1. Tombraiderettista.  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4555081
    Gli attori dei film di TR continuano a far parlare di sè: dopo aver seguito Daniel Craig da TR movie a 007, ora è la volta di Gerard Butler con 300 :D





    Sabato, finché guardavo il MotoGP su Italia uno, hanno mostrato per due pubblicità consecutive il trailer di "300": al primo colpo mi hanno conquistato le scene, le riprese, la fotografia, l'eleganza dei combattimenti, le inquadrature dinamiche, ma al quarto primo piano del furente Re Leonida l'ho riconosciuto: è Gerard Butler :D , il Terry Sheridan del film di Tomb Raider 2 :D (con qualche muscolo in più, ok :rolleyes: )







    Il 23 marzo esce nelle sale italiane "300", il film tratto dal fumetto realizzato da Franck Miller (già autore di Sin City) che tra mitologia, azione e fantasy, narra la storia dei 300 guerrieri spartani, guidati dal Re Leonida I, che cercarono di sconfiggere nella battaglia delle Termopili (480 a.C.) un milione di guerrieri persiani a cui era a capo Serse.





    Gli effetti speciali e dalle ricostruzioni immaginarie di luoghi e personaggi pseudo-storico/leggendari, sono ripresi quasi totalmente dal fumetto di Miller, sui siti ufficiali ed in giro per la rete ci sono degli speciali "dietro le quinte" che fanno solo intuire il gran lavoro che c'è stato per la realizzazione del film.




    Admin TRVG - Staff [COLOR=royalblue]ASPIDETR.com[/COLOR] TRLE World - TR-A fan - Spring Demo 2.0 - tombraidercast.net - Staff ANVI smauILP 02/03 - NGI.lan 04 - socio A.A.K.I. - getfirefox.com
  2. Tombraiderettista.  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4555082
    Storia

    Nel 480 a.C. il re persiano Serse decide di invadere la Grecia riprendendo la guerra iniziata da suo padre Dario I. Per bloccare l'avanzata dell'esercito di Serse, le città greche formano un'alleanza guidata dal re spartano Leonida. L'intera guardia del corpo del re, composta da 300 opliti, viene inviata a difendere il passo montuoso delle Termopili per permettere al resto dell'esercito greco di organizzarsi per il confronto con il nemico. La loro resistenza fu strenua ed eroica fino al totale sacrificio.







    Cast:
    Gerard Butler, Lena Headey, David Wenham, Dominic West, Vincent Regan, Rodrigo Santoro, Andrew Tiernan, Andrew Pleavin

    Regia:
    Zack Snyder

    Sceneggiatura:
    Zack Snyder, Michael Gordon




    Trailer:


    in italiano (in bassa qualità)
    in inglese (alta qualità)


    Links:

    sito ufficiale italiano (bellissima la sezione making of :D )
    sito ufficiale

    Leonida I (wikipedia)

    Battaglia delle Termopili (wikipedia)
    Admin TRVG - Staff [COLOR=royalblue]ASPIDETR.com[/COLOR] TRLE World - TR-A fan - Spring Demo 2.0 - tombraidercast.net - Staff ANVI smauILP 02/03 - NGI.lan 04 - socio A.A.K.I. - getfirefox.com
  3. Tombraiderettista.  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4555083
    Questa è una bella recensione del fumetto di Frank Miller e Lynn Varley - "300" :)
    (Play Press, Novembre 1999, 31x24,5, colore, cartonato, 90 pagine)

      L'onore. Il dovere. La gloria. Il combattimento e la vittoria. I rossi intensi dei mantelli, i marroni e gli ocra; i volti squadrati in egual misura dal sole, dalla fatica e dal segno Milleriano. Un racconto duro, teso, senza inflessioni, diretto come un pugno. Una narrazione serrata ed intensa che ben si adatta all'epica militaresca senza pietà, che costituì la grandezza di Sparta, luogo del dovere kantiano, dove la legge è suprema ad ogni cosa e ad ognuno.

      "Marciamo dall'amata Licaonia, alla sacra Sparta marciamo" inizia con tono epico il racconto. "Per l'onore, per la gloria marciamo". Siamo nel 480 a.C. e un manipolo d'eroi marcia verso il nemico persiano pronto a sottomettere la Grecia, terra di libertà e ragione. I guerrieri sono i terribili spartani, l'altra faccia della Grecia, il popolo dorico. La narrazione esplora l'addestramento del buon guerriero, narra la storia di un ragazzo che fornito solo d'arguzia e un misto di paura e coraggio, sopravvissuto alla durezza degli eventi: intirizzito, affamato, lontano dai luoghi conosciuti uccide, praticamente a mani nude, un lupo che l'aveva designato come pranzo o cena. È questo il racconto, di cui si fa memoria intorno al fuoco, che stimola eroiche imprese, che diviene la chiave di letture della "spartanità". È la storia dell'uomo che parte ragazzo e torna re: il re Leonida. Sono gli occhi melanconici del ragazzo che guidano il cuore dell'impavido re.

      Dopo la chiave di lettura torniamo agli eventi. Serse vuole piegare l'onore di Sparta: l'imperialismo contro la cocciuta epica guerresca, contro l'onore, contro la forza virile, la consapevolezza altera della propria diversità magnificamente espressa dalla sequenza racchiusa in unica vignetta che, seguendo le impronte dell'italico stile teatrale di De Luca, mostra il re mentre uccide il messaggero gettandolo nella cisterna.
      Leonida, il re spartano, conduce trecento valorosi, un nulla di fronte all'esercito persiano ma non è il numero che fa la differenza, lo fanno la determinazione, la superiorità tattica, la conformazione del territorio conosciuta e sfruttata. Quasi un trattato di strategia militare cui Miller attinge a piene mani per narrare una vicenda storica densa d'insegnamenti: dal contrasto dell'imperialismo allo scontro tra ragione e fideismo. È nelle pieghe di queste vicende che Miller regala vere e proprie perle narrative come nello scontro tra il re Leonida e i sacerdoti (che Leonida chiama porci innati, vecchi mistici malati) dove Miller visualizza la ragione che intuisce la scelleratezza di una religione costruita, malsanamente elitaria. Immagine che si concentra nell'oracolo in trance splendidamente tratteggiato dai bianchi e neri di Miller che inseguono l'incisione, la xilografia appena addolciti dal colore e il retino.
      Un bel fumetto, un'avvincente romanzo grafico che si dipana in una composizione di tavole vivaci, in un uso creativo dell'inquadratura: zoomate in avanti, precisi salti di campi e piani secondo le migliori regole cinematografiche.

      Il tutto ben contrappuntato dal colore e da silhouette estreme dal grande potere narrativo. I toni seppia dei combattenti schierati, rossi e marroni malati come la luce fioca e irreale della battaglia, del sangue, dello spasmo. Narrazione ed evocazione che s'intrecciano in figure che escono dall'ombra delle tavole, dove il nero è una porta aperta sul nulla, una fessura che mostra la scena.

      Intense sono anche le scene corali di battaglia e della tempesta, dove gli agenti atmosferici mostrano il cuore dell'uomo e i suoi tumulti.
      Un lavoro che lascia ammirati quello di Miller sia dal punto di vista grafico che narrativo testimoniando un'evoluzione di stile e un profondo lavoro di scavo che sviluppa intuizioni del patrimonio milleriano, come la dissoluzione delle vignette in un quadro unico quasi teatrale, dove il movimento è frammentato in fotogrammi rappresentati. Immagini che si stilizzano come antiche decorazioni d'anfora o parete.
      Un volume da leggere e rileggere, lasciandosi affascinare dalla storia e dal tratto e dagli insegnamenti sottesi, che sfuggono al bolso didascalismo pur aiutando a riflettere.

      Nessuna pietà, nessun prigioniero. Il tentativo e la lusinga del potere ("Sarai generale" viene solleticato Leonida "di tutta la Grecia"): ma si può tradire la fierezza? Eppure sarà la fierezza spartana nelle spoglie di un deforme a capitolare. Un ramingo dell'orgoglio spartano diviene la tomba di Leonida e dei suoi, del re dallo sguardo di ragazzo triste con gli occhi sotto elmo. La tristezza di chi non può ribellarsi al suo destino: uno spartano non si arrende mai!

      "Se un uomo libero passerà di qui, nei secoli a venire, possa ascoltare le nostre voci provenire dalle antiche pietre. Passante, dagli spartani, che qui giacciono per la legge di Sparta". Il tempo ha poi dato tributo ai trecento e ogni greco libero ha diffuso la notizia che l'impavido Leonida e i suoi trecento hanno sacrificato la vita non solo per Sparta ma per tutta la Grecia e il suo futuro. Restano gli occhi tristi di un ragazzo perso tra la fierezza e la guerra. Si renda omaggio ai trecento si riparta con l'urlo di guerra che sale da tutta la Grecia, negli anni a venire, contro l'imperialismo persiano.
    Admin TRVG - Staff [COLOR=royalblue]ASPIDETR.com[/COLOR] TRLE World - TR-A fan - Spring Demo 2.0 - tombraidercast.net - Staff ANVI smauILP 02/03 - NGI.lan 04 - socio A.A.K.I. - getfirefox.com
  4. Alle stelle  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4555084
    Originally posted by Blu
    "Se un uomo libero passerà di qui, nei secoli a venire, possa ascoltare le nostre voci provenire dalle antiche pietre. Passante, dagli spartani, che qui giacciono per la legge di Sparta".



    Una citazione bellissima che rende giustizia ad un episodio eroico .

    Senza dubbio vedrò con piacere queata riedizione . E la commenteremo come merita.

    Per ora un sentito ringraziamento all'amica Blu per questa graditissima segnalazione. :approved:
    Admin Tomb Raider Sito uff.le TR VDG
    Le soluzioni di TR LEGEND e ANNIVERSARY sul Sito uff.le Tombraider Betatester ufficiale TR-A & Spring
  5. Tombraiderettista.  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4555086
    Originally posted by psiko
    .. come hai fatto Blu a riconoscere Gerard? :D ..

    Da occhi-sguardo :D :approved: (anche se qui è molto più carismatico); la somiglianza fra film e fumetto è sorprendente, per taglio di immagini e colori.. staremo a vedere :)
    Admin TRVG - Staff [COLOR=royalblue]ASPIDETR.com[/COLOR] TRLE World - TR-A fan - Spring Demo 2.0 - tombraidercast.net - Staff ANVI smauILP 02/03 - NGI.lan 04 - socio A.A.K.I. - getfirefox.com

  [Movie] 300

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina