1. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4551605
    ROMA - Pur essendo alti, come dice la canzone, "due mele o poco più" i Puffi sono stati, e sono ancora, un vero fenomeno da venticinque anni. Amati dai bambini di tanti paesi e oggetto di un merchandising impressionante i cartoni animati creati da Pierre Culliford (Peyo) e Yvan Delporte, morto ieri, sono uno strano popolo di omini tutti blu che vivono nella natura (le loro casette sono funghi). Uniche eccezioni il Grande Puffo, il loro indiscusso capo, che è vestito di rosso, e, sul fronte cattivi, il malvagio mago Gargamella sempre accompagnato dal suo gatto Birba. Insomma circa un centinaio di puffetti, del tutto identici, e che in un ottica di socialismo reale (hanno sottolineato questo aspetto, altri il loro messaggio naturista, altri ancora li hanno accusati di maschilismo) condividono tutto: dal proprio lavoro alle puffbacche di cui si nutrono e che raccolgono nel bosco. Ometti quasi senza sesso tra cui spiccano il puffo quattrocchi, puffetta (l'unica puffo femmina con tanto di chioma bionda), il puffo golosone, puffo burlone , quello inventore, quello forzuto e il vanitoso. Appena tornati in tv su Italia 1, dopo una pausa di due anni, erano apparsi la prima volta sul piccolo schermo nel lontano 1982, sempre sulla stessa rete Mediaset. Il titolo originale delle tavole di Peyo era allora 'La Flute a' Six Schtroumpfs', un nome però modificato a seconda della lingua di programmazione del cartone animato (ci sono 25 versioni fino ad oggi). Oggetto di studio da parte di sociologi e psicologi, sono stati decretati da una recente indagine condotta da un pool di psicologi per la rivista 'Adv Next' assieme ai Teletubbies come portatori di un "risveglio terapeutico" sia per i bambini che per gli adulti. E questo perché "personaggi rassicuranti,positivi, immersi nel verde e nella natura". Ma il cartone, nella sua lunga vita, aveva trovato anche qualche detrattore. Uno studio della sociologa Marina D'Amico, presentato nel '92 agli Incontri internazionali di Castiglioncello, lo aveva bollato come ''sessista", alla pari,addirittura, di serial per adulti come 'Dinasty'. Colpa,soprattutto della Puffetta, unico puffo femmina tra oltre 90 maschietti, "bellina e stupidina". Come tante prima e dopo di lei, da Minnie e Paperina.

    http://www.ansa.it/opencms/export/site/notizie/rubriche/daassociare/visualizza_new.html_2110202462.html
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  2. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4551606
    Originally posted by GLOBO
    Oggetto di studio da parte di sociologi e psicologi

    Io ancora non li ho studiati... mi adeguerò dopo la laurea...:asd:
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  3. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage #4551608
    altri studi ricondunono la storia dei puffi alla droga

    nn a caso vivono dentro casette a forma di "funghi"

    da qui ne deriva anche la classica frase...sto talmente fuori che vedo pure i puffi:asd:
    Superlega Serie A :cool:
    Campione Champions Superleague Apertura 2013/14 :cool:
    Campione Supercoppa Superleague Apertura 2013/14 :cool:

    di solito gli uomini quando sono tristi non fanno niente: si limitano a versare lacrime sulla propria situazione.Ma quando si arrabbiano, allora si danno da fare per cambiare le cose
  4. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4551609
    Originally posted by Zanetti_Capitano
    voci di corridoio dicono che i puffi fossero tutti comunisti e che la prova visiva stava anche nel fatto che Grande Puffo aveva il berretto rosso :thepimp:

    E' vero... me l'ha confessato un puffo di cui, per motivi di riservatezza, non posso fare il nome.
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  5. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4551610
    Originally posted by marcomix
    altri studi ricondunono la storia dei puffi alla droga

    nn a caso vivono dentro casette a forma di "funghi"

    da qui ne deriva anche la classica frase...sto talmente fuori che vedo pure i puffi:asd:

    Qualcuno ma non tutti... la maggior parte beve come una spugna...
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  6.     Mi trovi su: Homepage #4551611
    Originally posted by marcomix
    altri studi ricondunono la storia dei puffi alla droga

    nn a caso vivono dentro casette a forma di "funghi"

    da qui ne deriva anche la classica frase...sto talmente fuori che vedo pure i puffi:asd:


    piuttosto dei puffi sentivo che un cartone animato riconducibile alla droga è "Alice nel Paese delle meraviglie", pieno di messaggi subliminali. Mi hanno appena passato il dvd, dovrò provvedere a colmare questa mia lacuna :asd:
  7. I'm only happy when it rains  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4551613
    Originally posted by Zanetti_Capitano
    piuttosto dei puffi sentivo che un cartone animato riconducibile alla droga è "Alice nel Paese delle meraviglie", pieno di messaggi subliminali. Mi hanno appena passato il dvd, dovrò provvedere a colmare questa mia lacuna :asd:


    Grave lacuna..... Alice in wonderland è un inno alle droghe...... :asd: :asd: :asd:
    Comincio a credere che non conta quanto tu ami qualcuno: forse quello che conta è quello che riesci a essere quando sei con qualcuno.
  8. I'm only happy when it rains  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4551614
    Originally posted by Mike75
    La canzone del Grande Puffo la cantavano i Nomadi e faceva più o meno così "Cielò grande, cielò blu"


    Ce l'ho pure un po' all'insù!!! :O :o :O :o

    :asd: :asd: :asd:
    Comincio a credere che non conta quanto tu ami qualcuno: forse quello che conta è quello che riesci a essere quando sei con qualcuno.

  Morto Yvan Delporte, Il Papa' Dei Puffi

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina