1.     Mi trovi su: Homepage #4550027
    Costi di ricarica addio dal 5 marzo
    Compagnie telefoniche a confronto

    Costi per le ricariche telefoniche addio dal 5 marzo. Lo ha deciso il decreto Bersani del 31 dicembre. Ma come si comporteranno le varie compagnie? Aumenteranno i prezzi delle chiamate per far fronte ai minori introiti? La reazione è abbastanza differente: si va dai bonus di 3, alla partenza in anticipo di Vodafone, alle ricariche flessibili di Tim fino alla sfida di Wind che, invece, non intende eliminare i costi, almento per i vecchi clienti.

    Quel che è certo, comunque, è che il decreto Bersani ha riacceso la concorrenza fra le varie società. La prima a muoversi è 3, che ha giocato d'anticipo: l'abolizione dei costi di ricarica diverrà operativa già da venerdì 2 marzo. I piani tariffari, fanno sapere dalla società, rimarranno inalterati. Non solo, ai nuovi clienti che attiveranno entro il 30 aprile una nuova ricarica da 20 euro verranno "regalati" tra maggio e giugno altri 10 euro di credito. L'obiettivo? Cercare di tamponare il calo degli introiti inducendo i clienti a spendere di più.

    Domenica 4 marzo sarà la volta di Vodafone, che eliminerà i costi di ricarica in anticipo di un giorno. Per i vecchi clienti le tariffe resteranno inalterate. Per le nuove attivazioni saranno invece disponibili due nuovi piani rimodulati, oltre ai tre che resteranno in commercio.

    Tim si muoverà lunedì, mantenendo per tutti i clienti, anche i nuovi, le stesse tariffe applicate finora. Il traffico telefonico acquistato sarà così pienamente utilizzabile. Non solo, al società introdurrà anche una formula inedita: nuove ricariche flessibili di pochi euro (taglio minimo 5 euro) che potranno essere incrementate, in qualsiasi momento, anche con un solo euro.

    Infine Wind (che finora non ha comunque mai applicato costi di ricarica per prepagate oltre i 50 euro) ha deciso che abolirà gli extracosti solo per i "nuovi" clienti, ai quali saranno proposti tre nuovi piani tariffari che prevedono a seconda dei casi, o un aumento del prezzo delle chiamate o dello scatto alla risposta.
    Il gruppo, controllato dall'imprenditore egiziano Naguib Sawiris, intende invece mantenere i "contributi fissi" sulle ricariche sotto i 50 euro di tutti gli attuali 15 milioni di clienti.
    Questi ultimi se effettueranno ricariche con importi inferiori a 50 euro e non vorranno accreditarsi il costo di ricarica, se lo vorranno, avranno la possibilità di migrare sui nuovi piani. Chi, infine, continuerà ad acquistare 'telefonate' per cifre superiori potrà invece mantenere il proprio piano tariffario.

    Ogni operatore sta dunque scegliendo la propria strada per assorbire le nuove disposizioni. Qualsiasi sia la scelta, commenta il ministro dello Sviluppo Economico Pierluigi Bersani, il consumatore, ''comunque, ci guadagnerà" e le compagnie, più che impelagarsi in una ''guerra'', potranno ''rinnovare le loro strategie rendendole più trasparenti senza rimetterci nulla nel medio periodo".

    Qualche remora è espressa invece dai sindacati delle società di telecomunicazioni che temono un impatto troppo drastico delle misure sugli operatori più piccoli. Le eventuali difficoltà incontrate dalle società per far fronte alla perdita di entrate derivanti potrebbero infatti, secondo Uilcom e Fistel-Cisl, scaricarsi sul mondo del lavoro.

    ----------------

    :approved:
  2.     Mi trovi su: Homepage #4550034
    Originally posted by Zanetti_Capitano
    dai pilla, spiegati meglio! :asd:


    Ok.

    1- Se pretendiamo di fare le "liberalizzazioni" , allora questo provvedimento va contro i principi base del liberismo. Non puoi decidere le scelte commerciali di un'azienda.
    2- Inficia la concorrenza. Tim, ad esempio aveva gia' cominciato ad offrire una promozione in cui pagavi l'effettivo costo della ricarica. Hai svantaggiato Tim, rispetto alle altre compagnie (tipo vodafone).
    3- Non conosco la destinazione dei costi di ricarica, ma chi mi dice che da domani le compagnie non debbano riprogrammare tutte le loro offerte e piani telefonici a seguito di questa diminuzione di entrate? Chi mi dice che da domani non mi aumentano le tariffe?


    ps non mi citare il confronto con gli altri paesi. :cool:
  3.     Mi trovi su: Homepage #4550035
    Originally posted by Giovanni1982
    Ok.

    1- Se pretendiamo di fare le "liberalizzazioni" , allora questo provvedimento va contro i principi base del liberismo. Non puoi decidere le scelte commerciali di un'azienda.
    2- Inficia la concorrenza. Tim, ad esempio aveva gia' cominciato ad offrire una promozione in cui pagavi l'effettivo costo della ricarica. Hai svantaggiato Tim, rispetto alle altre compagnie (tipo vodafone).
    3- Non conosco la destinazione dei costi di ricarica, ma chi mi dice che da domani le compagnie non debbano riprogrammare tutte le loro offerte e piani telefonici a seguito di questa diminuzione di entrate? Chi mi dice che da domani non mi aumentano le tariffe?


    ps non mi citare il confronto con gli altri paesi. :cool:


    beh, vedremo, no? Non sei tu che parti prevenuto nei confronti di questa mossa? :)

    Io attendo. So che pagavo 30 euro e me ne arrivavano 25. E questo non mi sembrava plausibile. Anche perchè senza fare tanti confronti eravamo l'unico paese in cui si pagava :rolleyes:
  4. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage #4550036
    ehm


    nn vorrei mettere altra carne sulla brace...ma la stragrande "motivazione" delle aziende telefoniche per "giustificare" questi costi di servizio....diceva che erano soldi di tassazione dello stato( vari servizi di iene -striscia- ed altri progr + seri) che poi alla fine dei conti quando si andava ad indagare risultava falso

    da li nasce la protesta dell'utenza che poi a portato a questo decreto

    sulla libertà di concorrenza nn la vedo molto inficiante visto che si potranno fare concorrenza sulla tariffazione

    i costi di ricarica erano qualcosa di aggiuntivo nn giustificato
    Superlega Serie A :cool:
    Campione Champions Superleague Apertura 2013/14 :cool:
    Campione Supercoppa Superleague Apertura 2013/14 :cool:

    di solito gli uomini quando sono tristi non fanno niente: si limitano a versare lacrime sulla propria situazione.Ma quando si arrabbiano, allora si danno da fare per cambiare le cose
  5.     Mi trovi su: Homepage #4550037
    Originally posted by Zanetti_Capitano
    beh, vedremo, no? Non sei tu che parti prevenuto nei confronti di questa mossa? :)
    [/QUOTE]

    Non e' che parto prevenuto. Il liberismo e la concorrenza sono gia' stati attaccati. Per il resto vedremo.


    [QUOTE]Originally posted by Zanetti_Capitano
    Io attendo. So che pagavo 30 euro e me ne arrivavano 25. E questo non mi sembrava plausibile. [/QUOTE]

    Il concetto non regge. Non si puo' dire "paghiamo per il reale valore del servizio", perche' altrimenti io posso dire che voglio pagare il latte per i costi di produzione sostenuti e senza l'iva. A me non sembra giusto pagare 90 euro un portafoglio di Cavalli, pero' non e' che il governo impone al Sig. Cavalli un costo inferiore. Si chiama "libero mercato".


    [QUOTE]Originally posted by Zanetti_Capitano
    Anche perchè senza fare tanti confronti eravamo l'unico paese in cui si pagava :rolleyes:



    I confronti con gli altri paesi non si possono fare a singhiozzo. Sulle rendite finaziare li si fa al rialzo, con le ricariche li si fa al ribasso. Bisogna avere una linea comune.
  6.     Mi trovi su: Homepage #4550038
    Originally posted by marcomix
    ehm


    nn vorrei mettere altra carne sulla brace...ma la stragrande "motivazione" delle aziende telefoniche per "giustificare" questi costi di servizio....diceva che erano soldi di tassazione dello stato( vari servizi di iene -striscia- ed altri progr + seri) che poi alla fine dei conti quando si andava ad indagare risultava falso.

    i costi di ricarica erano qualcosa di aggiuntivo nn giustificato



    Ok, quindi secondo te lo Stato dovrebbe decidere i giusti prezzi di ogni prodotto?
  7. I'm only happy when it rains  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4550040
    Originally posted by Giovanni1982
    Ok, quindi secondo te lo Stato dovrebbe decidere i giusti prezzi di ogni prodotto?


    No e infatti non li ha decisi.... :)
    Comincio a credere che non conta quanto tu ami qualcuno: forse quello che conta è quello che riesci a essere quando sei con qualcuno.

  Costi di ricarica addio dal 5 marzo

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina