1.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4537251
    Il Real Madrid vince 2-1 in casa della Real Sociedad ed esce dalla crisi. L'inglese convocato dal tecnico dopo oltre un mese di "castigo" segna il gol del pari, poi Van Nistelrooy decide la partita

    MILANO, 10 febbraio 2007 - Ora a Madrid probabilmente in molti si affretteranno a dire che no, non era l'ultima occasione per Fabio Capello. Ma che sarebbe successo se il tecnico italiano avesse fallito anche la prova dell'Anoeta? Non lo sapremo mai, o almeno non stasera: il Real Madrid ha battuto la Real Sociedad 2-1, rilanciandosi nella Liga e ponendo fine alla striscia di due sconfitte consecutive, maturate contro Villarreal e Levante. Ora sono terzi a -2 dal Barcellona, a -1 dal Siviglia (che in tarda serata affronterà il Betis nel derby) e a +2 sul Valencia. Ma tutte le altre pretendenti alla conquista della Liga hanno attualmente una gara da recuperare rispetto ai madridisti.
    Per ora, però, Capello può tirare un sospiro di sollievo: l'ombra di Michel, la gloriosa bandiera del Real che allena la squadra B, si allontana. Non sarà Michel il nuovo allenatore dei blancos, non adesso. A salvare la panchina di Capello, ironia della sorte, ci ha pensato proprio David Beckham. Il centrocampista inglese, che da oltre un mese non veniva convocato perché colpevole di aver annunciato anzitempo il suo trasferimento ai Los Angeles Galaxy a fine stagione, è tornato in rosa per la sfida con la Real Sociedad. E Capello, che ieri aveva fatto il "mea culpa" lodando la professionalità dello Spice Boy, gli ha dato addirittura una chance da titolare. Una scelta azzeccata, perché la situazione per il Real si era subito complicata: dopo appena 8', un'incerteza di Casillas aveva messo Aranburu nelle condizioni di segnare il comodo 1-0.
    Beckham non si è perso d'animo e alla prima occasione non ha fallito. Ha fatto centro con il suo marchio di fabbrica: il calcio di punizione. Certo, la papera del portiere Bravo lo ha favorito, ma pareggiare prima dell'intervallo era fondamentale per il morale dei madridisti. La Real Sociedad, impantanata al penultimo posto della classifica e lontanissima dalla zona salvezza, chiedeva allo scontro con il Real (sempre molto acceso e non solo per motivi legati allo sport) la spinta per tornare a credere nella salvezza. Invece, proprio in avvio di ripresa, ha dovuto fare i conti con un altro errore di Bravo, anticipato di testa da Van Nistelrooy per il 2-1. Un risultato che non è più cambiato, nonostante la voglia di rivincita dell'ex di turno Savio e le buone iniziative degli uomini di Lotina. Capello ora è un po' più saldo, ma la strada per ricostruire un Real Madrid vincente è ancora lunga, lunghissima.
    Gasport

  Torna Beckham e Capello vince

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina