1.     Mi trovi su: Homepage #4556990
    - La settimana appena trascorsa è stata a dir poco movimentata per il mercato di tutte le squadre: in questi ultimi giorni tantissime trattative sono state intavolate e la nostra sensazione è quella che sia già partito, con mesi di anticipo, la campagna acquisti estiva.
    La voce più importante è stata quella che ha coinvolto Ronaldinho e il Milan: addirittura alcune testate hanno dato per quasi sicuro il trasferimento della stella blaugrana a Milano, sponda rossonera. Il vice-presidente del Barça s'è subito affrettato a smentire, ma la presenza del fratello di Dinho a Milanello (lui ha dichiarato "Sono qui solo per Oliveira") fa ben sperare i tifosi. Sicuramente sarebbe una trattativa difficile da impostare: per strappare via l'ex pallone d'oro dalla Spagna servirebbero tanti euro oppure qualche importante contropartita tecnica; dato che il Milan difficilmente potrebbe offrire giocatori in cambio, allora si capisce come in ballo rimangono gli euro che Berlusconi dovrebbe mettere su questo piatto della bilancia dorato. Ma attenzione all'alternativa, sempre brasiliana: si chiama Robinho. Il gioiellino del Real Madrid ha quasi dato un ultimato alla dirigenza delle merengues ("o io o Capello"), dichiarando anche un interesse nei suoi confronti della società rossonera, che pare risalga a gennaio. Il trio brasiliano voluto fortemente dal presidente Ro-Ka-Ro, potrebbe avere un altro terminale offensivo...Robinho. Tutto dipenderà anche da chi siederà sulla panchina rossonera la prossima stagione: il ciclo di Carlo Ancelotti sembra essere terminato; la sconfitta nel derby pare aver allontanato i destini di Milan e il suo attuale allenatore. Ovviamente l'alternativa più "calda" è quella di Marcello Lippi, molto stimato da Galliani e soci. Ma pronta anche la candidatura di Rijkaard, se il Barcellona dovesse fallire anche l'obiettivo-Liga.

    Passiamo alla Juventus: è stata la settimana dell'aumento di capitale; ora tutti, tifosi e giocatori si domandano: cosa succederà? Ovviamente sarà difficile costruire da subito una squadra competitiva per lottare per lo scudetto, ma i piani di Cobolli Gigli e i suoi dirigenti parlano di una Juve dalle grandi prospettive di crescita. Quasi scontati gli addii di Camoranesi e Trezeguet, resta ancora in bilico la questione Buffon: dopo il rinnovo di Dida al Milan e le dichiarazioni di Paolillo, a.d. dell'Inter, sulla totale fiducia a Julio Cesar, sembra che il destino del portierone sia ancora dipinto di bianconero. Però fino alla fine della stagione tutto può cambiare e in Italia l'unica destinazione ancora aperta che ci sentiamo di non escludere è proprio quella nerazzurra, nonostante le dichiarazioni di piena affidabilità di Julio Cesar: perchè per Moratti prendere Buffon sarebbe un grandissimo colpo per rinforzare ulteriormente con un fuoriclasse tra i pali la sua corazzata attuale. Per quanto riguarda gli acquisti estivi della Signora, tiene banco il nome del centravanti: Pizarro del Bayern è stato bocciato dagli osservatori bianconeri e Secco farà di tutto per portare Luca Toni in bianconero, anche alla luce delle dichiarazioni di "non incedibilità" da parte di Della Valle. La carta da utilizzare è il ritorno di Bojinov in viola, assieme all'aiuto per arrivare a Rolando Bianchi, un degno sostituto del bomber fiorentino. Sta nascendo in queste ore anche l'idea Muntari, ma qui c'è la forte concorrenza di alcune squadre inglesi e dell'Inter; a centrocampo il sostituto di Camoranesi probabilmente sarà "creato" in casa: Marchionni e Palladino sono pronti a confermarsi ad alti livelli. In difesa molto seguito Barzagli, ormai in procinto di trasferirsi a Torino la prossima stagione. Attenzione alla clamorosa voce su Lampard: la Juve è a Londra probabilmente per capire la situazione dell'ottimo centrocampista del Chelsea; per le norme Fifa potrebbe svincolarsi un anno prima del termine del suo contratto per soli 11,5 milioni di euro.

    Capitolo Inter: Mancini rinnoverà fra qualche giorno e questo è un segnale che nessuna rivoluzione verrà fatta nell'organico nerazzurro, anche perchè non ce ne sarebbero i motivi. Si andrà a puntellare questa squadra già molto forte con innesti giovani e che possano dare ricambio ai titolari; ecco perchè la dirigenza segue attentamente Palombo della Samp, giovane centrocampista in grado di ricoprire un pò tutti i ruoli di "difesa" del centrocampo, come anche Almiron, l'argentino dell'Empoli. Nonostante le squalifiche inflitte dalla Uefa per la rissa a Valencia, in difesa non ci dovrebbero essere grandi colpi: si darà molto spazio a Samuel e Andreolli; se il giovane interista verrà ceduto in prestito si cercherà sul mercato una valida alternativa agli squalificati Maicon, Burdisso e Cordoba. Ma l'obiettivo principale della campagna acquisti nerazzurra sarà un centravanti: Adriano anche per questa stagione non ha convinto, Crespo è richiestissimo dal Chelsea, Recoba vorrebbe cambiare aria. Solo Cruz e Ibra sembrano confermati al 100%. Si vorrebbe affiancare allo svedese una punta in grado di mandare in visibilio la tifoseria: i nomi sarebbero quelli di Henry e Messi. Il francese, che salterà tutto il finale di stagione per infortunio, non è più inamovibile negli schemi di Wenger, che quest'anno ha fatto più volte a meno di lui, ed è l'alternativa più avvicinabile: si muoverebbe da Londra non per una cifra astronomica; se poi l'Inter aggiungesse una contropartita tecnica, Wenger potrebbe cedere alle lusinghe nerazzurre per il suo capitano. Questo è anche quello che afferma il Daily Mirror, quindi vuol dire che tutta questa situazione è più di una voce. L'attacco Ibra-Henry soddisferebbe appieno le esigenze di tutti i piani alti nerazzurri, da Moratti a Mancini e l'effetto sui tifosi sarebbe enorme. Stesse impressioni su Messi, ma qui le cose si complicano: è molto difficile strappar via il gioiellino argentino di casa Barça; è molto giovane, ha una clausola di rescissione impressionante ed è molto amato in Catalogna. Solo davanti ad un'offerta quasi assurda i dirigenti blaugrana potrebbero abdicare: Adriano come contropartita tecnica è una buona base di partenza, ma accanto al brasiliano bisogna aggiungere molti euro o altri giocatori importanti. Ma la passione di Moratti per il talento numero 19 è ormai nota e sembra pari a quella che il presidente aveva circa 10 anni fa per un altro attaccante del Barcellona, che alla fine vestì proprio la casacca nerazzurra...e Buffon? Abbiamo già parlato precedentemente della possibilità di vederlo all'Inter, ma il portiere azzurro non sembra più una priorità come qualche tempo fa. Ovviamente le sorprese anche in questo caso non mancheranno. Sulle fasce la squadra nerazzurra sembra molto coperta come poche volte è successo negli ultimi anni: Grosso, Maxwell, Maicon, il capitano Zanetti all'occorrenza, Burdisso, offrono ampie garanzie per il gioco sugli esterni. Resta aperta la questione sulla sostituzione di Figo: i nomi altisonanti di Cristiano Ronaldo e Lampard stanno perdendo peso a favore dell'acquisto di un grande centravanti, ma per l'anno del Centenario nerazzurro da Moratti ci si può aspettare di tutto.

    La Roma, come da sempre scriviamo, utilizzerà i propri fondi per riscattare i vari Vucinic, Tavano e Pizarro e per rinnovare i contratti a Mexes, Chivu e Mancini. Attenzione perchè su quest'ultimo è molto vivo l'interesse dell'Inter. Per gli acquisti occhio a Iaquinta e Di Natale dell'Udinese, Juan del Leverkusen e Mathieu, terzino sinistro del Tolosa. Nelle ultime ore si sta facendo calda la pista Cicinho, che potrebbe essere destinato ad ereditare la "fascia" di Cafu. Un nuovo pendolino alla Roma?
  2.     Mi trovi su: Homepage #4556991
    Originally posted by Zlatan 2
    Secco farà di tutto per portare Luca Toni in bianconero, anche alla luce delle dichiarazioni di "non incedibilità" da parte di Della Valle. La carta da utilizzare è il ritorno di Bojinov in viola, assieme all'aiuto per arrivare a Rolando Bianchi, un degno sostituto del bomber fiorentino.



    E che ci s'ha bisogno del loro aiuto per prendere Bianchi...? :confused:
    Vahia vai, grullerello :rolleyes:
  3. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage #4556992
    forse gli regalano una fiat per raggiungere il ritiro della fiorentina:asd: :asd:
    Superlega Serie A :cool:
    Campione Champions Superleague Apertura 2013/14 :cool:
    Campione Supercoppa Superleague Apertura 2013/14 :cool:

    di solito gli uomini quando sono tristi non fanno niente: si limitano a versare lacrime sulla propria situazione.Ma quando si arrabbiano, allora si danno da fare per cambiare le cose

  Tutto il mercato della settimana...

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina