1.     Mi trovi su: Homepage #4563630
    Vincere subito? Si può. I campioni? Chi vuole se ne vada. L'Inter? Inelegante...

    Allora Blanc, il purgatorio è finito. Farete la festa per la A o terrete un profilo basso? "Direi una via di mezzo. Nessuna festa pubblica - non è mica la Champions League - ma in qualche modo dovremo ringraziare chi ha fatto sacrifici quest'anno, no? Alla fine abbiamo accettato la B per mostrare un atteggiamento collaborativo con le istituzioni del calcio. Resta il fatto che la sentenza è stata ingiusta".

    Vuol dire che la Juve non aveva fatto niente e Moggi era innocente? "No. Vuol dire che, se era giusto punirci in qualche modo, potevano farlo lasciandoci in A. Magari con tanti punti in meno, come la Fiorentina o anche di più, però in A. Invece la serie B ha creato un danno irreversibile alla società. Pensi solo ai sette giocatori importantissimi che abbiamo dovuto vendere. Con loro, in serie A, per quanto gravemente penalizzati, saremmo arrivati nei primi quattro".

    Quanto vi è costata economicamente la B? "Più di cento milioni di euro, calcolando gli introiti minori da Sky e dagli sponsor, ma anche due anni senza Champions League".

    Oltre a sponsorizzarvi, l'azionista vi ha anche ricapitalizzato. Che cosa farete con tutto quel denaro? "Ripianeremo un po' di debiti, ma solo quanto basta per iscriverci al campionato. Il resto verrà usato per acquistare nuovi giocatori".

    I vecchi rimarranno tutti? "No, affronteremo la situazione caso per caso. Chi ha più di 34 anni e magari vuole fare un paio di stagioni in un'altra squadra, verrà aiutato ad andarsene. Se altri invece pensano che valga la pena di vivere insieme la A dopo quest'esperienza in B, saremo contenti. Ma nessuno verrà trattenuto controvoglia. Un giocatore - per quanto sotto contratto - rende al massimo solo se crede in un progetto...".

    L'anno prossimo metterebbe la firma per il quarto posto? "No, perché penso che possiamo fare anche di meglio".

    Cioè potrete già lottare per lo scudetto? "Con gli uomini e lo spirito giusto, sì".

    Pensa che i tifosi juventini inizino ad apprezzare la nuova dirigenza, cioè lei e Cobolli Gigli? O rimpiangono Moggi e Giraudo? "I tifosi vogliono che si riempia la sala coppe e noi non l'abbiamo ancora fatto. Il mio contratto è di cinque anni, quindi ne ho altri quattro per portare a casa un po' di trofei. Poi, se me lo chiedono, resto volentieri. Torino mi piace, mi ricorda un po' Chambéry. Ho trovato anche un ristorante che non ha niente da invidiare a quelli parigini".

    Ma secondo lei l'immagine della Juventus si è ormai 'ripulita' con l'espiazione in B? "La mia impressione è che in Italia il nostro 'turn around' sia stato percepito. Lo stile è differente, lo vedono tutti. Il problema semmai è all'estero, dove ancora ci identificano con quello che è successo un anno fa. Dovremo lavorare ancora un po' per migliorare la nostra immagine negli altri paesi d'Europa".

    A proposito di stile, secondo lei ha fatto bene l'Inter a mettersi sulle maglie lo scudetto che avevate vinto voi? "Nessuna partita del campionato 2005-2006 è stata messa sotto indagine. Arrivare terzi e prendersi lo scudetto è stato un passo - diciamo - molto grande. Noi non l'avremmo fatto di sicuro".

    Le dà fastidio vedere Ibrahimovic fare magie con la maglia nerazzurra? "Un po', ma con noi quest'anno non avrebbe fatto altrettanto bene. In serie B menano parecchio, non so come avrebbe reagito uno come Ibra...".


    :asd: :asd:
  2.     Mi trovi su: Homepage #4563633
    Emerson fa la morale a Ibra e Vieira: "Hanno mancato di rispetto alla Juve"

    "Mi manca l'Italia", ammette il brasiliano. E su un suo possibile ritorno in bianconero: "Mai dire mai".

    La bordata arriva da chi proprio non te l'aspettavi. "La scelta di Ibra e Vieira? E' stata una mancanza di rispetto nei confronti della Juventus": firmato Emerson da Rosa Ferreira. Il centrocampista del Real Madrid si è concesso ai microfoni di Sky per il più classico dei tuffi nel passato. A tinte bianconere, nel suo caso. Quell'universo che è stato costretto ad abbandonare in fretta e furia nelle settimane di Calciopoli, dei processi, dei tribunali. "Abbiamo risolto la situazione in 5 minuti - spiega Emerson - In Serie B loro non potevano rimanere con tutti i giocatori e mi sono proposto io che avevo delle offerte". Un sacrificio inevitabile e sofferto, non un affronto al pari di quello dei suoi colleghi adesso in maglia nerazzurra.

    Tant'è che la nostalgia dell'Italia e di Torino si fa sentire. "Mi manca il vostro paese, a Torino sono stato molto bene. Sono stati due anni felici per me, nonostante ci abbiano tolto due scudetti". Gira e rigira, il discorso va a finire sempre lì. Le domande di rito, sul calcio italiano post-Calciopoli, non possono proprio mancare. “Per me è veramente un disastro vedere la Juve giocare in serie B - confessa il Puma - Secondo me i giocatori non lo meritavano per quello che hanno fatto in campo”. Insomma, dichiarazioni in piena linea con quelle dei suoi ex compagni. Così come lo sono i commenti al veleno sul titolo assegnato all'Inter: "Non hanno vinto lo scudetto, mi ha fatto male vederlo cucito sulle loro maglie quando è iniziato il campionato. Tra l'altro non sono mai stati in lotta per il vertice con noi".

    C'è ancora amarezza, tanta. Ed anche un pizzico di voglia di rivalsa. Chissà che proprio quest'ultimo aspetto non possa contribuire a riportare il brasiliano all'ombra della Mole. C'è un progetto di rinascita in cantiere, sfida affascinante. "A 31 anni uno è ancora giovane per giocare a calcio e per avere delle sfide. Non avrei alcun problema". Un futuro bianconero, dunque, non è fantascienza. Contatti non ce ne sono ancora stati ("Sono un po’ all’antica, parlare con una squadra quando giochi per un’altra e hai un altro contratto non è bello"), ma il Puma lascia aperte tutte le porte: "Mai dire mai. Perché non possiamo sapere cosa può succedere nel futuro".
  3.     Mi trovi su: Homepage #4563634
    Toni, l'offerta Juve: alla Fiorentina 14 milioni più Blasi

    Per l'attaccante sarebbe pronto un robusto triennale da 3,8 a stagione.

    Juve o Inter? Per il futuro di Luca Toni il cerchio sembra ristretto a queste due alternative, con i bianconeri in leggero vantaggio, almeno a dare credito alle voci dei "bene informati". Ma quali, e soprattutto quanti, sarebbero i buoni motivi che dovrebbero convincere i Della Valle Boys a rispettare il patto tra gentiluomini con il proprio bomber e lasciarlo partire a fine stagione?

    Secondo TuttoSport di oggi, l'offerta del club bianconero già sarebbe sul piatto della dirigenza viola: 14 milioni più il cartellino di Manuele Blasi, attualmente in prestito alla corte di Prandelli. Per Toni invece sarebbe pronto un robusto triennale da 3,8 a stagione, con una impennata verso l'alto rispetto a quanto percepito a Firenze.

    Il quotidiano torinese parla ormai solo di "concorrenza nerazzurra" per chiudere l'affare, facendo due nomi di riserva qualora l'operazione per il centravanti della nazionale non dovesse andare in porto. Secco e Bettega infatti terrebbero calde due piste alternative: il serbo Zigic e il tedesco Kuranyi.
  4.     Mi trovi su: Homepage #4563636
    Originally posted by Pezzotto
    Vincere subito? Si può. I campioni? Chi vuole se ne vada. L'Inter? Inelegante...

    [B]Allora Blanc, il purgatorio è finito. Farete la festa per la A o terrete un profilo basso?
    "Direi una via di mezzo. Nessuna festa pubblica - non è mica la Champions League - ma in qualche modo dovremo ringraziare chi ha fatto sacrifici quest'anno, no? Alla fine abbiamo accettato la B per mostrare un atteggiamento collaborativo con le istituzioni del calcio. Resta il fatto che la sentenza è stata ingiusta".[/QUOTE]

    abbiamo accettato la B??????
    se non volevano mostrare 1 atteggaimento collaborativo potevano sempre non iscriversi a nessun campionato

    [QUOTE][i]
    Quanto vi è costata economicamente la B? "Più di cento milioni di euro, calcolando gli introiti minori da Sky e dagli sponsor, ma anche due anni senza Champions League".
    [/B]


    quanto hanno incassato negli anni passati .....vincendo come hanno vinto????
  5.     Mi trovi su: Homepage #4563639
    Originally posted by pela10
    quanto hanno incassato negli anni passati .....vincendo come hanno vinto????


    ecco: questa è la domanda più importante da fare a chi parla delle perdite della Juve;
    e tutti gli incassi che non dovevano avere in precedenza ? e tutte le perdite che hanno avuto le altre società che non potevano vincere a causa delle loro manovre ?
  6.     Mi trovi su: Homepage #4563640
    Originally posted by Pezzotto
    [B]Emerson fa la morale a Ibra e Vieira: "Hanno mancato di rispetto alla Juve"

    "Mi manca l'Italia", ammette il brasiliano. E su un suo possibile ritorno in bianconero: "Mai dire mai".

    La bordata arriva da chi proprio non te l'aspettavi. "La scelta di Ibra e Vieira? E' stata una mancanza di rispetto nei confronti della Juventus": firmato Emerson da Rosa Ferreira. Il centrocampista del Real Madrid si è concesso ai microfoni di Sky per il più classico dei tuffi nel passato. A tinte bianconere, nel suo caso. Quell'universo che è stato costretto ad abbandonare in fretta e furia nelle settimane di Calciopoli, dei processi, dei tribunali. "Abbiamo risolto la situazione in 5 minuti - spiega Emerson - In Serie B loro non potevano rimanere con tutti i giocatori e mi sono proposto io che avevo delle offerte". Un sacrificio inevitabile e sofferto, non un affronto al pari di quello dei suoi colleghi adesso in maglia nerazzurra.

    Tant'è che la nostalgia dell'Italia e di Torino si fa sentire. "Mi manca il vostro paese, a Torino sono stato molto bene. Sono stati due anni felici per me, nonostante ci abbiano tolto due scudetti". Gira e rigira, il discorso va a finire sempre lì. Le domande di rito, sul calcio italiano post-Calciopoli, non possono proprio mancare. “Per me è veramente un disastro vedere la Juve giocare in serie B - confessa il Puma - Secondo me i giocatori non lo meritavano per quello che hanno fatto in campo”. Insomma, dichiarazioni in piena linea con quelle dei suoi ex compagni. Così come lo sono i commenti al veleno sul titolo assegnato all'Inter: "Non hanno vinto lo scudetto, mi ha fatto male vederlo cucito sulle loro maglie quando è iniziato il campionato. Tra l'altro non sono mai stati in lotta per il vertice con noi".

    C'è ancora amarezza, tanta. Ed anche un pizzico di voglia di rivalsa. Chissà che proprio quest'ultimo aspetto non possa contribuire a riportare il brasiliano all'ombra della Mole. C'è un progetto di rinascita in cantiere, sfida affascinante. "A 31 anni uno è ancora giovane per giocare a calcio e per avere delle sfide. Non avrei alcun problema". Un futuro bianconero, dunque, non è fantascienza. Contatti non ce ne sono ancora stati ("Sono un po’ all’antica, parlare con una squadra quando giochi per un’altra e hai un altro contratto non è bello"), ma il Puma lascia aperte tutte le porte: "Mai dire mai. Perché non possiamo sapere cosa può succedere nel futuro". [/B]


    patetico. Ora che non gioca al Real e sa che Capello va via cosa fa? Tenta di fare un pò il leccacuxo con i tifosi della Juve per poter tornare? Ma vaccagher và :asd:
  7.     Mi trovi su: Homepage #4563641
    Mancini: "Juve, ora basta"

    Il tecnico dell'Inter risponde all'a.d. bianconero Jean Claude Blanc: "Continuano a parlare di campionato anomalo. E' inelegante e scorretto parlare di queste cose. Noi non abbiamo fatto nulla "

    MILANO, 6 aprile 2007 - Inter-Juve è già iniziata. Anzi, non è mai finita. L'ultimo scambio di cortesie è quello tra Jean Claude Blanc e Roberto Mancini. "E' una storia passata, è ora che la smettano", ha detto oggi il tecnico nerazzurro rispondendo indirettamente all'a.d. bianconero. Blanc, in un'intervista a L'Espresso, ha assicurato che i bianconeri "non avrebbero accettato di sicuro lo scorso scudetto", assegnato proprio all'Inter. "È chiaro che in questa situazione sia abbastanza normale che dicano così - ha aggiunto Mancini nella conferenza stampa di oggi -. Non mi dà fastidio perché quelle cose le hanno fatte loro e non certo noi che non c'entriamo nulla. Continuano tutte le settimane a parlare di campionato anomalo. È inelegante e scorretto continuare a parlare di queste cose. Se mi manca la Juve? Oramai ha vinto il campionato e tornerà in A, sarà più bello giocare con la Juve, ma questo non vuol dire sia giusto insistere. I punti di distacco sulle inseguitrici - ha concluso Mancio - sono tanti, ma non c'è la Juve...".

  Parla Jean-Claude Blanc: Tremate, la Juve è tornata

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina