1.     Mi trovi su: Homepage #4540222
    "Con riferimento al testimone, la nuova legge approvata dalla Camera ribadisce i principi oggi in vigore. Soggiunge che il giudice, se il governo conferma la segretezza, può sollevare conflitto di attribuzione davanti alla Corte Costituzionale. Una precisazione importante, poiché mentre oggi l’ultima parola sull’esistenza del segreto di Stato compete all’esecutivo, con la riforma essa viene attribuita a un organo indipendente di altissima caratura. Innovando rispetto alla disciplina vigente, il progetto sembra prevedere, tuttavia, che il divieto di deporre si estenda dal testimone all’imputato, con conseguenze per lui liberatorie: se per la definizione del processo è essenziale fare riferimento a notizie segrete, il giudice dovrà infatti dichiarare non doversi procedere. L’imputato che si astiene dal rivelare notizie segrete essenziali per la prova risulterà esente da pena senza essere obbligato a riferire alcunché.

    Con riferimento ai casi in cui il processo può proseguire sulla base di elementi autonomi di prova, tornerà comunque ad affiorare il problema se, ed entro che limiti, l’imputato, per difendersi, possa infrangere lecitamente il segreto. Comunque con una certezza: che in vicende come quella che ha coinvolto Pollari la nuova disciplina non potrebbe comunque favorire l’imputato, poiché il nuovo testo legislativo prevede espressamente che non possono costituire segreto di Stato le notizie concernenti reati lesivi della libertà personale. La nuova disciplina del segreto di Stato può essere dunque, sotto questo profilo, accettata. Con un interrogativo di fondo. Essa continua a prevedere una nozione troppo ampia di segreto di Stato e non indica al governo criteri rigorosi per determinarlo nei singoli casi. In passato il segreto di Stato ha impedito di fare luce su vicende inquietanti della storia d’Italia. Di qui le perplessità su di una disciplina che non risolve, in ultima analisi, il problema sul quale molti di noi si sono interrogati per anni. Né aiuta a rassicurare la peculiare circostanza che, mentre in Spagna Zapatero non ha esitato, alcuni giorni fa, a togliere il segreto di Stato su voli Cia, il governo Prodi ha deciso di sollevare addirittura conflitto di attribuzione contro il potere giudiziario con riferimento al caso Abu Omar."

    è un tratto preso da un commento di Carlo Federico Grosso uscito oggi su "La Stampa".

    http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplRubriche/editoriali/gEditoriali.asp?ID_blog=25&ID_articolo=2423&ID_sezione=&sezione=


    Cosa ne pensi? Non ho ben capito l'ultima riga.. che avrebbe fatto Prodi? :mmh:
    E comunque in generale, è una buona riforma?
    [SIZE=1,8]"Mentre legge i resoconti dei problemi che s’agitano all’estero, se è un buon cittadino conservatore, con un linguaggio indo-europeo, ringrazierà una divinità ebraica di averlo fatto al cento per cento americano." (Studio dell'uomo, Ralph L

  x Scud e gli altri.. SEGRETO DI STATO.. che ne pensate?

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina