1. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4526529
    L' ac Lebowski nasce nell'estate del 2003 da un'idea di Alberto Giampieri e Marco Bruno, ma soprattutto da tanta forza di volontà. Tutto è cominciato quasi per scherzo, o almeno io, Marco Bruno, credevo fosse così: fu infatti Alberto a propormi di fondare una nostra squadra di calcio a 11 e di iscriverla al campionato di terza categoria in figc; a me sembrava impossibile, non avevo idea di cosa si dovesse fare, ne dei mezzi di cui avremmo avuto bisogno, per di più, nel mio immaginario come in quello di molti altri, la figura del presidente di una società di calcio era quella di un ricco signore un po' anzianotto, il che faceva presupporre costi elevatissimi; ciò nonostante assecondai Alberto, sapendo che nel caso contrario avrebbe potuto parlare per ore ed ore senza la benchè minima interruzione solo per riuscire a convincermi che la sua idea fosse fattibile. Qualche tempo dopo, non mettendo minimamente in dubbio la mia partecipazione a quello strampalato progetto, mi telefonò dicendomi di essersi informato sui costi (che parevano essere accessbili) e su tutto quello che occorreva per fondare una società; lui aveva fatto il primo passo ed io a questo punto non potevo più tirarmi indietro. Il nostro progetto era semplice: fondare una squadra di amici lontana dalla presenza di quei dirigenti che in parte ci avevano allontanato dal mondo del calcio giovanile, una squadra autofinanziata che provasse a giustificare nuovamente la parola GIUOCO accanto a quella di CALCIO. Le difficoltà da affrontare sono state innumerevoli: ricercare i campi da gioco, trovare le maglie e miliardi di complicazioni burocratiche, ma tutto questo diventava più semplice man mano che il numero di persone che accettavano "l'impresa" cresceva. Ricordo che ci furono problemi anche per il nome, io spingevo per quello della squadra di calcio a 7 in cui giocavo, lui per uno tutto nuovo (e personalmente poco allettante), ma non fu poi così difficile convincerlo, anzi se ne convinse da solo fantasticando su come "Lebowski" fosse orecchiabile in assurdi cori di fantomatici tifosi, neanche immaginavo quanto avesse ragione! La scelta del nome mi costò l'impegno di diventare presidente.
    http://www.aclebowski.com/index.php
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  2. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4526530
    L'ispirazione

    Il nome della società deriva da una precedente squadra di calcio a 7 dove militavano alcuni dei giocatori che ancora oggi fanno parte della rosa attuale. Il fondatore della Lebowski a 7, Amedeo Borelli, ha voluto rendere omaggio al mitico film dei fratelli Coen, riportando nella squadra il messaggio del film:"Prendiamola come viene". Oltretutto Amedeo, al tempo dell'uscita del film nelle sale, veniva accomunato al "drugo" per le condizioni della "casa" nella quale viveva.
    http://www.aclebowski.com/index.php
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  3. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4526531
    Titolo originale: The Big Lebowsky; Anno: Usa, 1998; Regia: Joel e Ethan Coen; Attori: Jeff Bridges, John Goodman, Julianne Moore ; Soggetto e Sceneggiatura: Joel e Ethan Coen ; Genere: Commedia; Durata: 1h e 57'; Distribuzione: Cecchi Gori; Giudizio: Ottimo.

    TRAMA: Drugo - nella versione originale Dude, all'anagrafe Jeffrey Lebowski - è fiero di essere "l'uomo più pigro di Los Angeles". Nullafacente e amante del bowling, viene interrotto nel suo tran tran quotidiano da dei malviventi che lo scambiano, per un errore di omonimia, con un multimilionario, il vero "grande Lebowski". Durante il pestaggio, uno dei malviventi urina per dispetto sul tappeto di casa di Drugo. Questi, scoperto con chi ce l'avevano in realtà, decide di andare dal ricco Lebowski per farsi rimborsare il danno. Il milionario approfitta invece dell'omonimia anagrafica per assumere il malcapitato come detective e fargli consegnare un riscatto per conto proprio a un gruppo di nichilisti tedeschi che hanno rapito la sua giovanissima moglie. Drugo ci mette del suo e, tra una Lucky Strike e una bottiglia di whisky con gli amici, risolve da solo il caso. Ma lo attende una cosa ben più importante: la partita a bowling.

    RECENSIONE: The Big Lebowski è tutto fuorché un giallo. E Drugo è tutto fuorché un detective, o meglio è talmente pigro che qualunque ruolo gli si assegni nella società non troverà mai un'azione in risposta. La storia è in realtà un pretesto, nella migliore tradizione dei fratelli Coen, per introdurre un'originalissima e interessantissima visione della realtà - quella del nullafacente, del pigrone troppo disincantato persino per assumersi la funzione dell'"antieroe" - incastonata in una struttura drammatica classica, cinematografica al di fuori di ogni dubbio. L'attenzione viene quindi indirizzata sui personaggi, tratteggiati con grande ispirazione. Non solo Drugo, interpretato da un Jeff Bridges che sembra per lunghi tratti del film nato per la parte, un tutt'uno col personaggio, ma anche i due amici del protagonista e le figure che fanno da contorno alle piccole vicende di Lebowski assumono una caratterizzazione tanto surreale quanto universale. Walter-John Goodman incarna tutta la rabbia repressa dell'America che ingrassa, un reduce dal Vietnam che decide per conto di Drugo sbagliando inesorabilmente tutte le scelte. Donny-Steve Buscemi, l'altro compagno di bowling del protagonista, cerca di tenersi fuori da ogni cosa, sa che è meglio vivere in una sala da bowling e non uscire mai, ma muore d'infarto vedendo i suoi amici che pestano i nichilisti e le sue ceneri, sparse controvento da Walter, finiscono in faccia a Drugo. Da ricordare anche la caratterizzazione, ancora una volta azzeccata, di Julianne Moore, figlia del milionario ma di maggiore età della matrigna (che è invece poco più di una teenager), e quindi tremendamente frustrata nonostante sia un'artista incredibilmente creativa ed eccentrica: dipinge i suoi quadri planando sulle tele e lanciando la pittura - e i Coen ironizzano parecchio sulle "ispirazioni" dell'Arte. Da ricordare, perché non vuol proprio farsi dimenticare, anche John Turturro nella più irreale delle macchiette, un "Jesus" chicano che seduce la propria palla da bowling in attesa di sfidare Drugo...

    Il surrealismo del film viaggia leggero e sottile salvo che in qualche elemento caratterizzante, come il mignolo del piede tagliato alla vittima come prova del rapimento, facile ironia sui lobi e sulle teste di cavallo mafiose, se non fosse per il fatto che nella pellicola dei Coen persino quel mignolo può essere ingannevole e illusorio: è infatti una del gruppo dei rapitori a "sacrificare" il dito alla causa - il denaro, che in realtà è anch'esso del tutto mendace nel film: la valigia consegnata dal ricco Lebowski a Drugo è infatti piena di carta, mentre quella che Drugo avrebbe voluto scambiare coi rapitori è piena di mutande sporche di Walter...

    L'input fondamentale del film, il rapimento della moglie Lebowski, è anch'esso un evento inesistente; la grande illusione cinematografica rimanda quindi a se stessa nella maniera più diretta. Dal punto di vista formale la regia asseconda perfettamente questo assunto: impostazione chandleriana del racconto, citazioni pulp, inquadrature che sfidano la verosimiglianza, pause oniriche (i sogni di Drugo sono cosparsi di tappeti, birilli e palle da bowling, e persino Freud avrebbe riso). Di negativo rimane solamente, in questa piccola oasi di cinema puro e dichiarato, la sensazione che la storia sia qua e là trascinata, come se i registi ne fossero talmente distaccati da negarne l'importanza. Joel ed Ethan Coen hanno fatto del "distacco" la loro arma più potente dal punto di vista autoriale, tuttavia non si può non guardare con affetto, in questo contesto, ad un personaggio come Drugo, un poltrone che ha fatto nascere numerose aggregazioni di "fan-cazzisti" in suo onore, e che è risultato più simpatico di ogni sbraitante comico. Scelta oppure incapacità di cambiare, il dubbio non ci attanaglierà più di tanto: imparando dal buon Lebowski, per questa volta preferiamo sprofondare nelle nostre poltrone...
    http://www.aclebowski.com/index.php
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  4. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4526533
    http://www.youtube.com/watch?v=OTbHYxNdE-8
    http://www.youtube.com/watch?v=3Yr3FnjxBxQ
    http://www.youtube.com/watch?v=vNyV4t2CoGA
    http://s104.photobucket.com/albums/m184/wickstr/?action=view&current=lebowski.gif

    :asd: :asd: :asd:



    Primo Lebowski Fest ad Asti il 15 marzo.:cry: :cry: :cry:

    http://www.myspace.com/lebowskifestitalia
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  5. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4526534
    una delle commedie più belle di sempre.. grandissimi i protagonisti Jeff Bridges e Goodmansteve... grandissimi i non protagonisti Buscemi e Turturro... colonna sonora con i creedence e un pezzo di Dylan fantastico.. CHE FILM! :love: :love:

    ANDIAMO A CONQUISTARE LA COLLINA! :rulez:
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  6. _________V_________  
        Mi trovi su: Homepage #4526535
    Signor Lebowsky: "Cos'è...cos'è che fa di un un uomo un uomo, signor Lebowsky?"
    Drugo: "Drugo...nghh, non lo so signore"
    Signor Lebowsky: "Essere pronti a fare ciò che è più giusto. A qualunque costo. Non è questo che fa di un uomo un uomo?"
    Drugo: "Mhmh. Sì, quello e un paio di testicoli"





    ;)
  7. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4526536
    "che cosa c'era nella valigetta?"
    "mah.. documenti"
    "che tipo di documenti signor lebowski?"
    "documenti... di lavoro"
    "e che lavoro fa?"
    "sono disoccupato"

    :rotfl:
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  8. _________V_________  
        Mi trovi su: Homepage #4526537
    Originally posted by Canemacchina
    "che cosa c'era nella valigetta?"
    "mah.. documenti"
    "che tipo di documenti signor lebowski?"
    "documenti... di lavoro"
    "e che lavoro fa?"
    "sono disoccupato"

    :rotfl:



    :asd:


    Abre le orechie, ascolta pendecho... Prova a fare una delle tue estronzate de pazo, prova a tirare fuori el ferro, io te lo esterapo de mano, te lo metto en el culo e poi premo el grilletto asta che siento el click...
    :cool:
  9. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4526538
    Originally posted by wfw
    :asd:


    Abre le orechie, ascolta pendecho... Prova a fare una delle tue estronzate de pazo, prova a tirare fuori el ferro, io te lo esterapo de mano, te lo metto en el culo e poi premo el grilletto asta che siento el click...
    :cool:
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  10. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4910923
    Tu sei il mio primo amore,
    e quando sorge il sole,
    io penso solo a te,
    alи Lebowski alииии,
    tu sei il mio primo amore,
    quando tramonta il sole,
    io penso ancora a te,
    alи lebowski alииии,
    oooooh ooooooh ooooooo OH OH OH OH OH!!!

    http://it.youtube.com/watch?v=G7fXitDo6Dk


    :cool:
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  11. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4911334
    Tu sei il mio primo amore,
    e quando sorge il sole,
    io penso solo a te,
    alи Lebowski alииии,
    tu sei il mio primo amore,
    quando tramonta il sole,
    io penso ancora a te,
    alи lebowski alииии,
    oooooh ooooooh ooooooo OH OH OH OH OH!!!

    http://it.youtube.com/watch?v=G7fXitDo6Dk


    :cool:
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  12. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4919457
    Tu sei il mio primo amore,
    e quando sorge il sole,
    io penso solo a te,
    alи Lebowski alииии,
    tu sei il mio primo amore,
    quando tramonta il sole,
    io penso ancora a te,
    alи lebowski alииии,
    oooooh ooooooh ooooooo OH OH OH OH OH!!!

    http://it.youtube.com/watch?v=G7fXitDo6Dk


    :cool:
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?

  Ac Lebowski. Dal Film alle Origini di una squadra di calcio

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina