1. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4561102
    Originally posted by carea
    Ma Janku cos'ha:confused: è infortunato?

    Su Fantacalcio 2000 è titolare ma sulla Gazza non è neanche in panca... temo... :buha: :buha: :buha:
    Dichiarazioni di Ancelotti dal sito del Milan:
    MILANELLO - Ecco le prime dichiarazioni di Carlo Ancelotti nel corso della conferenza stampa di oggi, giorno di vigilia di Roma-Milan nel centro sportivo rossonero di Carnago: "Inizia la fase cruciale della stagione, inizia con una partita molto difficile, contro un avversario molto temibile. Penso che la squadra sia ben preparata, pronta, non solo per affrontare questa partita ma tutte quelle che ci separano dalla fine della stagione. Ogni partita ha una sua storia, in tante partite abbiamo fatto gol, in altre meno. La difficoltà di domani è quella di affrontare una squadra che gioca molto bene, molto veloce. Quello è il problema. Della Roma si conoscono benissimo pregi e difetti: Totti è un punto di riferimento importante per loro e la marcatura stretta potrebbe limitarlo sul piano offensivo. Per la Roma Totti è un giocatore determinante, potessi lo toglierei alla Roma. Mancini? Si esprime nella maniera ideale nell'attuale sistema di gioco della Roma, nel Milan non troverebbe le stesse condizioni, noi giochiamo in maniera diversa. Non abbiamo ali come le ha la Roma, soprattutto senza Serginho".

    Ancora Carlo Ancelotti: "Io penso che abbiamo le possibilità per vincere contro qualsiasi squadra, a patto che la squadra stia bene e sia motivata e determinata. Penso che per la partita di domani sera queste componenti ci sono. Non sarà facile, ma ci proviamo. La Nazionale? I nostri non si sono stancati molto, dall'inizio contro la Scozia hanno giocato solo Oddo e Gattuso. Questo non è un fattore che inciderà sulla partita. Cinque attaccanti? Abbiamo degli indisponibili, per cui per arrivare a venti era importante portarli tutti anche se non potranno essere utilizzati tutti. Nesta? E' un rientro importante, lo abbiamo aspettato, ha recuperato completamente, si tratta di dare continuità alle sue partite, il suo recupero in questo momento della stagione è una cosa positiva".

    Gli altri temi: "Contro il Bayern ci saranno Ambrosini, Jankulovski e Serginho, da vedere Kaladze. Serginho ha un problema alla caviglia per il lavoro fatto questa settimana, mentre Ambrosini è tornato dalla Nazionale con un affaticamento muscolare, peccato perchè stava bene ma il suo è un problema giornaliero anche se senza di lui qualcosa cambia nella partita di Roma. Gattuso ha preso una botta e dal primo minuto è facile che possa giocare Gourcuff. Ronaldo? La sua condizione è nettamente migliorata negli ultimi quindici giorni, lui è più continuo negli allenamenti, a Roma potrà fare una partita con più continuità rispetto alle precedenti. Per noi inizia un ciclo di partite in cui per noi sono tutte importanti. Il quarto posto per noi è fondamentale, come lo è il fare bene in Coppa. Dobbiamo valutare partita per partita, adesso dobbiamo preparare bene la partita di domani. Roma è stimolante, è stimolante l'ambiente, è una partita d'alto livello fra squadre di valore, le uniche rimaste in Europa a rappresentare l'Italia. Mijatovic? Non ho sentito quello che ha detto su Kakà. Con Donadoni poi ci siamo sentiti, certo, ci sentiamo tutte le settimane. Il suo sfogo? Comprensibile".

    Ancora sulla Roma: "E' una squadra difficile da affrontare, molto dinamica e quando reisce ad esprimersi al meglio diventa davvero spettacolare. Dopo la sosta abbiamo una partita importante, va benissimo giocare a Roma, tastiamo subito il terreno. Anche senza Perrotta e Tonetto, la Roma ha un gioco ben definito e la sua identità non sarà intaccata. Quest'anno abbiamo sofferto con la roma ma in queste partite ci sono stati dei momenti in cui abbiamo fatto bene mettendo pressione sull'avversario. In quelle partite alcune cose le abbiamo fatte bene e da lì dobbiamo ripartire. Dobbiamo evitare di dare campo alla Roma, questa è una cosa da evitare assolutamente. Abbiamo bisogno di tutti, non solo di Ronaldo. Tutti devono sentirsi coinvolti, è stato un anno difficile ma abbiamo ancora la possibilità di farlo svoltare in un anno da ricordare. Il futuro del Milan è segnato e definito al di là dei risultati di questi ultimi due mesi. Partecipare alla Champions League dell'anno prossimo è fondamentale, ma il Milan non sparisce, rimane il Milan anche nella malaugurata ipotesi di non farcela. Faremo comunque di tutto, abbiamo due possibilità, vediamo. Tutti gli anni in questo momento ci si gioca parecchio".

    Le risposte sul Bayern: "Anche se mancheranno Kahn e Van Bommel, non cambierà nulla, il Bayern è una squadra di grande tradizione, contro la quale dovremo fare molta attenzione ai palloni alti".
    --------------------------------------------------------------------------------------------
    Tra gli altri riposerà Gattuso e vedremo in campo Brocchi e Ambrosini. In difesa si rivedrà Favalli al posto di Jankulovski, mentre i centrali saranno Simic e il ritrovato Nesta. Ci saranno sicuramente dei cambi in corsa, Gilardino e Oliveira su tutti.http://www.realsoccer.it/NotiziaInterna.php?table=HOMENEWS&recid=9956
    Mannaggia.Samuel squalificato,Janku a riposo e mi sa che devo schierare uno tra Adriano e Loria... :muhehe:
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  2. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage #4561103
    per me finirà 0-0:cool:
    Superlega Serie A :cool:
    Campione Champions Superleague Apertura 2013/14 :cool:
    Campione Supercoppa Superleague Apertura 2013/14 :cool:

    di solito gli uomini quando sono tristi non fanno niente: si limitano a versare lacrime sulla propria situazione.Ma quando si arrabbiano, allora si danno da fare per cambiare le cose
  3.     Mi trovi su: Homepage #4561107
    "Forte Roma, ma noi ci proviamo"

    Carlo Ancelotti sfida Spalletti prima della sbornia di Champions. "E' la squadra più difficile da affrontare, ma il Milan è pronto". Ambrosini ancora k.o. e il tecnico apre la strada al giovane Gourcuff


    MILANO, 30 marzo 2007 - Roma e Milan domani sera all'Olimpico si affrontano in stagione per la quarta volta. Decisamente favorevole ai giallorosso il bilancio. Ma la sfida di domani sera potrebbe essere, incrociando le dita, il preludio a un nuovo doppio confronto addirittura in Champions League, in semifinale. E' per questo che Carlo Ancelotti, alla vigilia della partita parla di "fase cruciale della stagione". "Noi siamo pronti a incontrare la Roma, certamente la squadra più dura da affrontare", sottolinea il tecnico rossonero.

    NUOVI STIMOLI - Ancelotti ritiene la gara contro la Roma "stimolante". L'ambiente, la forza dell'avversario sono gli ingredienti ideali per disputare una grande partita. Ammette: "E' la squadra più difficile da affrontare per il suo dinamismo; quando gioca ai suoi livelli è davvero spettacolare. La Roma la conosciamo nei pregi e nei difetti. Totti è il loro punto di riferimento. Una marcatura stretta sul capitano potrebbe limitare il loro gioco offensivo". Non lo spaventa il gap in punti dai giallorossi: "Abbiamo le possibilità per vincere contro qualsiasi squadra, la motivazione c'è; non sarà facile però ci proviamo".

    FORMAZIONE - Ancelotti, si sa, non anticipa le sue intenzioni, ma non nasconde l'idea di schierare il 4-3-2-1, con Ronaldo punta unica. La nuova tegola, ovvero lo stop di Massimo Ambrosini, gli imporrà però di rivedere i suoi piani: "Senza Ambro potrei pensare di far giocare Gourcuff, perché Gattuso è un po' affaticato". Non ci sarà nemmeno Jankulovski, ma la novità c'è e si chiama Nesta. "Il suo è un rientro importante, lo abbiamo aspettato, lui sta bene dal punto di vista fisico, ora dobbiamo dare continuità alle sue partite".

    UN RONALDO IN PIU' - Del brasiliano è attesa l'esplosione definitiva. Ancelotti ammette che la macchina è quasi a punto: "La sua condizione è migliorata; domani potrà fare una gara più continua rispetto alle altre". L'allenatore del Milan non fa calcoli; l'effetto Bayern non inciderà sul gioco della squadra. Logico il suo ragionamento: "Dobbiamo pensare anche al quarto posto. Non possiamo farci condizionare da nulla. Ora pensiamo alla Roma, poi penseremo ai tedeschi. Per conquistare il 4° posto avremo bisogno di tutti, non solo di Ronaldo. Servirà lo spirito giusto. Abbiamo l'opportunità da dare una svolta decisiva alla nostra stagione". Non si sfrega le mani sapendo che la Roma potrebbe rinunciare dal primo minuto a Tonetto e Perrotta: "Non cambia nulla - afferma -; la Roma ha un suo gioco ben definito. Riesce a mantenere sempre la stessa mentalità anche cambiando alcuni elementi. Hanno Totti e Mancini; bastano e avanzano. Nelle sfide precedenti abbiamo dato troppo campo al loro gioco; domani dovremo evitarlo".
  4.     Mi trovi su: Homepage #4561111
    Totti: "Ronaldo il piu' forte al mondo, poi vengo io"

    ROMA - "Ronaldo per me e' ancora il piu' forte del mondo. Io? Vengo dopo di lui". Parola di Francesco Totti. Intervistato da Sky alla vigilia del big match della 30esima giornata di campionato, in programma domani sera all'Olimpico, il capitano giallorosso parla della sfida tra la sua squadra e il Milan, che potrebbe anche ripetersi in semifinale di Champions League, e del dualismo tra lui e il 'Fenomeno' brasiliano. "Roma-Milan e' sempre Roma-Milan", ha dichiarato Totti. "In squadre come queste ci sono sempre giocatori importanti che fanno la differenza. Ancora oggi per me Ronaldo e' il piu' forte del mondo. E io? Vengo dopo di lui".

  ► Roma-Milan

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina