1.     Mi trovi su: Homepage #4563229
    Scontri all'Olimpico, scoppia la polemica


    http://sport.alice.it/it/cmc/calcio/200714/cmc_108065.html

    Il Manchester United ricorderà l'incontro di Champions League perso ieri all'Olimpico con la Roma non per il risultato del campo ma per "la violenza inflitta ai propri sostenitori all'esterno dell'impianto" e per "la mano pesante della polizia" italiana.

    Lo scrive il quotidiano britannico The Times, che nella sua edizione online apre la pagina sportiva con gli incidenti che hanno caratterizzato l'andata dei quarti di finale di Champions, vinta dalla Roma per 2-1 ieri contro la capolista del campionato inglese.

    Eloquente il titolo del Times: "Roma si dimostra territorio ostile e le peggiori paure dello United diventano realtà". Un riferimento implicito al dibattito animato dal club di Old Trafford e dalle autorità capitoline alla vigilia del match.

    Il Manchester United aveva inviato una lettera agli oltre 4.500 tifosi inizialmente previsti per la trasferta italiana per chiarire i rischi comportati da alcune zone di accesso allo stadio Olimpico: "Attenzione, potreste essere aggrediti", aveva messo in guardia la società del magnate statunitense Malcolm Glazer, provocando una ferma reazione da parte del sindaco romano Walter Veltroni e del prefetto Achille Serra.

    Pur sottolineando i 18 tifosi del Manchester United rimasti feriti "negli scontri con i fanatici ultras della Roma", il Times osserva che "comunque alcune delle scene peggiori hanno avuto luogo all'interno dell'impianto, visto che le forze di sicurezza hanno reagito in maniera smisurata ad un lancio di oggetti tra le opposte tifoserie".

    Il quotidiano ha quindi ricordato l'apertura di un'inchiesta da parte della Uefa, preannunciando inoltre la redazione di un dossier da parte dell'Associazione Indipendente dei Tifosi del Manchester United. I sostenitori dei 'Red Devils' hanno intenzione di presentare questa relazione alla confederazione continentale, raccogliendo le testimonianze scritte e fotografiche dei supporters presenti alla trasferta romana.
  2. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage #4563230
    che faranno...per la prossima partita a roma...una mappa per evitare di incontrare la polizia??
    Superlega Serie A :cool:
    Campione Champions Superleague Apertura 2013/14 :cool:
    Campione Supercoppa Superleague Apertura 2013/14 :cool:

    di solito gli uomini quando sono tristi non fanno niente: si limitano a versare lacrime sulla propria situazione.Ma quando si arrabbiano, allora si danno da fare per cambiare le cose
  3.     Mi trovi su: Homepage #4563231
    Originally posted by marcomix
    che faranno...per la prossima partita a roma...una mappa per evitare di incontrare la polizia??


    Qui ritorna il discorso che abbiamo fatto fino a ieri... invece di "consigliare" gli hooligans di evitare certe zone di Roma, potevano "consigliare" agli stessi di tenere un comportamento quanto meno decente... A casa loro sono agnellini, quando vanno fuori fanno il diavolo a quattro... Per la serie: quando il gatto non c'è, i topi ballano...
    [size=1][i]"Ci sono vari strumenti meccanici che aumentano l'eccitazione sessuale, specialmente nelle donne. Tra i più importanti sicuramente c'è la Mercedes-Benz 380SL." (Lynn Lavner)

    "La differenza tra un genio e uno stupido è che il genio ha de
  4.     Mi trovi su: Homepage #4563232
    Originally posted by whatever81
    Qui ritorna il discorso che abbiamo fatto fino a ieri... invece di "consigliare" gli hooligans di evitare certe zone di Roma, potevano "consigliare" agli stessi di tenere un comportamento quanto meno decente... A casa loro sono agnellini, quando vanno fuori fanno il diavolo a quattro... Per la serie: quando il gatto non c'è, i topi ballano...


    Sei sicuro che sia solo degli inglesi la responsabilita'?
  5.     Mi trovi su: Homepage #4563233
    Originally posted by Giovanni1982
    Sei sicuro che sia solo degli inglesi la responsabilita'?


    Ieri i telecronisti hanno detto che sono stati loro ad iniziare il fitto (quanto inutile, visto il cordone di sicurezza che separava le due tifoserie) lancio di oggetti e che sempre loro hanno reagito all'intervento della polizia che "intimava" loro di smetterla... Non ero allo stadio (purtroppo), per cui non sò se quanto detto da loro corrisponde a verità, ma non vedo il motivo per cui inviati della Rai debbano mentire...
    [size=1][i]"Ci sono vari strumenti meccanici che aumentano l'eccitazione sessuale, specialmente nelle donne. Tra i più importanti sicuramente c'è la Mercedes-Benz 380SL." (Lynn Lavner)

    "La differenza tra un genio e uno stupido è che il genio ha de
  6.     Mi trovi su: Homepage #4563235
    "Per le scene alle quali si e' assistito ieri a Roma"

    ROMA, 5 APR- "Siamo preoccupati per le scene alle quali si e' assistito ieri sera a Roma": lo afferma in una nota l'ambasciata della Gran Bretagna in Italia."Come e' consuetudine in queste occasioni -prosegue la nota- il Consolato britannico ha fornito un rapporto sulla partita al Ministero dell'Interno a Londra. I funzionari della polizia di Manchester -si legge nella nota- stanno collaborando con la polizia italiana, e il Ministero britannico e' in attesa del loro rapporto sulla situazione".
  7.     Mi trovi su: Homepage #4563236
    Scontri dell'Olimpico, ora è un affare di Stato

    Mentre i tabloid si scatenano, il governo britannico annuncia: "Aspettiamo spiegazioni". La Uefa ha deciso di aprire un'inchiesta sugli incidenti di ieri sera. Il prefetto Serra: "Diciotto contusi, 15 sono inglesi"

    LONDRA, 5 aprile 2007 - Undici tifosi del Manchester United sono finiti in ospedale dopo gli scontri che hanno fatto da cornice alla sfida di Champions League con la Roma, disputata allo stadio Olimpico. Il prefetto di Roma Achille Serra ha chiarito oggi che al termine della serata sono stati tre i tifosi inglesi fermati e uno di loro è stato denunciato. Il numero dei contusi è salito a 18, 15 inglesi e 3 italiani. "Uno ha subìto una contusione alla testa e ha rifiutato il ricovero - ha spiegato il prefetto -, due sono stati ricoverati con una prognosi di 15 e 8 giorni. Gli altri hanno avuto una prognosi di 3-4 giorni". Secondo la BBC, 11 sostenitori del Manchester sono stati costretti a ricorrere alle cure dei sanitari dopo gli scontri.

    INCHIESTA UEFA - L'Uefa ha deciso di aprire un'indagine sugli scontri fra tifosi avvenuti ieri sera e il sottosegretario all'Interno britannico Vernon Coaker ha definito "estremamente preoccupanti" le immagini viste in tv ieri sera. "Abbiamo bisogno di spiegazioni - ha dichiarato alla Bbc - su quello che è accaduto e sul modo in cui ha reagito la polizia. Sono interessato a vedere i rapporti che arriveranno. Non solo quelli della polizia italiana, ma ma anche quello dei nostri ufficiali di polizia che erano là, della nostra ambasciata, che ascolterà i tifosi, e anche quello del Manchester per avere la loro opinione". Il club britannico ha accusato la polizia di aver "colpito indiscriminatamente" i tifosi del Manchester. Martedì verrà invece deciso se trasmettere il dossier alla commissione disciplinare, che di conseguenza potrebbe sanzionare i due club.
    Il portavoce William Gaillard aveva spiegato in mattinata alla BBC: "Spetterà alla commissione disciplinare studiare le immagini tv per vedere cosa è davvero successo. La legge italiana - aggiunge Gaillard alla BBC Radio Five Live - dice che è la polizia a essere responsabile dell'ordine pubblico dentro gli stadi. Gli impianti in Italia appartengono ai Comuni, non ai club. Noi preferiremmo che si ricorresse agli stewards, che sappiamo sanno gestire una situazione difficile probabilmente meglio della polizia antisommossa, ma siamo soggetti alla legge e non possiamo dire agli italiani o agli altri paesi dove la polizia si occupa dell'ordine pubblico negli stadi di non entrare negli impianti. Noi siamo un'autorità nel calcio non in assoluto".

    SANZIONI - Per Roma e Manchester il rischio è di severe sanzioni e addirittura si teme per l'assegnazione dell'Europeo 2012 all'Italia. I giallorossi potrebbero essere puniti per non aver garantito le condizioni di sicurezza, mentre i Red Devils rischiano grosso se viene provato che i tifosi hanno avuto un ruolo significativo nel provocare la reazione della polizia. "Dovremo vedere quale ruolo hanno avuto i tifosi del Manchester United negli incidenti perché hanno già avuto dei problemi a Lens", ha confermato Gaillard riferendosi agli scontri in Lilla-Manchester United, andata degli ottavi di Champions, che sono costati una multa al club dell'Old Trafford. Il precedente Feyenoord (il club olandese è stato escluso dalla coppa Uefa in seguito ai disordini provocati dalla tifoseria in occasione della gara con il Nancy) rappresenta un bel problema per i Red Devils.

    LA STAMPA INGLESE - "Roma territorio ostile, tifosi del Manchester aggrediti". La stampa inglese dedica ampio spazio agli incidenti che hanno caratterizzato ieri la sfida di Champions League tra Roma e Manchester United. Titoli e articoli dipingono i tifosi dei Red Devils come vittime in una serata cominciata male e finita peggio. "A prescindere dai problemi che il Manchester United ha avuto in campo - scrive il Times - la visita del club allo stadio Olimpico di Roma sarà ricordata per la violenza inflitta ai suoi tifosi fuori dal campo e per la mano pesante della polizia che ha provocato altri feriti all'interno dell'impianto... La polizia ha effettuato carica nel settore che ospitava i tifosi dello United, in una riedizione del trattamento riservato ai tifosi dell'Inghilterra nello stesso stadio in un match di qualificazione ai Mondiali del 1998".

    IL SUN CONTRO LA POLIZIA - E mentre l'associazione dei tifosi del Manchester sta preparando un dossier con dichiarazioni e foto, il tabloid The Sun se la prende soprattutto con gli agenti in servizio allo stadio, che non avrebbero agito nel modo dovuto nei confronti dei tifosi della Roma e non avrebbero esitato a usare la mano pesante verso i supporters inglesi. "Un agente - scrive il Sun- è stato visto colpire dieci volte un tifoso. Un altro fan ha avuto bisogno dell'intervento di due amici per rialzarsi". La cronaca comprende anche eventi che si sono verificati fuori dallo stadio. Coinvolto in prima persona, a quanto pare, anche un fotografo del giornale. Il 45enne Jim Clarke è stato colpito allo stomaco mentre cercava di documentare i disordini avvenuti nei pressi dell'Olimpico. Una "gang col volto coperto" gli ha strappato la macchina fotografica da 4000 sterline: "Pensavo che mi avrebbero picchiato - ha raccontato - e temevo per la mia incolumità".
  8.     Mi trovi su: Homepage #4563237
    Non so se in Italia stanno mostrando tutte le immagini.
    Qui in Nepal ogni canale...indiano...cinese...inglese...locale...sta facendo vedere robe da vomito. I commenti sono adeguati al caso.

    Speriamo che le telecamere antiviolenza aiutino a identificare gli omini sotto i caschi azzurri...perche` uno stato "Normale" non puo` permettere che simili teppisti facciano parte un giorno di piu` delle forze dell'ordine...:rolleyes:


    Altra storia:
    Il Discovery della polizia si muove in retromarcia per sfuggire all'inferno di pietre, fumo e bombe carta scatenato dagli ultras catanesi. Poi, un botto improvviso sulla vettura. In quel momento l'ispettore Filippo Raciti si porta le mani alla testa e si accascia. Due colleghi lo adagiano nel sedile posteriore del fuoristrada; l'ispettore si lamenta dal dolore e non riesce a respirare. Potrebbe essere in questo racconto, nel verbale redatto il 5 febbraio scorso alla squadra mobile di Catania, la soluzione del 'caso Raciti'', l'ispettore di polizia morto dopo gli scontri con i tifosi durante il derby Catania-Palermo del 2 febbraio.

    A raccontare è l'autista del fuoristrada, l'agente scelto S. L., 46 anni. È lui che ricostruisce dettagliatamente quella giornata di follia: dall'arrivo dei pullman con i tifosi del Palermo sino agli ultimi momenti di Raciti. Il passaggio più importante del verbale va collocato intorno alle 20,30. Più di un'ora dopo il presunto contatto con gli ultras di fronte al cancello della curva Nord e a partita appena conclusa, mentre fuori dallo stadio continua la guerriglia. Rivela S. L.: ". In quel frangente sono stati lanciati alcuni fumogeni, uno dei quali è caduto sotto la nostra autovettura sprigionando un fumo denso che in breve tempo ha invaso l'abitacolo. Raciti ci ha invitato a scendere dall'auto per farla areare. Il primo a scendere è stato Raciti. Proprio in quel frangente ho sentito un'esplosione, e sceso anch'io dal mezzo ho chiuso gli sportelli lasciati aperti sia da Balsamo che dallo stesso Raciti ma non mi sono assolutamente avveduto dove loro si trovassero poiché vi era troppo fumo. Quindi, allo scopo di evitare che l'autovettura potesse prendere fuoco, mentre era in corso un fitto lancio di oggetti e si udivano i boati delle esplosioni, chiudevo gli sportelli e, innescata la retromarcia, ho spostato il Discovery di qualche metro. In quel momento ho sentito una botta sull'autovettura e ho visto Raciti che si trovava alla mia sinistra insieme a Balsamo portarsi le mani alla testa. Ho fermato il mezzo e ho visto un paio di colleghi soccorrere Raciti ed evitare che cadesse per terra". Raciti viene adagiato sul sedile e soccorso da un medico della polizia.


    L'ispettore muore per la manovra imprudente di un collega alla guida del Discovery? A ipotizzarlo, dopo avere letto il verbale, è adesso la difesa dell'unico indagato, il minorenne Antonio S. arrestato pochi giorni dopo gli scontri, e accusato dell'omicidio. Scrive il medico Giuseppe Caruso, nella consulenza di parte: le fratture delle quattro costole dell'ispettore e le sue lesioni al fegato sono compatibili, "con abbondante verosimiglianza, con il bordo dello sportello di un fuoristrada o dello spigolo posteriore di un identico autoveicolo".

    Si potrebbe ribaltare dunque lo scenario proposto dalla polizia e dal pm della Procura presso il Tribunale per i minorenni, Angelo Busacca, che accusano il giovane di avere scagliato, con altri, un pezzo di lamiera contro un gruppo di agenti, tra cui Raciti, che tentavano di proteggere i tifosi del Palermo. Un gesto compiuto, come testimoniano le riprese video, tra le 19,04 e le 19,09. La partita giudiziaria ora si gioca sul terreno medico-legale. A sostegno della nuova richiesta di scarcerazione per mancanza di indizi del minorenne gli avvocati Giuseppe Lipera e Grazia Coco hanno depositato la consulenza di Caruso che demolisce le considerazioni del medico-legale del pm, Giuseppe Ragazzi. "La frattura delle coste, a maggior ragione quando le coste fratturate sono diverse", scrive Caruso, "comporta dolori lancinanti e difficoltà respiratorie immediate e non consentono, a chiunque, lo svolgimento delle normali attività fisiche". Come ha fatto Raciti, dunque, si chiedono i difensori, a fronteggiare gli ultras catanesi, dalle 19,08 sino alle 20,20, con quattro costole fratturate e un'emorragia al fegato senza avvertire dolori? La risposta è affidata a una nuova consulenza medico-legale collegiale, che gli avvocati hanno chiesto al gip Alessandra Chierego, con "esperti di chiara fama, non escludendo l'ipotesi di dovere chiedere la riesumazione del corpo dell'ispettore". Oltretutto Raciti, dopo le 19,08, ha continuato il suo lavoro senza problemi, come testimonia il suo collega Lazzaro: "Mentre eravamo in macchina non ho sentito Raciti lamentare dolori o malessere". Dopo due mesi di indagini della polizia di Catania ora il caso Raciti è affidato ai carabinieri del Ris di Parma: i risultati della nuova perizia si conosceranno entro un paio di mesi.
    Sull'Espresso di domani in edicola.:cool:
  9. aaa  
        Mi trovi su: Homepage #4563238
    prima di fare i coxxxxni e ubriacarvi e poi essere attaccati dalla polizia perchè all'1-0 incominciate ad istigare lanciando oggetti nella nord facendo sfondamento sul cordone degli steward, ragionate sulle conseguenze, non dare la colpa alla polizia, perchè loro non sono i marines in vietnam teste di...:mad:

    a Roma quest'anno ci hanno giocato squadre francesi, spagnole, tedesche...e non è mai successo niente...arrivano loro e guarda te...:cry: ci hanno attaccato :cry: aiutaci tony :cry:

    io spero soltanto che a manchester ci siano navarro e marchena tra i tifosi del manchester così la piantano di fare quello che vogliono anche fuori dai confini inglesi:mad: :cool: :asd:
    IO il 25 Agosto 1970 C'ERO :cool:
  10.     Mi trovi su: Homepage #4563239
    Ferito al collo in scontri prima della sfida con la Roma

    ROMA, 5 APR - "Sono felice di essere vivo". Cosi' il tifoso inglese rimasto ferito ieri da una coltellata al collo negli scontri prima di Roma-Manchester. "I dottori - ha aggiunto - hanno detto che se mi avessero colpito 2 centimetri piu' su, non sarei arrivato in ospedale". Il ragazzo, il piu' grave tra i 18 feriti della tifoseria inglese, ha parlato dall'ospedale S.Giacomo di Roma: "Mentre camminavamo verso lo stadio - ha spiegato il ragazzo - sei tifosi della Roma armati coi coltelli, ci hanno attaccati".
  11.     Mi trovi su: Homepage #4563240
    Originally posted by SUPERPADREPIO

    Altra storia:
    Il Discovery della polizia si muove in retromarcia per sfuggire all'inferno di pietre, fumo e bombe carta scatenato dagli ultras catanesi. Poi, un botto improvviso sulla vettura. In quel momento l'ispettore Filippo Raciti si porta le mani alla testa e si accascia. Due colleghi lo adagiano nel sedile posteriore del fuoristrada; l'ispettore si lamenta dal dolore e non riesce a respirare. Potrebbe essere in questo racconto, nel verbale redatto il 5 febbraio scorso alla squadra mobile di Catania, la soluzione del 'caso Raciti'', l'ispettore di polizia morto dopo gli scontri con i tifosi durante il derby Catania-Palermo del 2 febbraio.

    A raccontare è l'autista del fuoristrada, l'agente scelto S. L., 46 anni. È lui che ricostruisce dettagliatamente quella giornata di follia: dall'arrivo dei pullman con i tifosi del Palermo sino agli ultimi momenti di Raciti. Il passaggio più importante del verbale va collocato intorno alle 20,30. Più di un'ora dopo il presunto contatto con gli ultras di fronte al cancello della curva Nord e a partita appena conclusa, mentre fuori dallo stadio continua la guerriglia. Rivela S. L.: ". In quel frangente sono stati lanciati alcuni fumogeni, uno dei quali è caduto sotto la nostra autovettura sprigionando un fumo denso che in breve tempo ha invaso l'abitacolo. Raciti ci ha invitato a scendere dall'auto per farla areare. Il primo a scendere è stato Raciti. Proprio in quel frangente ho sentito un'esplosione, e sceso anch'io dal mezzo ho chiuso gli sportelli lasciati aperti sia da Balsamo che dallo stesso Raciti ma non mi sono assolutamente avveduto dove loro si trovassero poiché vi era troppo fumo. Quindi, allo scopo di evitare che l'autovettura potesse prendere fuoco, mentre era in corso un fitto lancio di oggetti e si udivano i boati delle esplosioni, chiudevo gli sportelli e, innescata la retromarcia, ho spostato il Discovery di qualche metro. In quel momento ho sentito una botta sull'autovettura e ho visto Raciti che si trovava alla mia sinistra insieme a Balsamo portarsi le mani alla testa. Ho fermato il mezzo e ho visto un paio di colleghi soccorrere Raciti ed evitare che cadesse per terra". Raciti viene adagiato sul sedile e soccorso da un medico della polizia.


    L'ispettore muore per la manovra imprudente di un collega alla guida del Discovery? A ipotizzarlo, dopo avere letto il verbale, è adesso la difesa dell'unico indagato, il minorenne Antonio S. arrestato pochi giorni dopo gli scontri, e accusato dell'omicidio. Scrive il medico Giuseppe Caruso, nella consulenza di parte: le fratture delle quattro costole dell'ispettore e le sue lesioni al fegato sono compatibili, "con abbondante verosimiglianza, con il bordo dello sportello di un fuoristrada o dello spigolo posteriore di un identico autoveicolo".

    Si potrebbe ribaltare dunque lo scenario proposto dalla polizia e dal pm della Procura presso il Tribunale per i minorenni, Angelo Busacca, che accusano il giovane di avere scagliato, con altri, un pezzo di lamiera contro un gruppo di agenti, tra cui Raciti, che tentavano di proteggere i tifosi del Palermo. Un gesto compiuto, come testimoniano le riprese video, tra le 19,04 e le 19,09. La partita giudiziaria ora si gioca sul terreno medico-legale. A sostegno della nuova richiesta di scarcerazione per mancanza di indizi del minorenne gli avvocati Giuseppe Lipera e Grazia Coco hanno depositato la consulenza di Caruso che demolisce le considerazioni del medico-legale del pm, Giuseppe Ragazzi. "La frattura delle coste, a maggior ragione quando le coste fratturate sono diverse", scrive Caruso, "comporta dolori lancinanti e difficoltà respiratorie immediate e non consentono, a chiunque, lo svolgimento delle normali attività fisiche". Come ha fatto Raciti, dunque, si chiedono i difensori, a fronteggiare gli ultras catanesi, dalle 19,08 sino alle 20,20, con quattro costole fratturate e un'emorragia al fegato senza avvertire dolori? La risposta è affidata a una nuova consulenza medico-legale collegiale, che gli avvocati hanno chiesto al gip Alessandra Chierego, con "esperti di chiara fama, non escludendo l'ipotesi di dovere chiedere la riesumazione del corpo dell'ispettore". Oltretutto Raciti, dopo le 19,08, ha continuato il suo lavoro senza problemi, come testimonia il suo collega Lazzaro: "Mentre eravamo in macchina non ho sentito Raciti lamentare dolori o malessere". Dopo due mesi di indagini della polizia di Catania ora il caso Raciti è affidato ai carabinieri del Ris di Parma: i risultati della nuova perizia si conosceranno entro un paio di mesi.
    Sull'Espresso di domani in edicola.:cool:


    :eek: :eek: questa ponila come argomento a sè che personalmente mi stupisce alquanto :eek: :eek:
    "Xchè? Xchèèè? 3-1, 3-2, 3-3 !!!"
  12.     Mi trovi su: Homepage #4563241
    Calcio: Siviglia, anche la polizia spagnola picchia gli inglesi

    SIVIGLIA - Settimana difficile per i tifosi inglesi: dopo che i sostenitori del Manchester hanno assaggiato i manganelli della polizia italiana, ieri all'Olimpico, e' stato la volta dei supporters del Tottenham, entrati in contatto stasera con i reparti antisommossa della polizia spagnola al Sanchez Pizjuan di Siviglia, durante la gara d'andata dei quarti di finale di Coppa Uefa. Gli inglesi, secondo le prime testimonianze, hanno invaso un settore destinato a tifosi spagnoli, costringendo gli agenti a intervenire. Contro la polizia gli inglesi hanno lanciato oggetti di vario tipo, compresi seggiolini divelti, subendo pero' la dura reazione dei poliziotti. (Agr)

    Ecco i frutti del perfetto modelli inglese al quale vorremmo rifarci...
    [size=1][i]"Ci sono vari strumenti meccanici che aumentano l'eccitazione sessuale, specialmente nelle donne. Tra i più importanti sicuramente c'è la Mercedes-Benz 380SL." (Lynn Lavner)

    "La differenza tra un genio e uno stupido è che il genio ha de
  13.     Mi trovi su: Homepage #4563242
    Roma-Manchester, Daspo per i 3 inglesi arrestati

    ROMA - E' stato disposto il provvedimento cosidetto 'Daspo' per i tre tifosi inglesi arrestati dopo i fatti di Roma-Manchester. In seguito a tale misura i tre non potranno entrare negli stadi italiani per i prossimi tre anni. Tutti e tre sono accusati di violenza a pubblico ufficiale e questa mattina sono stati processati per direttissima. Il giudice ha per loro convalidato l'arresto, rimettendoli in liberta' con la condizionale e fissando il processo per il prossimo mese di novembre. I tre avrebbero ammesso di aver bevuto almeno 10 birre a testa prima di entrare allo stadio, affermando di non ricordare nulla di quanto accaduto.
  14.     Mi trovi su: Homepage #4563243
    Ahahahhaah !

    Li hanno menati pure a SIVIGLIA !!!!

    Ahahahahahh !

    Ubriaconi, state a CASA !
    chi ha un' idea GIUSTA, e' un FOLLE, finche' tutti non capiscono che e' GIUSTA, poi diventa un GENIO, ma lui lo sapeva fin dall' inizio di esserlo, per cui ...

    Bresciani si NASCE, smerdostrisciati SI DIVENTA : c'e' una bella differenza, poveretti

  Scontri all'Olimpico, scoppia la polemica

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina