1. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4553022
    Salve a tutti, so che c'è già il 3d di knaz, ma come l'anno scorso, voglio fare le cose fatte bene...(nei limiti delle possibilità) ad ogni Gp vi aggiornerò con qualifiche, risultati, commenti e sintesi proprio come l'anno scorso....


    per cominciare ecco il calendario 2007:

    DATA: GP Circuito
    10/03/2007 Qatar Losail

    25/03/2007 Spagna Jerez de la Frontera

    22/04/2007 Turchia Istanbul

    06/05/2007 Cina Shanghai

    20/05/2007 Francia Le Mans

    03/06/2007 Italia Mugello

    10/06/2007 Catalunya Catalunya

    24/06/2007 Gran Bretagna Donington

    30/06/2007 Paesi Bassi Assen

    15/07/2007 Germania Sachsenring

    22/07/2007 Stati Uniti Laguna Seca

    19/08/2007 Repubblica Ceca Brno

    02/09/2007 San Marino& Riviera di Rimini Misano

    16/09/2007 Portogallo Estoril

    23/09/2007 Giappone Motegi

    07/10/2007 Australia Phillip Island

    14/10/2007 Malesia Sepang

    04/11/2007 Valencia Ricardo Tormo

    ----------------------------------

    :cool:
  2. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4553023
    Talmacsi è l'uomo da battere
    GP del Qatar : 125cc - Qualifiche


    Gabor Talmacsi si è affermato come degno successore di Alvaro Bautista confermando la pole provvisoria realizzata ieri nelle prime qualifiche delle ottavo di litro, fermando il cronometro a 2'06”011.

    In ogni caso non è stata un'impresa facile in quanto la lotta col compagno di squadra Hector Faubel è stata decisamente serrata. Lo spagnolo, miglior tempo nelle libere, ha ceduto per soli 80 millesimi da Talmacsi, soffiando in questo modo la seconda piazza a Mattia Pasini, il quale malgrado una progressione di circa un secondo deve accontentarsi del terzo posto.

    Ottima prestazione da parte di Lukas Pesek, risalito dalla terza alla prima fila. In sella alla sua Derbi, il ceco è riuscito a guadagnare 1.6 secondi sul tempo di giovedì installandosi al quarto rango, scalzando così il terzo pilota Aspar, Sergio Gadea, dalla prima fila.

    Molto costante fin dall'inizio del weekend, l'italiano Raffaele de Rosa si è qualificato in seconda fila davanti a Gadea. I due uomini saranno accompagnati dalla KTM di Tomoyoshi Koyama e dalla Honda del giovane Esteve Rabat. La bella prestazione del debuttante spagnolo gli ha permesso di scavalcare il compagno di squadra Bradley Smith, nono.
    Il britannico condividerà la terza fila con Simone Corsi, Pablo Nieto e Pol Espargaro.

    Veloce nelle prime prove, Michael Ranseder non ha potuto mantenersi agli avamposti e si è finalmente qualificato in terza posizione davanti a Iannone.


    ----------------------
    Barbera in pole provvisoria
    GP del Qatar : 250cc - Qualifiche 1


    Dopo una prima sessione di libere dominata da Alex de Angelis, la prima giornata di attività sul circuito di Losail ha preso una forte connotazione ispanica. I 45 minuti di qualifiche di oggi pomeriggio sono presto diventati una bagarre tra spagnoli.

    De Angelis ha provato a mischiarsi nella lotta per il primato, ma non è riuscito ad inserirsi, come anche Bautista, contro avversari come Barbera e Lorenzo.

    Hector è uscito dall'ombra del campione del mondo in carica, ritrovando le ali dal suo arrivo in seno al team Aprilia Toth che ha consentito a Locatelli di ottenere nel 2006 il riconoscimento di migliore privato. Molto forte durante l'inverno, Barbera si è confermato dominando il suo ex compagno di squadra di un decimo.

    Per ora detiene la pole provvisoria in 2'00”070. Facendo dimenticare che debutta nella categoria, Alvaro Bautista si è invitato in prima fila dietro i suoi due connazionali e davanti al compagno di squadra De Angelis.

    Tutti e quattro sono scesi sotto il muro di 2'01 girando nello stesso secondo. Quinto miglior tempo, il debuttante Thomas Luthi si è tolto il lusso di precedere di quasi due decimi il vice-campione del mondo Andrea Dovizioso.
    La seconda fila provvisoria è completata da Mika Kallio (KTM) e Shuhei Aoyama (Repsol Honda).

    Le Galera di Locatelli e Simoncelli figurano in terza file provvisoria racchiusi dalla KTM di Hiroshi Aoyama e dalla Honda di Julian Simon.

    Il debuttante tailandese Ratthapark Wilairot ha segnato il 18° miglior tempo.

    --------------------
    Il Dottore ha trovato la cura !
    GP del Qatar : MotoGP - Qualifiche


    Il plotone MotoGP è entrato nel vivo con la prima sessione di qualifiche disputata poco fa sul tracciato di Losail.

    Per la prima volta in questo weekend, i piloti sono passati alle gomme ultra-tenere. Ma la grande novità che entra in vigore dal Qatar è il nuovo regolamento relativo alle coperture che limita il numero di esse per pilota. Con in media, due pneumatici da qualifica ciascuno, il margine di errore è decisamente ridotto.

    Randy de Puniet ha affrontato gli ultimi venti minuti della sessione agli avamposti, ma è stato in seguito scalzato dall'uomo forte del fine settimana, Colin Edwards. Per poco tempo preceduto da Stoner, il texano ha ripreso i vantaggio a otto minuti dalla fine con un tempo già record di 1'55”654.

    Tutto si è deciso negli ultimi due minuti quando l'insieme del plotone è sceso in pista assieme per un ultimo giro lanciato. Sono stati in diversi i piloti in grado di battere Edwards, ma alla fine ci sono riusciti soltanto Stoner e poi Rossi.

    L'australiano ha girato in 1'55”007 con la sua Ducati prima che il Dottore s'impadronisse della pole position di questo primo GP della stagione per soli cinque millesimi di secondo ! La pole 2006, 1'55”683, è largamente battuta.

    Stoner e Edwards condividono la prima fila con il pescarese. Toni Elias, a suo agio con la sua Honda Gresini, ha rischiato di creare la sorpresa, ma un ultimo parziale brutto lo ha relegato in quarta posizione davanti a Pedrosa e Hopkins.


    Bisogna scendere alla terza fila per ritrovare il campione del mondo Nicky Hayden, il quale scatterà dietro Capirossi e De Puniet. Seguono Melandri, Nakano, vittima di una caduta nella seconda parte della sessione, e Carlos Checa.

    Quinta fila per Olivier Jacque al suo ritorno alla competizione. Il francese si è inserito tra Vermeulen e Barros. Giuntoli è 16° davanti a Hofmann e Roberts. In ultima fila scatteranno Tamada, McWilliams e Pitt.
  3. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4553025
  4. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4553027
    Voce ai protagonisti (prima del mondiale 2007)

    Diamo voce ai piloti della MotoGP:

    Nicky Hayden (Honda), iridato in carica. "L'attesa è finita, sono carico per ricominciare a correre. Sarà un momento di grande orgoglio schierarmi in griglia col numero 1, è una cosa che ho sognato fin da bambino. Ma fa già parte della storia dell'anno scorso, dovremo essere veloci per difendere il titolo fin dalla prima sessione perché la competizione nelle MotoGP è molto intensa. Non c'è tempo per la gloria ed il rilassamento. Siamo stati veloci in alcuni test invernali ed abbiamo compiuto buoni progressi con questa moto, anche se le prove del Qatar non sono state lisce! E' una pista che mi piace abbastanza e l'anno scorso ho disputato una buona gara. Ci sono un paio di curve a destra divertenti e adoro la sequenza curve 1, 2 e 3 col banking. Sono già giunto terzo qui e secondo l'anno scorso, quindi sabato cercherò di fare ancora meglio. Ho fiducia nei miei ragazzi e sto lavorando molto bene con Pete Jenson ed il resto della ciurma. So che la Honda darà il massimo per conservare il titolo. La spalla sta abbastanza bene adesso, anche se non ho ancora recuperato tutti i movimenti, ma è abbastanza forte per guidare la moto. Abbiamo percorso molti km dall'operazione ed ogni volta mi sento più forte. Sono pronto per lo spegnimento delle luci e per lottare gomito e gomito coi ragazzi".

    Dani Pedrosa (Honda). "Ho l'impressione che l'inizio della stagione sia arrivato molto in fretta, non vedo l'ora di correre nuovamente dopo tutti i test invernali. Sarà interessante vedere finalmente come andrà la nuova 800cc in gara. Ho apprezzato la guida della RC212V nelle prove, la taglia più piccola mi facilita i movimenti rispetto alla 990cc. La mia gara qui dell'anno scorso non è stata soddisfacente perché ho vissuto una cattiva partenza che mi ha condizionato per tutta la corsa. Ho vissuto una lunga battaglia con Melandri, ma è stato frustrante perché mi ha impedito di avvicinarmi alla vetta nel finale. Su questa pista le condizioni possono essere difficili. Spesso c'è un forte vento e questo significa che bisogna stare attenti altrimenti si rischia di finire fuori. Sono pronto per la stagione, ma molti team sono stati veloci nei test invernali, per cui mi aspetto che la competizione sia serrata".

    Marco Melandri (Honda). "Sono molto carico per l'inizio di una nuova stagione. Ci siamo preparati molto nei test invernali lavorando con metodo, concentrati sul ritmo di gara piuttosto che sul giro singolo. La moto mi piace molto, soprattutto la ciclistica, ho un buon feeling e sono tornato a divertirmi. Credo molto nel pacchetto Honda-Bridgestone ed ho la massima fiducia nei nostri partner, Honda HRC e Bridgestone. Sono contento anche se c'è ancora del lavoro da fare. La gara sarà particolarmente impegnativa perché il tracciato di Losail ha un lungo rettifilo e richiede motore. Durante il test svolto qui a febbraio, abbiamo individuato la linea da seguire per quanto riguarda le gomme da gara."

    Loris Capirossi (Ducati). "Questa stagione è particolarmente importante per me perchè non ne ho ancora molte davanti, forse una o due, forse di più ma non ne sono sicuro. Per questo sono più determinato che mai a fare del mio meglio e la prima gara è molto importante. E' un'ottima cosa che si sia potuto provare in Qatar poche settimane fa. Ci siamo preparati bene durante quei test e abbiamo potuto mettere insieme delle belle simulazioni. Penso che in questo primo round saremo pronti a lottare per il podio. La pista è ok sia per lo stile della nostra moto sia per le nostre gomme. La cosa fondamentale di cui avremo bisogno per la gara sarà ottenere un buon feeling con l'anteriore, ed è questo quindi il punto su cui dovremo lavorare al massimo in Qatar. Servirà anche l'agilità, per i numerosi cambi di direzione, e sotto questo punto di vista la GP7 è più maneggevole della GP6".

    Casey Stoner (Ducati). "Non potrei essere più contento della squadra, tutti danno il massimo e la moto è migliorata costantemente in ogni pista in cui siamo stati. Sembra molto competitiva, così come le gomme. Le prove fatte in Qatar il mese scorso sono state molto positive quindi mi sento fiducioso, tanto più che in passato in Qatar ho fatto delle belle gare. Nei test abbiamo dimostrato di avere un buon passo, le gomme andavano bene; la sola cosa che può costituire una variabile imprevista è l'asfalto. Su questa pista un giorno è velocissimo e quello dopo può essere esattamente il contrario. Il tracciato in se non è dei più eccitanti, è molto piatto, con scarsa inclinazione nelle curve, che sono per la maggior parte raccordate tra loro. Tuttavia favorisce delle belle battaglie tanto che di solito il gruppo dei primi fa delle bellissime gare".

    Toni Elias (Honda). "Non vedo l'ora di tornare in pista per la prima gara. Sono molto contento di continuare a lavorare con Fausto Gresini e con il mio capotecnico Cecchini e tutti i ragazzi della squadra. Credo molto nella continuità del lavoro. Mi trovo molto bene e mi sento seguito e supportato. Stiamo lavorando a creare una base che sia il miglior compromesso tra la moto e le nuove gomme portate negli test da Bridgestone per le mie caratteristiche di guida. Losail è un circuito impegnativo perché le condizioni dell'asfalto non permettono errori. Abbiamo provato su questa pista a metà febbraio ma adesso spero di sfruttare maggiormente il potenziale della moto grazie ai nuovi pneumatici".

    John Hopkins (Suzuki). "Ritrovo lentamente la forma fisica, sono pronto a riprendere il lavoro questo weekend in Qatar. Sono rimasto molto dispiaciuto dal fatto di dover saltare gli ultimi test perché restava parecchio lavoro da svolgere. Ma è stata la cosa giusta da fare perché devo essere pronto per questo fine settimana. Chris ha lavorato duramente a Jerez ed abbiamo continuato ad informarci sul funzionamento dei pneumatici. Abbiamo una buona idea sulla scelta da fare per il Qatar. Sono più motivato che mai per questa prima gara della stagione. Sono pronto a dimostrare quello che possiamo fare io e la Suzuki."

    Chris Vermeulen (Suzuki). "Il Qatar è un circuito poco comune sul quale in precedenza abbiamo incontrato delle difficoltà, ma sono sicuro che con la nuova moto e le ultime gomme, quest'anno avremo un certo impatto sul campionato. Ho guidato in Qatar in MotoGP e Superbike, per cui è una pista che conosco molto bene. Sarà dura a causa del caldo, del vento e della polvere. Tuttavia, spero che potremo lottare agli avamposti".

    Shinya Nakano (Honda). "Non vedo l'ora di scendere in pista per la prima gara della stagione con il mio nuovo pacchetto tecnico. Durante l'inverno abbiamo portato a termine quattro sessioni di test; siamo pronti all'80% e spero di poter fare il restante 20% durante questo fine settimana. Penso che le moto 800cc renderanno la gara molto più competitiva anche se forse i sorpassi risulteranno più difficili. Quest'anno il punto chiave è rappresentato dalle qualifiche ed in questo io sento di aver ancora bisogno di tempo per abituarmi alle gomme da qualifica Michelin. Feeling e grip sono buoni, ma non riesco ancora a sfruttare tutto il loro enorme potenziale quindi forse, è necessario concentrarsi ancora un po'alla ricerca del set-up da qualifica. Come pilota dico sempre che il tempo in cui rimani sulla moto per le qualifiche non è mai abbastanza. Per i risultati, punto ad arrivare, fin dal primo GP, il più avanti possibile sotto la bandiera a scacchi perché per il Campionato sarà molto importante la regolarità. Mi piace il circuito di Losail anche se non rientra fra i miei favoriti, ma quando abbiamo provato qui, la moto ha dimostrato di adattarsi meglio a questo tracciato che non a quello di Phillip Island o Sepang. Speriamo che sia proprio così anche durante la gara di sabato."

    Alex Barros (Ducati): "Sono impaziente di iniziare questa nuova avventura nel Campionato Mondiale 2007! Le prove fatte in Qatar lo scorso mese, sono andate molto bene per noi, abbiamo raggiunto sia un buon assetto da gara, che trovato una soluzione soddisfacente per le gomme; questo mi rende fiducioso che riusciremo a fare una buona prestazione. Nonostante un anno di assenza dal MotoGP, sono subito riuscito a raggiungere un buon feeling con la mia Ducati GP7 già dalle prime uscite nei test invernali e questo anche grazie al grande potenziale a nostra disposizione. La mia motivazione è molto alta e non vedo l'ora di gettarmi nuovamente nella mischia!"

    Alex Hofmann (Ducati). "Sono pronto e ho molta voglia di scendere in pista! E' importante fare bene già dalla prima gara! Abbiamo una buona base di partenza grazie alle informazioni ottenute durante i test dello scorso mese proprio su questo circuito. La pista non è veloce e ci sono tanti scambi di direzione, per cui è importante avere una moto agile e ben bilanciata. Questo tracciato mi piace molto ed è adatto al nostro tipo di gomme; spero davvero di fare bene e di ottenere ottimi risultati. Quest'anno è importante per me, grazie al materiale a disposizione possiamo essere molto competitivi, voglio fare del mio meglio e dimenticare il passato!"
  5. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4553028
    Appuntamenti in TV:

    10/3/2007
    09.45 Italia1 Motomondiale 2007 Gp Qatar Gara 125
    11.15 Italia1 Motomondiale 2007 Gp Qatar Gara 250
    12.25 Italia1 Motomondiale 2007 Gp Qatar Gara MotoGP


    sono indicate le ore, in Italia :cool:
  6. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4553032
  7. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4553033
    Faubel sotto la bandiera a scacchi
    GP del Qatar : 125cc - La corsa


    Hector Faubel si è aggiudicato il primo Gran Premio della stagione sul circuito di Losail dopo una dimostrazione di forza del team Bancaja Aspar Aprilia.

    Lo spagnolo, secondo in griglia dietro il compagno di squadra Gabor Talmacsi, ha completato il primo giro in testa ed in seguito ha imposto un ritmo scatenato per creare un gap sugli inseguitori. La strategia ha funzionato, Faubel è infatti riuscito a guadagnare circa due secondi prima che Talmacsi si lanciasse al suo inseguimento.

    Sono serviti una decina di giri all'ungherese, dominatore di tutto il weekend, per riprendere il fuggitivo e passarlo al 13° giro. Hector ha a quel punto seguito Gabor come un'ombra. Tornato in vetta al 16° passaggio, Faubel ha costretto il compagno a ripassarlo all'inizio dell'ultimo giro, deciso di sfruttare la sua scia sulla linea d'arrivo.

    Il piano ha funzionato alla perfezione perché Faubel ha conquistato la vittoria sotto la bandiera a scacchi. Talmacsi si è certamente ricordato della manovra in quanto si era imposto in Qatar nel 2005 nello stesso modo.

    I pretendenti al terzo gradino del podio erano diversi all'inizio della prova, ma sono stati eliminati nel corso della gara da problemi meccanici.
    Sergio Gadea e Mattia Pasini hanno abbandonato al 14° e 16° giro rispettivamente, lasciando via libera a Lukas Pesek e Raffaele de Rosa. I due non si sono lasciati fino alla fine ed il ceco, più esperto, ha offerto alla Derbi il primo podio dell'anno.

    Quarto, l'italiano De Rosa segna il miglior risultato della sua carriera. Simone Corsi è giunto quinto davanti a Koyama, Pol Espargaro, Esteve Rabat e Pablo Nieto.

    ---------
    Risultati completi gara classe

    1 H. Faubel (ESP) Bancaja 0:00.000
    2 G. Talmacsi (HUN) Bancaja 00:00.073
    3 L. Pesek (CZE) HONDA 00:17.499
    4 R. De Rosa (ITA) Aprilia 00:17.754
    5 S. Corsi (ITA) Aprilia 00:25.642
    6 T. Koyama (JPN) KTM 00:25.877
    7 P. Espargaro (ESP) Belson 00:28.437
    8 E. Rabat (ESP) Repsol 00:28.527
    9 P. Nieto (ESP) Blusens Aprilia 00:28.708
    10 A. Masbou (FRA) Honda 00:33.669
    11 J. Olive (ESP) Polaris 00:40.665
    12 B. Smith (ENG) Repsol 00:40.679
    13 M. Ranseder (AUT) Ajo Motorsport 00:40.915
    14 M. Di Meglio (FRA) Humangest 00:41.671
    15 A. Iannone (ITA) Aprilia 00:41.764
    16 38 SMITH HONDA 1 lap(s)
    17 6 OLIVE APRILIA 1 lap(s)
    18 60 RANSEDER DERBI 1 lap(s)
    19 63 DI MEGLIO HONDA 1 lap(s)
    20 29 IANNONE APRILIA 1 lap(s)
    21 11 CORTESE APRILIA 1 lap(s)
    22 8 ZANETTI APRILIA 1 lap(s)
    23 18 TEROL DERBI 1 lap(s)
    24 34 KRUMMENACHER KTM 1 lap(s)
    25 99 WEBB HONDA 2 lap(s)
    26 75 PASINI APRILIA 2 lap(s)
    27 27 BIANCO APRILIA 3 lap(s)
    28 33 GADEA APRILIA 5 lap(s)
    29 53 GROTZKYJ APRILIA 10 lap(s)
    30 15 SANDI APRILIA 13 lap(s)
    31 95 MURESAN DERBI 14 lap(s)
  8. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4553034
    Lorenzo grande mattatore a Losail
    GP del Qatar : 250cc La corsa


    Jorge Lorenzo ha iniziato nel migliore dei modi la difesa del suo titolo mondiale conquistato l'anno scorso. Lo spagnolo si è infatti imposto da dominatore sul circuito di Losail, grazie ad un'Aprilia ultra competitiva, dopo aver permesso a Thomas Luthi di mettersi in evidenza nei primi metri di gara al debutto nelle quarto di litro.

    Andrea Dovizioso e Thomas Luthi hanno cercato di seguire il ritmo di Lorenzo, ma hanno dovuto cedere entrambi. Non volendo far scappare Lorenzo, Hector Barbera è passato all'offensiva installandosi in quarta posizione a partire dal quarto giro.

    In seguito è stato Alex De Angelis ad alzare il ritmo riportandosi sul duo Luthi-Dovizioso. Il sammarinese li ha raggiunti a metà gara e gli sono serviti pochi giri per passare i due avversari ed in seguito scalzare Barbera dal secondo posto.

    A quel punto il pilota Aspar Aprilia aveva ancora sei tornate a disposizione per tornare sui leader, ma a parità di mezzo, Alex è riuscito a recuperare solo qualche decimo e si è accontentato di un bel secondo posto. Barbera ha dovuto resistere agli assalti di Luthi, lo svizzero alla fine è giunto quarto, impressionando tutti al debutto nella categoria.

    La gara non è stata invece favorevole ad Andrea Dovizioso, il pilota Honda è stato impotente contro le Aprilia.
    L'italiano ha mollato negli ultimi giri tagliando il traguardo in quinta posizione davanti alla Gilera di Roberto Locatelli. Seguono Takahashi, Simon, Simoncelli e Shuhei Aoyama.

    Da segnalare che Mika Kallio ha abbandonato al 19° giro per un problema meccanico mentre occupava il settimo rango. Il compagno di squadra Hiroshi Aoyama è caduto, come anche Alvaro Bautista e Karel Abraham.


    ---------------------
    Risultati completi gara classe

    Pilota Tempo
    1 J. Lorenzo (ESP) Spain's No1 00:00.000
    2 A. De Angelis (SMR) Aprilia 00:01.124
    3 H. Barberá (ESP) Aprilia 00:02.911
    4 T. Lüthi (SUI) Honda 00:03.234
    5 A. Dovizioso (ITA) Honda 00:12.698
    6 R. Locatelli (ITA) Gilera 00:21.568
    7 Y. Takahashi (JPN) Honda 00:31.540
    8 J. Simon (ESP) Honda 00:40.467
    9 M. Simoncelli (ITA) Gilera 00:46.192
    10 S. Aoyama (JPN) Honda 00:58.678
    11 A. Espargaro (ESP) Blusens Aprilia 01:02.762
    12 F. Lai (ITA) Aprilia 01:07.715
    13 A. West (AUS) Team Sicilia 01:10.622
    14 R. Wilairot (THA) Thai Honda 01:11.594
    15 D. Heidolf (GER) Honda 01:12.499
    16 J. Cluzel (FRA) Honda 01:23.751
    17 A. Baldolini (ITA) Honda 01:33.143
    18 E. Laverty (IRL) Honda LCR 01:38.458
    19 I. Toth (HUN) Aprilia 01:38.548
  9. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4553035
  10. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4553036

  Motomondiale 2007: Gp Qatar (qualifiche e gara)

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina