1.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4536528
    «Mi ero rotto un ginocchio, ma l'Inter mi ha voluto. E' stata durissima adesso vedo rosa».

    Empoli, dieci dicembre 2006, quarto minuto della ripresa: fuori Grosso, dentro Maxwell. Un infortunio, lo stiramento accusato del campione del mondo, spiana la strada a chi da un infortunio, ben più grave, si sta riprendendo. E' la vita e pure il calcio: da quella sera, Maxwell è tornato un giocatore. E non è più uscito di squadra. Messina, Lazio, Atalanta, Torino, Fiorentina, Sampdoria: il filotto della rinascita. E adesso che Grosso sta di nuovo benone, Mancini dovrà battezzare il titolare della fascia mancina. Scelta non facile. «Arrivai alla Pinetina a metà aprile, reduce da un lungo riposo. Non potevo correre, però accettai di buon grado l'invito del club. Sapevo che avevo di fronte mille ostacoli, ma ero fortemente determinato a superarli». Moglie e bambina, appena nata, lasciate a Cachoeiro do Itampemirin («è il mio posto, sul mare»), lui a sgobbare quattro ore al giorno. «Una vera e propria faticaccia, ma del resto mi ero messo in testa di presentarmi in buone condizioni al ritiro estivo».

    A maggio eccolo nel centro di rieducazione che il professor Nanni Bisciotti possiede a Pontremoli. Corse, pesi, nuoto, torture assortite. Le stesse sopportate, invano, l'anno prima. Per mandarlo una settimana in ferie Bisciotti deve quasi litigare. «Non mi andava di interrompere il lavoro, dicevo al prof: ho riposato anche troppo. Ora voglio accelerare». «Oggi posso dire con piena consapevolezza che il giorno più bello della mia vita è stato quello in cui mi sono unito al gruppo che cominciava alla Pinetina il precampionato. Avevo dentro ancora delle incertezze e sapevo di dover superare l'esame agonistico, lo scontro fisico con l'avversario. Però dentro di me sapevo che il peggio me l'ero messo alle spalle. Definitivamente. C'ero di nuovo, insomma». Proprio nessuna paura? «Un batticuore, certo, al momento dei primi contrasti: il ginocchio reggerà alle botte? Ha retto. E ad ogni partita progredisco. E' stata dura, chiaro. Durissima, anzi, pure sotto il profilo affettivo. Ho conosciuto mia figlia via Internet, è nata dopo il mio arrivo alla Pinetina. Adesso stiamo insieme, adesso vedo tutto rosa».
  2.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4536533
    Originally posted by Poul London
    magari ferra !!!:approved:
    la squadra mi è venuta bene ,non mi lamento...se vuoi vederla http://scudettoweb.videogame.it/squadra.php?roamidsqd=55373&sid=


    Grande Paul, sarà battaglia anche in questa lega
    :group:
    Paul Gascoigne
    Dalla prima lettera di SuperPadrePio ai forumisti:
    "Se Mamoski vincesse la SuperLega sarebbe un bel ceffone alla credibilità del motore del giuoco Bassituo.
    Io abbandonerei immediatamente"
  3.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4536534
    Originally posted by ferrandre
    mi raccomando Poul

    straccia Mamoski in superlega

    :toot: :toot:


    Non ho attaccanti.... :rolleyes:

    http://scudettoweb.videogame.it/squadra.php?roamidsqd=59513&sid=0aab884224a6f1dc4360f9dbce59b6b7
    Paul Gascoigne
    Dalla prima lettera di SuperPadrePio ai forumisti:
    "Se Mamoski vincesse la SuperLega sarebbe un bel ceffone alla credibilità del motore del giuoco Bassituo.
    Io abbandonerei immediatamente"
  4.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4536536
    Originally posted by Poul London
    certo mamoski, sai che non mi tiro mai indietro:approved:


    Gia è stata battaglia per Saudati...:asd:
    ...figuriamoci per il resto...
    :rolleyes:
    Paul Gascoigne
    Dalla prima lettera di SuperPadrePio ai forumisti:
    "Se Mamoski vincesse la SuperLega sarebbe un bel ceffone alla credibilità del motore del giuoco Bassituo.
    Io abbandonerei immediatamente"

  Maxwell: «Ecco come sono rinato»

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina