1.     Mi trovi su: Homepage #4540893
    Se accade entro il 27/3 è pagato 1,10

    Anche l'agenzia di scommesse anglo-svedese Unibet, dà fiducia all'amministrazione cittadina partenopea, quotando a 1,10 la riapertura del San Paolo, anche solo per gli abbonati, prima del 27 marzo. L'assessore allo Sport, Alfredo Ponticelli, conferma che la situazione appare in via di soluzione, ma resta la curiosità per l'interesse dei bookmakers inglesi per un evento legato al calcio, ma certo non a doppio filo.

    Non è certo la prima volta che le lavagne delle agezie di scommesse d'Oltre Manica ospitano eventi un po' bizzarri, ma Unibet, con un pizzico di sarcasmo britannico, ne ha proposta una davvero singolare. Il calcio italiano non è più solo pallone e giocatori in calzoncini, almeno non in questa travagliata stagione. C'è stata la notte buia di Catania, il decreto governativo e i lucchetti a parecchi stadi, la corsa di società sportive e amministrazioni comunali agli agognati tornelli. C'è chi ha risolto, del tutto o in parte, e chi ancora non possiede la materia prima da poter sistemare presso le porte, ora chiuse, dell'impianto cittadino. Unibet si è concentrata sul San Paolo, lo stadio in cui le incognite sembravano maggiori. Infatti, non più tardi di giovedì scorso, il vice capo della Polizia Manganelli lo aveva preso ad esempio come caso complicato.

    L'agenzia, però, ha voluto dare fiducia alla città partenopea, quotando la riapertura dell'ex 'dimora' di Maradona entro il 27 marzo a 1,10 e un ritardo ulteriore a 4,40. L'assessore allo Sport del comune, Alfredo Ponticelli, conforta l'ottimismo di Unibet, rivelando che i passi avanti ci sono stati. "Stiamo facendo il massimo - dice -, ma dobbiamo attendere i tornelli, il cui arrivo è necessario per riaprire il San Paolo. Se tutto sarà rispettato, il 21 marzo per Napoli-Albinoleffe il nostro stadio riaprirà i battenti".

    Ma Napoli ha progetti ulteriori, come tiene a spiegare il sindaco Rosa Russo Iervolino. Il nuovo stadio, da costruire nel quartiere di Miano in vista dell'eventuale assegnazione al nostro Paese dell'Europeo 2012, è già più di un'idea. "I finanziatori ci sono, attendiamo solo il via libera del ministero della Difesa". Come dire: preoccupiamoci di dare una casa a 'porte aperte' agli uomini di Reja, ma nel frattempo viaggiamo già col pensiero a un futuro roseo e diverso. Chissà se, una volta andata in archivio la scommessa sui tornelli del San Paolo, Unibet insisterà dando le quote anche su questa nuova iniziativa partenopea.

  Unibet quota il San Paolo 'aperto'

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina