1. I'm only happy when it rains  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4555135
    Diavolo di un Canas, Federer k.o.
    A Indian Wells l'argentino, entrato in tabellone come lucky loser, ferma a 41 la striscia vincente del numero uno mondiale. "Mi spiace - dice lo sconfitto - puntavo almeno al record di Vilas"

    MILANO, 12 marzo 2007 - Chi riponeva in Roger Federer la speranza di far chiarezza, una volta per tutte, sul record d'imbattibilità che alcuni, tra cui noi, attribuiscono a Bjorn Borg (49 partite di fila senza sconfitte) e altri a Guillermo Vilas (46 vittorie di fila), è andato deluso perchè questa notte il numero uno del mondo è stato battuto nel secondo turno del Masters Series di Indian Wells da Guillermo Canas, che ha fermato la striscia dello svizzero a quota 41 successi consecutivi. L'argentino, che era entrato in tabellone come lucky loser (n° 60 del mondo) poichè sconfitto nell'ultimo turno delle qualificazioni dal tedesco Alexander Waske, è riuscito a piegare, nel vero senso della parola, re Federer superato nettamente per 7-5 6-2.
    Canas ha giocato la partita della vita, sfruttando tutte le occasione che lo svizzero gli ha concesso senza mai commettere il mio errore. Canas è il primo lucky loser capace di battere il numero 1 del mondo dai tempi di Sandon Stolle, che superò Thomas Muster a Dubai nel 1996. L'argentino, che ha compiuto 29 anni lo scorso 25 novembre, ha strappato la battuta a Federer 4 volte (2 volte a set) aggredendo il rivale con la risposta al servizio. Federer ha vinto appena il 68% dei punti sulla prima e solo il 36% sulla seconda. Canas è tornato alle gare lo scorso settembre dopo una squalifica di 15 mesi per uso di sostanze proibite. Aveva perduto con Federer due anni fa proprio a Indian Wells (6-3 6-1 in semifinale) ma aveva battuto lo svizzero nell'Open del Canada del 2002 (7-6 7-5), torneo che poi aveva vinto (l'unico Masters Series conquistato in carriera).
    "E' il primo torneo importante - ha commentato raggiante al termine del match - in quasi due anni, ho battuto il numero 1 del mondo, ha giocato bene, non so proprio cosa volere di piu'. E' il massimo per uno come me che si è fissato di raggiungere, entro la fine dell'anno, i primi 20 giocatori del mondo". Canas, che quest'anno ha vinto 17 dei 20 match disputati, aveva conquistato il suo settimo titolo Atp a febbraio battendo lo spagnolo Juan Carlos Ferrero nella finale del torneo brasiliano di Costa Do Sauipe. "Lui ha giocato molto bene, io invece - ha dichiarato Federer al termine del match - ho mancato le mie chances e se non sfrutti le occasioni alla fine perdi. Non ho mai pensato oggi di non essere in palla ma piuttosto che lui stava giocando ad un ottimo livello. A essere onesti mi dispiace non essere arrivato almeno al record di Vilas (avrebbe dovuto giungere in finale, ndr). Non credo sia stata la pressione di dover vincere a tutti i costi perchè penso sempre a ogni singolo match, non pensavo ad altro. Ma qualcosa non ha funzionato fin dall'inizio. Ho lottato punto su punto ma è stata molto dura. Esordire in un torneo è sempre complicato e spesso nasconde insidie non previste. Non perdevo al primo match da oltre due anni e quindi sono molto sorpreso. Ma prima o poi sapevo che sarebbe successo. Non è certo un problema."
    Canas è diventato l'undicesimo giocatore capace di battere Roger Federer da quando lo svizzero è diventato numero uno del mondo. Prima di lui c'erano riuscito Thomas Bedych, Albert Costa, Richard Gasquet, Tim Henman, Dominik Hrbaty, Gustavo Kuerten, Andy Murray, Rafael Nadal (6 volte), David Nalbandian e Marat Safin. Federer non perdeva al primo turno da Cincinnati 2004 (battuto da Hrbaty). Borg e Vilas sono salvi.
    Comincio a credere che non conta quanto tu ami qualcuno: forse quello che conta è quello che riesci a essere quando sei con qualcuno.

  Il re si inchina.....

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina