1.     Mi trovi su: Homepage #4551569
    "Chiudemmo la sera del match con la Stella Rossa, perchè sapevamo che il giorno dopo sarebbero andati all'assalto..."

    Lele Oriali, uomo mercato dell'Inter, ricostruisce sulle pagine della Gazzetta dello Sport l'operazione che ha portato Zlatan Ibrahimovic in nerazzurro, avvalorando implicitamente la tesi di chi sostiene che il mercato - e la conseguente stagione - dei cugini rossoneri sia stato pesantemente condizionato da quanto avvenuto nella scorsa estate: "L'operazione l'ho conclusa insieme con Marco Branca il giorno in cui il Milan giocava contro la Stella Rossa il preliminare di Champions. Avevamo saputo, infatti, che il club rossonero, partito in netto vantaggio, avrebbe definito la trattativa soltanto a qualificazione ottenuta. Quindi, dovevamo giocare d'anticipo, e ci siamo riusciti. Col permesso della Juve, siamo andati a Torino prima a parlare col ragazzo, che si è mostrato assai disponibile. Da bambino tifava per l'Inter e l'ha dimostrato rinunciando a qualcosa sul piano economico: si è scritto di 20 milioni per 4 anni, ma sono di meno"

    "Una volta ottenuta la firma di Ibra - continua Oriali - ci siamo trasferiti nella sede bianconera e lì si è trovato l'accordo a tarda sera, per poco meno di 24 milioni: la cifra di cui si parlò al momento è vera. Ricordo che ci siamo messi sulla strada del ritorno alle 23, col contratto in tasca. Sapevamo che il giorno dopo il Milan, qualificato in Champions, sarebbe andato all'assalto, sapevamo pure che c'erano in ballo Manchester United e Real Madrid: beh, abbiamo fatto loro un gran gol in contropiede veloce. E sono convinto che Ibra saprà fare ancora meglio di quanto ha fatto vedere finora. Sta regalando colpi spettacolari e pure efficaci, ma io che lo guardo in allenamento so che si tratta di un fuoriclasse davvero eccezionale".

  Oriali racconta il "ratto" di Ibra al Milan

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina