1.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4562291
    A Ferguson piace il sampdoriano come erede di Solskjaer: in arrivo un'offerta, l'Inter e il Milan costrette a inseguire. La base d'asta è di 15 milioni

    MILANO, 4 aprile 2007 - Irrompono i raider del Manchester United e il titolo-Quagliarella balza ai massimi storici. L’impresa di Verona dà clamore internazionale al geniale attaccante della Sampdoria, ma la sua ascesa aveva già catturato l’attenzione del grande club inglese che sta cercando in Europa l’erede del trentaquattrenne Gunnar Solskjaer. Il contatto è di qualche giorno fa, quasi in contemporanea con il debutto in nazionale. Ed è sotto gli occhi di tutti come le performances dell’attaccante di Castellamare di Stabia stiano facendo lievitare la sua quotazione giorno dopo giorno.
    QUI INTER E ciò mette in allarme sia l’Inter che il Milan, da tempo sulle sue tracce. I nerazzurri lo tengono in grandi considerazione. Massimo Moratti per primo è incuriosito dalle sue prodezze. Ma in casa nerazzurra va prima risolto il caso-Recoba. Il Chino ha già detto che preferisce andare a fare il titolare altrove, ma è presto per considerare rotto questo cordone ombelicale. Così l’Inter tiene stretti i contatti sia con la Samp che con l’Udinese, ma prova a temporeggiare. E intanto le insidie aumentano.
    QUI MILAN In una situazione simile si trova il Milan. Già a gennaio, ai tempi dell’operazione-Oddo, Adriano Galliani s’era fatto avanti con Stefano Antonelli, agente dell’attaccante. E non sono mancate la manifestazioni d’interesse ai rispettivi club. Tuttavia in via Turati devono fare i conti con un mercato ancora indecifrabile, indubbiamente condizionato dall’affare-Ronaldinho. Il sempre possibile assalto al Barcellona per l’ex Pallone d’oro ovviamente condiziona le altre operazioni. E, poi, c’è il caso Ricardo Oliveira: il brasiliano l’estate scorsa è costato 18 milioni e ora non può essere bruciato a cuor leggero. Ciò nonostante anche il Milan prova a fare il suo gioco nella partita-Quagliarella. E aspetta che Samp e Udinese facciano le loro mosse.
    COMPROPRIETA’ Va ricordato, infatti, che il club blucerchiato e quello friulano la scorsa estate hanno condiviso la scommessa su questo talento che già la scorsa stagione ad Ascoli (con Giampaolo) aveva fatto intravvedere le sue qualità sotto la guida di Marco Giampaolo. E in quel momento a A Quagliarella venne data una quotazione di 3 milioni di euro (in cambio l’Udinese ebbe la metà di Foti e cedette Pieri alla Samp). Ma già a dicembre gli exploit dell’attaccante campano avevano indotto le società titolari del suo cartellino a valutarlo 10 milioni di euro nella reciproca consapevolezza che sarebbe stato impossibile riscattarlo. E con il passare dei mesi la situazione s’è sempre più definita. A giorni Beppe Marotta, d.g. blucerchiato, incontrerà Gino Pozzo, il figlio.manager del patron friulano. L’obiettivo è di disegnare la strategia dei prossimi mesi. Ma sono già d’accordo di venderlo al meglio. E quota 15 milioni potrebbe crollare a breve. L’asta è appena cominciata.

    Carlo Laudisa

  Il Manchester vuole Quagliarella

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina