1. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4555880
    DELITTO FALCIDIA: ARRESTATO IL MARITO DOPO 13 ANNI


    CATANIA - Arriva dopo 13 anni, per la Procura di Catania, la soluzione al "giallo" dell'uccisione di Antonella Falcidia, il medico docente universitario assassinata con 23 colpi di coltello nella sua abitazione a Catania la sera del 4 dicembre del 1993. Per quel delitto è stato infatti arrestato il marito della vittima, Vincenzo Morici, medico come la moglie, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dal Gip Santino Mirabella.

    Lo spunto per la riapertura delle indagini giunse quasi per caso quando lo scorso anno un sostituto procuratore vide una trasmissione televisiva e lesse un libro "giallo" dello scrittore Carlo Lucarelli su omicidi famosi insoluti traendo elementi da sviluppare con una nuova inchiesta con metodi scientifici nuovi. Per questo il procuratore aggiunto Renato Papa e i sostituti Salvatore Faro e Andrea Ursino nel febbraio del 2006 aprono un nuovo fascicolo, attribuendo una consulenza al criminologo Bruno e affidando le indagini ai carabinieri del reparto operativo di Catania e a quelli del Ris di Messina.

    Il 22 marzo dello scorso anno gli investigatori effettuarono un nuovo sopralluogo nella casa del delitto, in via Rosso di San Secondo. Un'ispezione accurata, durata tre ore, con foto e filmati per verificare dinamiche e tempi. Non fu compiuta alcuna "campionatura" ma dalla Procura si dissero "soddisfatti dall'esito del sopralluogo" dalla cui esecuzione sarebbero stati elementi utili all'arresto del dottor Morici.

    Antonella Falcidia fu assassinata, il 4 dicembre del 1993, con 23 colpi di arma da taglio nella sua casa a Catania. A trovare il cadavere della donna fu il marito, Vincenzo Morici. Il corpo si trovava nel salotto della casa e la porta d'ingresso, blindata e chiusa, non presentava segni d'effrazione, così come le finestre. Antonella Falcidia e Vincenzo Morici si erano conosciuti, da studenti, nella facoltà catanese di medicina e chirurgia dell'università e si erano sposati dopo essersi laureati. Dal matrimonio era nato un figlio, Riccardo, che all'epoca dell'assassinio aveva 18 anni. Nella mano destra della vittima vennero trovati capelli lunghi e ricoperti da una tintura bionda; su un tappeto dell'abitazione, invece, fu rinvenuta un'impronta di scarpa lasciata con il sangue.


    Incredibile. Sarà vero? :eek:
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  2.     Mi trovi su: Homepage #4555882
    Solo questo e' un GRANDE, pero' alla Tv han detto che il merito e' della fiction R.I.S. ...
    chi ha un' idea GIUSTA, e' un FOLLE, finche' tutti non capiscono che e' GIUSTA, poi diventa un GENIO, ma lui lo sapeva fin dall' inizio di esserlo, per cui ...

    Bresciani si NASCE, smerdostrisciati SI DIVENTA : c'e' una bella differenza, poveretti

  Grazie a Carlo Lucarelli...

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina