1.     Mi trovi su: Homepage #4527520
    Finiti i lavori che la Juve sta progettando per il nuovo stadio, dell’ormai vecchio «Delle Alpi» rimarrà solo l’indirizzo, o quasi. Più che a una ristrutturazione, infatti, l’amministratore delegato del club bianconero, Jean Claude Blanc, sta pensando a un impianto praticamente nuovo. Quarantamila posti, con più di uno sguardo alla «Aol Arena» di Amburgo, inaugurata nel settembre 2000 in vista dei Mondiali e costata 97 milioni di euro. Balla su queste cifre, pure l’investimento che ci vorrà per rifare la casa dei bianconeri, ideata per essere in linea con i migliori impianti europei. Fino alla prossima settimana, però, questa rimane una delle opzioni, seppur la più probabile. Per farne il progetto definitivo servirà il timbro del cda, che ne dovrebbe discutere martedì prossimo. Restano indispensabili, comunque, i fondi previsti dal Governo per l’abbattimento degli interessi sul finanziamento (dall’Istituto di credito sportivo). Interesse che dovrà essere azzerato, altrimenti si dovrà ripiegare sul progetto minimale.

    Quello elaborato da Blanc, ovviamente, ha altre ambizioni. Un’idea può darla lo «Stade de Suisse» di Berna, appena costruito in vista degli Europei 2008, dopo che il vecchio «Wankdorf» fu fatto saltare in aria con la dinamite il 3 agosto 2001. Il nuovo è multifunzionale, con parcheggi, un centro commerciale di 14.000 metri quadrati, 2.500 di caffetterie, ristoranti, uffici. Un impianto del genere farebbe molto contenti gli sponsor e, il che non guasta, gli spettatori. Di certo, sarà un elemento fondamentale per il rilancio della Juve. Non a caso il quotidiano francese «Le Monde» ha appena pubblicato uno studio su «Finanze e prospettive del calcio professionistico». Conclusione: l’impiantistica sarà la chiave per gli affari. Cioè, i conti. Per questo in Francia stanno già iniziando: l’Olympique Lione sta varando un progetto per un distretto sportivo, l’OL Land, (con hotel e spazi commerciali) da 400 milioni di euro, 250 dei quali per lo stadio, il primo di Francia a portare il nome di uno sponsor. Come l’Emirates Stadium dell’Arsenal (sponsorizzazione da 75 milioni di euro) o l’Allianz Arena di Monaco (90 milioni). In Inghilterra lo fanno da un pezzo, se le società (proprietarie) hanno investito negli impianti 1,33 miliardi di euro. La Germania, grazie agli ultimi Mondiali, è alla frontiera del progresso: dal 2000, un club su due, fra Bundesliga e seconda divisione, ha avuto uno stadio ristrutturato o nuovo. In Italia ne è stato fatto uno: la Juve, vorrebbe alzare la statistica.
  2.     Mi trovi su: Homepage #4527521
    Nel nostro paese uno stadio "di proprietà" è un'impresa praticamente irreale.
    Tasse e interessi bancari ti strangolano.
    [font=impact]- Spikey Hair Campione Lega Champion Pigs 2004-05 - 2006-07[/font]
    [font=impact]- Real Trieste Campione Lega TW Superliga 2004-05 - Campione Coppa del Nonno 2005-06[

  Juventus: il Delle Alpi verrà demolito e ricostruito dai bianconeri

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina