Daniele Silvestri, Zero Assoluto e Velvet. Grossa curiosità ci sarà per il brano inedito di Rino Gaetano presentato da un cantante "anomalo" come Paolo Rossi, così come per la canzone di Milva, scritta da Giorgio Faletti.
    Le canzoni sono state scelte da una commissione formata dal musicista Paolo Bonvino, dal critico Dario Salvatori e dalla giornalista Patrizia Ricci.

    Questo l'elenco completo dei brani in gara:
    Al Bano "Nel perdono" (di Yaris Carrisi e Zero)
    Leda Battisti "Senza me ti pentirai"
    Gianni e Marcella Bella "Forever"
    Fabio Concato "Oltre il giardino"
    Simone Cristicchi "Ti regalero' una rosa"
    Johnny Dorelli "Meglio cosi"
    Francesco e Roby Facchinetti "Vivere normale"
    Amalia Gré "Amami per sempre"
    Mango "Chissà se nevica"
    Piero Mazzocchetti "Schiavo d'amore"
    Paolo Meneguzzi "Musica"
    Milva "The show must go on" (tit.provv.) (di Giorgio Faletti)
    Nada "Luna in piena"
    Paolo Rossi "In Italia si sta male" (testo inedito di Rino Gaetano)
    Antonella Ruggiero "Canzone fra le guerre"
    Daniele Silvestri "La paranza"
    Stadio "Guardami"
    Tosca "Il terzo fuochista"
    Velvet "Tutto da rifare"
    Zero Assoluto "Appena prima di partire"
    La prima Legge del Giornalismo: confermare i pregiudizi esistenti, piuttosto che contraddirli.
    Alexander Cockburn
    Il mio blog
  2.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4518024
    Sanremo, esclusioni "da Nobel"
    Bocciate Montalcini e Hack e Merini
    Il nomi dei 20 big di Sanremo 2007 sono stati fatti, con buona pace degli esclusi, in quest'edizione, davvero illustri. Baudo non ha voluto alla kermesse le canzoni scritte dal premio Nobel Rita Levi Montalcini e da Margherita Hack e ha escluso Alda Merini, più volte candidata al premio Nobel per le sue poesie. Bocciate le canzoni di Sanguineti, Baricco e Marcorè, così come Cochi e Renato, Irene Grandi e Francesco Baccini.

    "E' stato un lavoro faticoso scegliere 20 cantanti invitati per un Festival che deve essere un passo avanti rispetto al passato e deve offrire un panorama della musica moderna italiana" ha spiegato Baudo subito dopo aver rivelato i nomi dei cantanti che, dal 27 febbraio al 3 marzo, si sfideranno sul palco. Per quanto riguarda le canzoni, Baudo è dell'avviso che ce ne sia per tutti i gusti, per tutte le fasce d'età e per tutte le culture. "Ognuno troverà la canzone da mettere nel portafoglio del sentimento" ha detto.

    Tuttavia, gli esclusi dalla manifestazione di quest'anno sono parecchi e illustri. Alcuni, come Edoardo Sanguineti, che aveva scritto per Ottavia Fusco la cazone "Habanera", hanno preso la decisione con filosofia. "Non è piaciuta a Baudo e ai giurati. Punto e basta" ha commentato il paroliere. Altri, hanno ingoiato il rospo ma non l'hanno affatto digerito. Non tanto il premio Nobel Rita Levi Montalcini o l'astrofisica Margherita Hack, che aveva scritto le parole di "Questo il mondo" di Stefano Pais, nè lo scrittore Alessandro Baricco, anche lui bocciato dalla commissione giudicante.

    Difficile anche comprendere le esclusioni di Nino D'Angelo, che avrebbe dovuto cantare in coppia con Rais, o di Cochi e Renato, che avevano pronto un pezzo scritto per loro da Enzo Jannacci. Anche Neri Marcorè si era improvvisato paroliere, proponendo una canzone che avrebbe dovuto cantare Andrea Mirò, la moglie di Enrico Ruggeri. Anche per lui però non ci sono state chance. Bocciato a favore di più"attempati" concorrenti.

    A prenderla male sono stati altri cantanti convinti di poter concorrere. Dal tenore Roberto Alagna che, dopo aver abbandonato il palco della Scala credeva di poter trovare accoglienza migliore su quell di Sanremo, a Irene Grandi e Francesco Baccini. "Mi hanno segato - ha commentato questi sul "Corriere della Sera", tirando in ballo questioni personali e antipatie della giuria nei suoi confronti. - Ormai a Sanremo ci sono abituato, è la quarta volta che succede. Non presenterò mai più un pezzo al festival... Sto sulle scatole a uno dei giurati".

    Baudo e la Commissione però non hanno guardato in faccia nessuno e sono convinti di avere fatto la scelta giusta. "Rispetto agli altri Festival che ho fatto - ha concluso il presentatore, "c'è un cambiamento notevole: prima i cantanti si preoccupavano soprattutto del canto e della melodia adesso invece c'è una maggiore attenzione ai testi. Si capisce che l'interprete vuole lasciare il segno. Molte canzoni sono lo specchio della società, alcune fotografano la realtà che stiamo vivendo".
    La prima Legge del Giornalismo: confermare i pregiudizi esistenti, piuttosto che contraddirli.
    Alexander Cockburn
    Il mio blog

  Un Sanremo giovane

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina