1.     Mi trovi su: Homepage #4550350
    - In questa settimana sono state molte le voci che si sono rincorse ma poche hanno trovato conferma nelle dichiarazioni dei diretti interessati. Protagonisti degli ultimi giorni sono stati soprattutto Ronaldinho e Cannavaro, entrambi accostati, come spesso accade, al Milan. In special modo in Spagna, i quotidiani più diffusi hanno frequentemente parlato di una probabile cessione di Kakà al Real o al Barça proprio per permettere alla dirigenza rossonera di arrivare ad acquistare “el Gaucho”. Ma sono state proprio le parole di quest’ultimo a mettere fine, almeno apparentemente, alle voci sul suo conto: “Resterò al Barcellona ancora per molti anni”; svaniti, quindi, i sogni dei tifosi del Milan? Nel calciomercato tutto può succedere...E Cannavaro? Il capitano della Nazionale non sta certo vivendo un bel momento a Madrid, come lui stesso ha ammesso, ma, nonostante RadioMercato lo segnali vicino alla società di via Turati, prontamente il suo procuratore, Fedele, ha annunciato la volontà del difensore di rispettare il contratto con la Casa Blanca. Allora il Milan sembra spostarsi verso altri obiettivi: sempre monitorata la situazione di Buffon (visto il difficile rinnovo di Nelson Dida), si parla anche dell’estremo difensore del Celtic, il polacco Boruc, di Gomes del PSV o Coupet del Lione. Uno degli obiettivi per la prossima stagione può essere un centrocampista che sostituisca Seedorf, protagonista in negativo di questi ultimi giorni, sostituito e fischiato a San Siro contro la Samp: il sogno è Emerson del Real Madrid. Attenzione ad una voce curiosa che si è fatta largo nelle ultimissime ore: il Milan avrebbe offerto a Desailly un contratto per il ritorno come osservatore; staremo a vedere l’evolversi di questa vicenda. Molte le richieste per Gilardino: la Juve è molto attenta perché è sempre alla ricerca di un eventuale sostituto del partente Trezeguet.
    Da qui ci agganciamo proprio alle trattative che riguardano la Vecchia Signora: Cobolli Gigli ha dichiarato l’incedibilità di Buffon, ma questa è una questione tutt’altro che chiusa. Conclusi gli acquisti di Grygera e Salihamidzic, il d.s. Alessio Secco sta vagliando il mercato internazionale a 360 gradi: molto intrigante la situazione di Saviola, in scadenza di contratto col Barça e cercato da molte società europee, tra cui il Real e, appunto, la Juventus. Luca Toni è sempre uno degli obiettivi della dirigenza bianconera, ma strapparlo alla Fiorentina sarà molto difficile anche se Della Valle non ha dichiarato il bomber incedibile: l’acquisto dell’attaccante azzurro potrebbe servire anche a rilanciare l’immagine della squadra dopo i fattacci di Calciopoli a livello europeo, ingaggiando uno dei simboli della vittoria dei Mondiali 2006 della squadra azzurra. Bisognerà valutare la posizione di Camoranesi, alla luce delle sue dichiarazioni al giornale argentino Olè: sempre più probabile la sua partenza, con la quale si potrà far cassa per acquistare un rinforzo in difesa; Barzagli del Palermo è sempre sui taccuini da molto tempo, ma attenzione alla pista-Samuel nel caso in cui la Juventus voglia fare un grande colpo. Si segue anche con molta discrezione la situazione di Gilberto Silva, centrocampista brasiliano dell’Arsenal, che andrebbe a rinforzare il reparto nevralgico della squadra di Deschamps.
    Chiudiamo proprio con l’Inter: questa settimana la squadra ha pensato più agli impegni sul campo (su tutti la preparazione del ritorno a Valencia) che ai movimenti di mercato, però qualcosa si è mosso; il rinnovo di Mancini è ormai un tira e molla che dura da mesi, ma non dovrebbe mancare molto alla firma. La difficile situazione di Adriano apre più prospettive in chiave mercato: cedere l’Imperatore e acquistare un altro grande attaccante oppure completare solo il reparto non vendendo il brasiliano? Nel primo caso i nerazzurri andrebbero probabilmente su Titì Henry, stella dell’Arsenal, non più incedibile per Wenger, oppure su Villa del Valencia, nonostante la clausola rescissoria proibitiva; nel secondo caso Branca e Oriali cercherebbero di ringiovanire la rosa degli attaccanti magari con l’acquisto di Cassano. Ma, come ha affermato Moratti, la squadra del prossimo anno non sarà molto diversa da quella attuale, ci sarà solo qualche ritocco: si parla di Diarra del Real, sembra molto gradito da Mancini, Almiron dell’Empoli ma attenzione alla voce su Ribery del Marsiglia: potrebbe acquistare peso nei prossimi mesi (per la sostituzione di Figo). Come si vede non ci sono nomi nuovi anche perché tutto il mercato dell’Inter ruoterà attorno alla decisione che la dirigenza prenderà su Adriano e per ora le energie mentali e fisiche dei nerazzurri sono concentrate sul ritorno di Champions a Valencia. Quest’ultimo sarà un crocevia importante anche per capire i futuri movimenti di mercato, se Moratti avrà voglia di spendere e investire ulteriormente.
    La Roma utilizzerà le proprie risorse finanziarie per i vari riscatti di Pizarro, Wilhelmsson e Vucinic e per i rinnovi contrattuali di Chivu, Mexes e Mancini. A breve l’incontro con i vari procuratori.

  Il mercato delle grandi

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina