1. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4559056
    Ben trovati, a tutti quanti, questo week-end seguiremo il Gp di Spagna che si Disputerà a a Jerez della Frontera...
    :cool: :)

    JEREZ

    Il tracciato spagnolo ospiterà il secondo appuntamento del Motomondiale 2007. Nella passata edizione pole e vittoria della MotoGP sono andati a Loris Capirossi. Scopri con noi i segreti della pista

    Il circuito di Jerez, situato a qualche chilometro dalla omonima città spagnola, ospiterà il primo appuntamento del Motomondiale 2006, il Gran Premio di Spagna. Creato nel 1985, il tracciato ha aperto le porte al campionato del mondo due anni dopo, in aprile, registrando subito il pubblico delle grandi occasioni. Sottoposta ad una prima serie di lavori nel 1992, con l'allungamento del tracciato a 4423 metri e l'aggiunta di cinque curve a sinistra, otto a destra ed un rettilineo, la pista è stata riasfaltata e dotata di infrastrutture più moderne nel 2005. Oggi può ospitare fino a 250mila spettatori, record di accoglienza dell'attuale calendario.

    Il tracciato, caratterizzato da due rettilinei piuttosto brevi, richiede una guida fluida e precisa: la moto pertanto deve un ottimo settaggio. Se le condizioni climatiche sono buone, i pneumatici devono garantire un buon grip anteriore. Fondamentale anche il controllo del pattinamento all'uscita delle curve lente.

    Il circuito e` stato costruito nel 1986 ed e` situato nel sud della Spagna in un piacevole paesaggio collinare. Puo` accogliere fino a 250.000 spettatori. La pista e` stata riasfaltata nel 2001 ed e` usata molto spesso durante l’anno dai team per effettuare test.


    DATI SUL CIRCUITO

    Anno di apertura: 1986
    Lunghezza: 4.423 m
    Lunghezza rettilineo piu` lungo: 600 m
    Curve a destra: 8
    Curve a sinistra: 5

    Gara MotoGP: 27 giri (119.421 km totali)
    Gara 250: 26 giri (114,998 km totali)
    Gara 125: 23 giri (101,729 km totali)


    TUTTO SULL'EDIZIONE 2006

    Gara MotoGP: 1) Loris Capirossi 2) Dani Pedrosa 3) Nicky Hayden
    Pole: 1'39"064 segnata da Loris Capirossi

    Gara 250: 1) Jorge Lorenzo 2) Alex De Angelis 3) Andrea Dovizioso
    Pole: 1'43"270 segnata da Jorge Lorenzo

    Gara 125: 1) Alvaro Bautista 2) Lukas Pesek 3) Mattia Pasini
    Pole: 1'46"937 segnata da Mattia Pasini


    :cool:
  2. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4559057
    Dati e curiosità

    100 - Il numero di GP trascorsi dall'ultima vittoria nella classe regina, in condizioni di asciutto, di una Suzuki.

    42 - Il numero di volte in cui il vincitore del titolo è salito sul podio della gara inaugurale di una stagione mondiale.

    33 - Gli anni senza una moto non giapponese sul gradino più alto del podio per almeno tre gare di fila nella classe regina. L'ultimo costruttore a riuscire nell'impresa fu MV Agusta nelle stagioni 1973/1974. Se Ducati vincesse a Jerez eguaglierebbe questo risultato.

    31 – In 31 delle 58 stagioni mondiali il pilota vincitore della prima gara della stagione si è aggiudicato il titolo di Campione del Mondo.

    5 – Il numero consecutivo di gare senza una vittoria di Valentino Rossi. Si tratta della sequenza più lunga per il pilota italiano dalla sua prima vittoria nella classe regina a Donington nel 2000.


    :cool:
  3. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4559058
    Voce ai protagonisti

    Valentino Rossi (Yamaha). "Penso che il Qatar abbia dimostrato che, anche se ci sono alcune aree in cui possiamo migliorare, la nostra moto va bene e non faremo gli stessi errori dell'anno scorso. Sono fiducioso per Jerez, penso che si adatti bene alla nostra moto, anche più del Qatar, e siamo andati molto bene nei test che abbiamo fatto qui. Sappiamo che ci manca un po' di potenza, ma credo che miglioreremo gara dopo gara. La Yamaha sta lavorando molto. Non ritengo che sarà un grosso problema a Jerez perché è un tipo di circuito diverso da quello del Qatar. Jerez è uno dei miei circuiti preferiti e qui ho fatto grandi gare in passato. Il Qatar era molto tranquillo e per me è stato un bene iniziare la stagione senza distrazioni, ma Jerez è sempre una grande festa con un'atmosfera fantastica e non vedo l'ora di scendere in pista, con la speranza di offrire ai fan un bello spettacolo. Penso che Pedrosa sarà molto veloce, come nel test, e mi aspetto una grande battaglia con lui nella sua gara di casa".

    Marco Melandri (Honda). "C'è tanta attesa per questa prima gara europea e lo spettacolo è assicurato. Jerez è una pista che mi piace molto perché è tecnica e completa. Per andare forte è necessario avere una moto ben bilanciata. La pista infatti è caratterizzata da lunghi curvoni dove devi avere un avantreno solido che ti dia molta fiducia. Non ci sono lunghi rettifili, come in Qatar, per noi è un vantaggio in questo momento. Mi sento bene e non vedo l'ora di scendere in pista. Abbiamo preparato bene questa gara durante i test invernali sia a livello di ciclistica che di scelta di gomme".

    Loris Capirossi (Ducati). "La caduta di Losail è ormai dietro alle spalle e non vedo l'ora di arrivare a Jerez. I test che abbiamo fatto il mese scorso sono stati molto importanti per renderci conto del pacchetto che abbiamo a disposizione, soprattutto perchè le prove che avevamo fatto in novembre non erano state del tutto positive. Con quello che abbiamo capito un mese fa speriamo di poter fare le scelte giuste per la gara. La GP7 a Jerez è più facile da guidare della GP6, più agile e più stabile in frenata e, da come si è visto nel 2006, dovrebbe essere adatta anche alle Bridgestone. E' un buon tracciato, bello dal punto di vista della guida e molto tecnico. Per essere veloce devi avere una moto ben bilanciata e un buon anteriore perché hai bisogno di confidenza per attaccare nelle curve più rapide".

    Casey Stoner (Ducati). "Dopo la vittoria andiamo a Jerez con un ottimo spirito. Sono contentissimo della squadra e di tutto quanto in generale; mi sento sempre meglio, mano a mano che mi abituo ai punti di forza della mia Ducati e delle Bridgestone. In Qatar è stato tutto perfetto, sono stato in grado di fare il mio passo durante tutta la gara, senza spingere mai troppo. A Jerez di solito vado discretamente bene, non ho mai fatto cose grandiose, ma staremo a vedere come andrà questa volta. E' un tracciato che, per la sua maggior parte, richiede una buona maneggevolezza, per poter entrare in curva velocemente e poter aprire subito il gas. C'è bisogno anche di una buona accelerazione. Un altro punto da tenere d'occhio è la prima curva, che a Jerez è sempre piuttosto insidiosa. L'atmosfera invece è fantastica, la puoi sentire mano a mano che il fine settimana va avanti anche se poi, quando si spegne il semaforo rosso, tutti i pensieri sono solo per la gara".
  4. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4559059
    Orari qualifiche:

    24/3/2007

    14.00 Italia1 Motomondiale 2007 GP Spagna Prove MotoGP
    15.10 Italia1 Motomondiale 2007 GP Spagna Prove 125
    15.25 Italia1 Motomondiale 2007 GP Spagna Prove 250


    ora italiana :cool:
  5. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4559063
  6. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4559064
    Pedrosa in pole esalta i tifosi di Jerez
    GP di Spagna : MotoGP - Qualifiche


    Siccome il nuovo regolamento gomme consente l'utilizzo di sole due specifiche ultra-morbide per le qualifiche, i piloti hanno atteso la fase finale prima di montarle. I primi ad accendere la lotta sono stati gli uomini della Kawasaki, i quali si sono installati al vertice ad una ventina di minuti dalla fine.

    Naturalmente questa situazione non poteva durare a lungo. Il primo a scalzare i Verdi dalla vetta è stato Casey Stoner, in sella alla sua Desmosedici, sempre velocissima e potentissima.

    In seguito sono stati Hopkins, Barros, Pedrosa e Hayden ad attaccare l'australiano, prima che Valentino Rossi emergesse in pole position, ma l'italiano è stato battuto qualche istante dopo dal compagno di squadra Colin Edwards, prima che Stoner replicasse a suo vantaggio.

    Rossi non ha ceduto e continuando a spingere si è migliorato di alcuni millesimi ripassando in testa. Ma in quel momento Dani Pedrosa, grazie ad un eccellente terzo parziale si è impadronito definitivamente della pole position, esaltando i numerosissimi tifosi spagnoli venuti ad acclamarlo.

    Le ultime battute della sessione sono state molto intense. Con un tentativo finale molto efficace Carlos Checa si è invitato in prima fila al fianco di Pedrosa e Rossi. Edwards è stato quindi respinto in seconda fila con Stoner e Hopkins.
    Nakano ha piazzato la sua Konica Minolta Honda in terza fila davanti alle due Honda Gresini di Elias e Melandri.

    Seguono Roberts Jr, il campione del mondo in carica Nicky Hayden, in difficoltà dall'inizio del weekend. L'americano si è dovuto accontentare dell'11° posto dietro Barros e Vermeulen. Olivier è in sesta fila con Makoto Tamada e Alex Hofmann. Sylvain Guintoli è ultimo, ma il francese è staccato di meno di due secondi dalla pole odierna.

    ----------------------------
    Risultati completi qualifiche classe MotoGp

    P. No. Piloti Scuderia Tempo Scarto
    01 26 PEDROSA HONDA REPSOL 1'39"402
    02 46 ROSSI YAMAHA FIAT 1'39"453 + 0'00"051
    03 7 CHECA HONDA LCR 1'39"460 + 0'00"058
    04 5 EDWARDS YAMAHA FIAT 1'39"486 + 0'00"084
    05 27 STONER DUCATI 1'39"524 + 0'00"122
    06 21 HOPKINS SUZUKI 1'39"625 + 0'00"223
    07 56 NAKANO HONDA KONICA MINOLTA 1'39"632 + 0'00"230
    08 24 ELIAS HONDA GRESINI 1'39"660 + 0'00"258
    09 33 MELANDRI HONDA GRESINI 1'39"722 + 0'00"320
    10 10 ROBERTS KR TEAM ROBERTS 1'39"727 + 0'00"325
    11 1 HAYDEN HONDA REPSOL 1'39"834 + 0'00"432
    12 14 DE PUNIET KAWASAKI 1'39"883 + 0'00"481
    13 4 BARROS DUCATI PRMAC D'ANTIN 1'40"196 + 0'00"794
    14 71 VERMEULEN SUZUKI 1'40"328 + 0'00"926
    15 65 CAPIROSSI DUCATI 1'40"391 + 0'00"989
    16 19 JACQUE KAWASAKI 1'40"405 + 0'01"003
    17 6 TAMADA YAMAHA TECH 3 1'40"617 + 0'01"215
    18 66 HOFMANN DUCATI PRMAC D'ANTIN 1'40"710 + 0'01"308
    19 64 AKIYOSHI SUZUKI 1'41"202 + 0'01"800
    20 50 GUINTOLI YAMAHA TECH 3 1'41"219 + 0'01"817
  7. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4559065
    Mattia Pasini si prende la pole di Jerez
    GP di Spagna : 125cc - Qualifiche 2


    Mattia Pasini (Polaris Wolrd) ha conquistato il diritto a partire dalla pole position domani sulla pista andalusa di Jerez de la Frontera per il Gran Premio bwin.com de España, seconda prova della stagione mondiale.

    Il pilota italiano ha fermato i cronometri su di un tempo di 1'47.245, lasciandosi alle spalle l'ungherese Gabor Talmacsi (Bancaja Aspar) che in mattinata gli aveva soffiato il miglior tempo all'ultimo giro nel corso della seconda sessione di prove libere.

    Con il terzo tempo Lukas Pesek (Valsir Seedorf Derbi) che precede ancora una Aprilia Bancaja Aspar, quella dello spagnolo Sergio Gadea. Hector Faubel (Bancaja Aspar) è autore del quinto tempo, davanti a Tomoyoshi Koyama (Red Bull KTM) e a Pol Epsargaro (Belson Campetelal Ra.cing) e a Simone Corsi (Skilled Racing). Nono tempo per Pablo Nieto (Blusens Aprilia) davanti a Simone Cortese (Emmi Caffe Latte).


    Cadute nel corso della sessione per Daniel Webb (Da Graaf GP) e Mike di Meglio (Scot Racing), per quet'ultimo è stato necessario fare ricorso al servizio medico.


    ------------------

    Risultati qualifiche classe 125

    P. No. Piloti Scuderia Tempo Scarto
    01 75 PASINI APRILIA 1'47"371
    02 14 TALMACSI APRILIA 1'47"483 + 0'00"112
    03 52 PESEK DERBI 1'47"485 + 0'00"114
    04 33 GADEA APRILIA 1'47"670 + 0'00"299
    05 55 FAUBEL APRILIA 1'47"727 + 0'00"356
    06 71 KOYAMA KTM 1'47"791 + 0'00"420
    07 44 ESPARGARO APRILIA 1'48"030 + 0'00"659
    08 24 CORSI APRILIA 1'48"115 + 0'00"744
    09 22 NIETO APRILIA 1'48"153 + 0'00"782
    10 11 CORTESE APRILIA 1'48"435 + 0'01"064
    11 38 SMITH HONDA 1'48"499 + 0'01"128
    12 35 DE ROSA APRILIA 1'48"642 + 0'01"271
    13 60 RANSEDER DERBI 1'48"831 + 0'01"460
    14 6 OLIVE APRILIA 1'48"943 + 0'01"572
    15 29 IANNONE APRILIA 1'49"007 + 0'01"636
    16 7 MASBOU HONDA 1'49"056 + 0'01"685
    17 8 ZANETTI APRILIA 1'49"316 + 0'01"945
    18 30 TUTUSAUS APRILIA 1'49"375 + 0'02"004
    19 12 RABAT HONDA 1'49"460 + 0'02"089
    20 63 DI MEGLIO HONDA 1'49"607 + 0'02"236
    21 15 SANDI APRILIA 1'49"793 + 0'02"422
    22 27 BIANCO APRILIA 1'49"914 + 0'02"543
    23 18 TEROL DERBI 1'50"026 + 0'02"655
    24 34 KRUMMENACHER KTM 1'50"269 + 0'02"898
    25 53 GROTZKYJ APRILIA 1'50"367 + 0'02"996
    26 51 BONSEY KTM 1'50"396 + 0'03"025
    27 56 VD BERG APRILIA 1'50"724 + 0'03"353
    28 76 MAESTRO HONDA 1'50"894 + 0'03"523
    29 95 MURESAN DERBI 1'50"905 + 0'03"534
    30 99 WEBB HONDA 1'51"046 + 0'03"675
    31 37 LITJENS HONDA 1'51"220 + 0'03"849
    32 13 LOMBARDI HONDA 1'51"230 + 0'03"859
    33 77 AEGERTER APRILIA 1'51"349 + 0'03"978
    34 78 SAEZ APRILIA 1'51"871 + 0'04"500
    35 20 TAMBURINI APRILIA 1'52"243 + 0'04"872
  8. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4559067
  9. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4559068
    Prima fila quasi tutta spagnola
    GP di Spagna : 250cc - Qualifiche 2

    e casalingo i piloti spagnoli della quarto di litro a Jerez, tre delle quattro piazze della prima fila vanno infatti a loro.

    La pole è del Campione del Mondo in carica, Jorge Lorenzo (Fortuna Aprilia) che precede l'ex compagno di squadra Hector Barbera (Team Toth) e la Honda Repsol di Jualian Simon. Quarto e ultimo pilota della prima fila è Andrea Dovizioso (Team Scot).

    Quinto tempo per Alvaro Bautista (Master MVA Aspar) davanti a Marco Simoncelli (Metis Gilera) davanti al compagno di squadra Roberto Locatelli. Shuehei Aoyama (Repsol Honda) ha l'ottavo tempo davanti ad Alex Debon (Aprilia Racing) e Thomas Lüthi (Emmi Caffe Latte).

    --------------------------------
    Risultati completi qualifiche classe 250

    Prova : 250
    P. No. Piloti Scuderia Tempo Scarto
    01 1 LORENZO APRILIA 1'43"099
    02 80 BARBERA APRILIA 1'43"383 + 0'00"284
    03 60 SIMON HONDA 1'43"707 + 0'00"608
    04 34 DOVIZIOSO HONDA 1'43"764 + 0'00"665
    05 19 BAUTISTA APRILIA 1'43"955 + 0'00"856
    06 58 SIMONCELLI GILERA 1'44"096 + 0'00"997
    07 15 LOCATELLI GILERA 1'44"116 + 0'01"017
    08 73 S.AOYAMA HONDA 1'44"174 + 0'01"075
    09 6 DEBON APRILIA 1'44"185 + 0'01"086
    10 12 LUTHI APRILIA 1'44"200 + 0'01"101
    11 36 KALLIO KTM 1'44"221 + 0'01"122
    12 32 LAI APRILIA 1'44"329 + 0'01"230
    13 3 DE ANGELIS APRILIA 1'44"358 + 0'01"259
    14 4 H.AOYAMA KTM 1'44"469 + 0'01"370
    15 55 TAKAHASHI HONDA 1'44"994 + 0'01"895
    16 14 WEST APRILIA 1'45"307 + 0'02"208
    17 41 ESPARGARO APRILIA 1'45"589 + 0'02"490
    18 28 HEIDOLF APRILIA 1'45"621 + 0'02"522
    19 8 WILAIROT HONDA 1'45"876 + 0'02"777
    20 31 MOLINA APRILIA 1'45"934 + 0'02"835
    21 10 TOTH APRILIA 1'46"268 + 0'03"169
    22 17 ABRAHAM APRILIA 1'46"542 + 0'03"443
    23 25 BALDOLINI APRILIA 1'47"030 + 0'03"931
    24 44 SEKIGUCHI APRILIA 1'47"239 + 0'04"140
    25 50 LAVERTY HONDA 1'47"280 + 0'04"181
    26 16 CLUZEL APRILIA 1'47"362 + 0'04"263
    27 9 TIZON APRILIA 1'47"545 + 0'04"446
    28 53 BARRAGAN HONDA 1'48"683 + 0'05"584
  10. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4559069
    La Ilmor lascia!
    Il team di Mario Ilien è costretto a ritirarsi dal Mondiale della MotoGP per mancanza di fondi. Jeremy McWilliams e Andrew Pitt a piedi

    La Ilmor ha già alzato bandiera bianca. Il team di Mario Ilien ha annunciato a sorpresa il suo ritiro dal Mondiale della MotoGP, inauguratosi lo scorso week-end in Qatar. Alla base della decisione evidenti problemi di copertura finanziaria: la squadra proseguirà comunque lo sviluppo del motore ma non è in grado al momento di garantire un suo ritornmo in pista.

    In base a quanto riportato su www.motogandprix.it Mario Ilien avrebbe dichiarato quanto segue alla rivista 'MotorCyclenews' nel corso di una telefonata. "Sono molto deluso. Ho sottovalutato quanto sia difficile trovare delle coperture finanziarie per questo progetto. Sapevo che sarebbe stato costoso e non sono sorpreso da certi punti di vista ma non credevo fisse così difficile trovare una copertura finanziaria adeguata. Eravamo sicuri di poter trovare una soluzione ma purtroppo non è andata così. Abbiamo anche pensato di ritirarci prima della prima gara ma c'era ancora qualche speranza. Abbiamo una copertura finanziaria che non ci permette di continuare; non andremo a Jerez, la Dorna è molto delusa ma ha capito la situazione rispettando la nostra decisione. Senza contributo finanziario è troppo difficile".

    Contattato in Spagna, dove sta insegnando in una scuola di corse, il britannico Jeremy McWilliams si è detto scosso per la notizia, ma confida che Mario (Ilien, ndr) possa risolvere la situazione. A piedi anche Andrew Pitt che sul circuito Losail è andato incontro ad un ritiro.
  11. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4559070
    Paura per Locatelli

    Ingrandisci il carattere Rimpicciolisci il testo Stampa questa storia Invia questo articolo ad un amico

    Il pilota della Gilera finisce dritto in rettilineo contro le recinzioni e viene trasportato subito all'ospedale di Cadice. Per il bergamasco una brutta frattura alla caviglia e un trauma cranico

    Roberto Locatelli è rimasto vittima di una brutta caduta questa mattina in occasione delle ultime libere della 250cc. Il pilota bergamasco ha avuto qualche problema con la sua Gilera su un tratto in rettilineo del tracciato spagnolo finendo dritto a più di 200 km/h contro le recinzioni a bordo pista. Subito soccorso, Locatelli è stato poi trasportato all'ospedale di Cadice per gli accertamenti del caso: secondo quanto anticipato dal medico sul circuito avrebbe riportato una brutta frattura alla caviglia, un profondo taglio al mento e un trauma cranico con tanto di perdita di conoscenza.

    Le prime notizie giunte dal centro medico sono confortanti. Il dottor Claudio Macchiagodena, medico ufficiale dell'organizzazione del GP di Spagna, ha spiegato che le condizioni del centauro sono stabili e che "Locatelli respira autonomamente senza problemi. Non sembrano esserci segnali di emorragie interne e non risultano, dopo i primi esami, sintomi di problemi neurologici. Certo bisognerà vedere il decorso delle prossime ore".

    "Voglio essere ottimista, anche se quella alla caviglia sinistra è una bruttissima frattura. In fondo è un problema secondario, perché è risolvibile in fase di ricostruzione. Il problema principale, invece, è Locatelli ha battuto violentemente la testa".

  Motomondiale: GP di Spagna (qualifiche e gara)

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina