1.     Mi trovi su: Homepage #4575207
    - Tra una buca e l'altra, intervistato mentre giocava a golf per beneficenza, Pavel Nedved ha parlato con la solita franchezza che lo contraddistingue sulla Juve di oggi e di domani.

    SUO PENSIERO SULLO SCUDETTO.
    "Ma quale scudetto....Non siamo nemmeno in serie A e a oggi la penso come Deschamps, allo stato delle cose lo scudetto è un'utopia. Poi tutto dipende dalla società, sono loro a decidere. Io dico che per fare una squadra da scudetto ci servono oltre ai giocatori già presi tre o quattro colpi eccezionali".

    LE CRITICHE SU DESCHAMPS.
    "Vogliono farci innervosire, Deschamps ha preso una squadra in difficoltà e ha fatto grandi cose, merita solo complimenti".

    LA SUA ESULTANZA CHE HA FATTO ARRABBIARE CASTORI.
    "Sono fatto così. Quando siamo andati sotto ho cercato di dare una scossa, è il mio temperamento. Non ce l'avevo con Castori, è stato uno sfogo perchè c'era qualche tifoso che aveva esagerato. Castori si deve essere arrabbiato perchè l'ho fatto proprio davanti alla sua panchina, ma non ce l'avevo con lui. Volevo arrivare sino in fondo al campo, ma qualche compagno mi ha fermato". Castori ha poi ridimensionato tutto, parlando di temperamenti forti, di due con lo stesso spirito guerriero... "Non lo so, certamente ha fatto giocare alla grande la sua squadra, sembrava dovessero andare a vincere il campionato. Il pareggio comunque ci sta, siamo contenti lo stesso. Loro hanno dato tutto e anche di più, è stato difficile. Io ora ho una caviglia gonfia e sarò anche squalificato, mi dispiace ma almeno potrò curarmi. La promozione? Non abbiamo nessuna fretta di andare in serie A, io non so nemmeno quanti punti servono...".

    MILAN
    "Bisogna fargli i complimenti, col Manchester ha fatto la partita perfetta. Gli faccio l'in bocca al lupo per la finale. Il Liverpool non è una squadra piacevole: è molto fisica, difficile da affrontare. Certo il Milan che ho visto col Manchester gioca veramente un calcio bello da vedere, ma per loro non sarà facile".

    BUFFON
    "Ognuno fa quello che può per cercare di convincerlo a restare, ma la verità è che noi dobbiamo solo dire grazie a Buffon per essere rimasto e per quello che ha fatto quest'anno. Adesso deve davvero decidere lui".

    CHI PIU' FORTE TRA INTER E MILAN?
    "Per vincere il campionato bisogna essere bravi tutto l'anno, per vincere la Champions bisogna essere bravi per meno partite e a volte si può anche essere fortunati. Io però sinceramente non sceglierei mai tra le due cose, sono uno che vuole vincere sempre tutto".

  FURIA NEDVED:"Scudetto?Servono grossi colpi!"

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina