1. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4538613
    The substitute, ovvero un Mondiale da panchinaro. Esce domani nelle sale francesi il film più discusso nell’ambiente calcistico francese. Un lungometraggio firmato dall’ex milanista Vikash Dhorasoo, e dal suo amico cantante Fred Poulet, in concorso anche al Festival di Berlino.
    PANCA - Il film, girato in Super8, è un diario-documentario sulla coppa del Mondo tedesca, vista dal di dentro. Vista con gli occhi di chi pensava di essere titolare e invece si ritrova inchiodato alla panchina. Niente rivelazioni, né segreti di spogliatoio, o immagini rubate di compagni e staff, The Substitute si presenta come un lungo viaggio introspettivo, analisi di una frustrazione, di una delusione, monologo filmato che affronta la fine di un rapporto tra giocatore e allenatore, del "figlio” tradito dal “padre”.
    ROTTURA - Dhorasoo, infatti, dopo aver giocato quasi tutte le partite di qualificazione, era convinto di vivere un Mondiale da protagonista. Invece, il centrocampista si è dovuto accontentare di 16 minuti di gioco, entrando a fine partita contro Svizzera e Corea. Al suo posto, Frank Ribery che piaceva di più a Zidane.
    POLEMICA - A mondiali finiti, da Domenech sono arrivate le critiche più feroci. Quando Dhorasoo ha rinunciato definitivamente ai Bleus, il c.t. ha
    replicato: “Fa bene a cambiar mestiere, anzi mi pare ce l’abbia già”. Dieci giorni fa, presentando i convocati per l’amichevole con l’Argentina, Domenech ha tagliato corto: “Non sono suo padre, ma il commissario tecnico della Francia, e mio figlio è ancora troppo giovane per la nazionale”. La scorsa estate, Federcalcio francese e compagni di nazionale avevano protestato contro il progetto dell’ex milanista: non ha i diritti e non ha mai avvertito di volerne fare un film. Polemica e pubblicità gratuita.
    CRITICHE - Nel frattempo, Dhorasoo, 33 anni, è rimasto senza club. Il Paris St. Germain lo ha licenziato per motivi disciplinari. Durante il mercato invernale, né Fulham, né Parma, né Bolton gli hanno proposto una nuova chance per rilanciarsi. Il film, però, ha ricevuto critiche positive in Francia, dove ha vinto un premio al Festival di Belfort, e a Berlino.
    PARODIA - Domani The Substitute esce in una cinquantina di sale delle principali città francesi. In Internet circola una parodia del trailer. Un modo per smorzare le tensioni e preparare il terreno a uno dei film più attesi d’inizio anno.
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?

  Vikash Dhorasoo, regista in campo e dietro la cinepresa

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina