1. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4562909
    MADRID (Spagna), 4 aprile 2007 - Quella di Milka Duno (vedi le foto) non è una storia qualsiasi. E non perché è la storia di una donna che compete in uno sport storicamente maschile come l'automobilismo. Questa è solo la parte finale, culminata con l'annuncio che la pilota venezuelana correrà 10 delle 17 prove del calendario di Formula Indy, compresa la 91esima edizione della 500 miglia di Indianapolis. "Talento, bellezza e gioventù" sono le prime tre parole che si leggono nel sito personale di Milka (www.milkaduno.com). Ne mancano altre: intelligenza, audacia, voglia d'impegnarsi, coraggio, velocità, duttilità, per esempio.
    LAUREATA - La storia di Milka è fatta di studi complessi e rigorosi, e di alcune svolte clamorose, vere e proprie inversioni a U. La Duno si è laureata a Caracas in ingegneria navale. Con lode. Ha raccolto quattro differenti Master in giro per il mondo e ha cominciato a mettere in pratica quanto studiato, facendosi largo nel design di petroliere. A 23 anni le proposero la sfida di diventare pilota automobilistico, e fu un colpo di fulmine. Ha cominciato in Venezuela nel 1996, ha proseguito in Spagna (dove era venuta a studiare conseguendo i Master in architettura navale, affari marittimi e pesca e acquicoltura), nella Nissan Formula (la stessa vinta da Fernando Alonso) e poi in America, dove nel 2000 ha vinto una prova nel Ferrari Challenge, prima donna a farlo in America e seconda in assoluto nel mondo.
    LA CARRIERA - Nel 2004 è arrivata 12ª alla 24 Ore di Le Mans, su 54 concorrenti, e ha vinto alcune gare oltreoceano, nel Grand Prix di Miami e nella Serie Rolex, guadagnandosi stima e riconoscimenti. "Nessuno mi ha regalato nulla nella vita - dice Milka - quello che ho ottenuto, in pista e fuori, l'ho guadagnato con le mie forze. Io credo che quando si parla di professioni, di mestieri, non importa essere uomo o donna, conta la capacità, l'abilità, l'intelligenza. Quando ho cominciato a correre ho incontrato una certa resistenza. È normale, perché quello delle corse è un mondo di uomini, toccava a me guadagnare il rispetto degli avversari. E, fortunatamente, ci sono riuscita".
    NUMERO 23 - In Formula Indy la Duno guiderà l'auto numero 23 della scuderia CITGO Racing/SAMAX Motorsport Dallara/Honda/Firestone. Non passerà inosservata: per il fisico da pin-up, per la sua simpatia, per la sua storia di studente modello, per le sue qualità di pilota.
    http://www.gazzetta.it/Motori/Altri_Motori/Irl/Primo_Piano/2007/04_Aprile/04/milka.shtml
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  2. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4562911
    Originally posted by ^Mr-Drakula^
    Preferisco Danica Patrick, che è anche più giovane della Duno. :love:

    Bedda Matrix.:love: :love: :love:
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?

  Milka, una vita a 300 all'ora

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina