1.     Mi trovi su: Homepage #4531886
    "Capello? Ha mezza squadra contro"
    Tacchinardi:"Mi ha cacciato dalla Juve"
    Dopo la vittoria del suo Villarreal sul Real Madrid, Alessio Tacchinardi si toglie qualche sassolino dalle scarpe. Bersaglio Fabio Capello, colpevole di averlo mandato via dalla Juve. "Io non me ne sarei mai andato - dice il centrocampista a "Libero" - nemmeno in B. Lui invece ha abbandonato subito la barca". Sulla situazione a Madrid: "Lo critico per come tratta le persone e infatti, anche al Real, ha contro mezza squadra".

    Il rapporto non è mai stato idilliaco, ma dopo essersi preso la soddisfazione di batterlo, Alessio Tacchinardi attacca Fabio Capello, ricordando il passato e quel suo legame con la Juventus che, se fosse stato per il centrocampista che per 10 anni ha vestito la casacca a strisce, non si sarebbe mai interrotto.
    Parole di fuoco quelle del centrocampista del Villarreal che, dopo l'1-0 alle merengues nell'ultimo turno di Liga, rivela come i rapporti a Madrid siano tutt'altro che sereni: "Il "modulo far un gol e difenderlo" - attacca il centrocampista un un'intervista a "Libero" - in Spagna non paga più. Domenica ho visto il Real davvero male e veder Capello furibondo è una gioia doppia. Lo critico soprattutto per come tratta le persone, anche adesso al Real ha un mucchio di giocatori contro".

    La notizia è una non notizia, visto che i vari Ronaldo, Cassano, Guti, Raul e Beckham non hanno mai nascosto che i rapporti fossero tesi. Ma stavolta a parlare è stato il campo, con Tacchinardi che, memore dei suoi trascorsi bianconeri, rincara la dose: "Io me ne sono andato da Torino a causa sua. La Juve non l'avrei mai lasciata, nemmeno in B. Invece lui ha abbandonato subito la nave...e un anno prima diceva che non avrebbe mai allenato a Torino". Infine, il "Professore", che tanti rimpianti ha lasciato nei tifosi di Madama soprattutto per il suo attaccamento alla maglia, parla di Cannavaro e Zambrotta, ex juventini che in Spagna non stanno certo impressionando: "In Italia la fase difensiva è studiata nei minimi dettagli per avere sempre la retroguardia schierata. Qui si gioca all'uno contro uno, con spazi più larghi. A Zambrotta, che in Italia è considerato un asso, spesso viene preferito Belletti che copre meno ma è più ala".

    ---------------

    ..."Io me ne sono andato da Torino a causa sua. La Juve non l'avrei mai lasciata, nemmeno in B. Invece lui ha abbandonato subito la nave"...

    :love:

  "Capello? Ha mezza squadra contro"

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina