1.     Mi trovi su: Homepage #4576142
    Da sciogliere il nodo Corini.

    Il Palermo dell’anno prossimo sarà rifondato e non solo ritoccato. Della rosa attuale rimarranno forse la metà degli effettivi, al massimo una decina di giocatori. Dalla società, impegnata a portare a termine col minimo dei danni questo incredibile girone di ritorno, non potranno arrivare conferme, ma è questa ormai la linea che verrà portata avanti non appena concluso il campionato. Bisogna ovviamente attendere l’arrivo del nuovo allenatore e le sue indicazioni, ma che si sia di fatto chiuso un ciclo non c’è dubbio. In difesa la prospettiva al momento è che restino solo i due portieri (il Palermo continua a credere in Agliardi) e qualche giovane che si è distinto come Cassani. Naturalmente le partenze avranno motivazioni diverse. Per i cardini della difesa degli ultimi anni, però, sembra arrivato il momento di cambiare: i mondiali Barzagli e Zaccardo sono i pezzi pregiati, dalla loro cessione il club conta di ricavare contropartite tecniche ed economiche su cui ricostruire il gruppo; potrebbe restare solo il secondo se non arriveranno richieste da club più prestigiosi del Palermo. Anche Biava e Pisano sono candidati a partire, mentre Capuano è stato frenato dagli infortuni. Torneranno Bovo e Rinaudo.

    A centrocampo il nodo della vicenda è relativo alla conferma di Corini, il leader che nella sua permanenza in rosanero ha vissuto la scalata dalla B all’Europa. La vicenda si ingarbuglia ogni giorno di più dando l’impressione di uno scarica barile. L’intenzione della società, non ufficiale ma fatta trapelare, è quella di proporre al Genio (37 anni a luglio) un rinnovo annuale, e successivamente il passaggio ad un ruolo dirigenziale. Ma con un ridimensionamento economico e “tecnico”, nel senso di una sua prevedibile, minore utilizzazione. Corini ha risposto con garbo di non aver mai ricevuto nessun tipo di proposta, di sapere della stima del presidente ma di non essersi mai seduto davvero al tavolo per discutere concretamente. In ogni caso, il Palermo sta cercando una sua alternativa, mentre Guana, Simplicio e Bresciano sembrano destinati alla conferma ed è da valutare la posizione di Diana. In attacco, infortuni permettendo, la coppia di punte è già fatta, Amauri-Cavani. Su Di Michele, si attende l’esito del caso scommesse, Brienza andrà via e anche Matusiak sarà girato in prestito. Inevitabile la partenza anche per Caracciolo.
  2. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4576143
    Sono proprio curioso di vedere il mercato rosanero.:confused:
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  3.     Mi trovi su: Homepage #4576147
    Rivoluzione Palermo: Hamsik, Migliaccio e idea Lucarelli

    Il bomber ha dato la propria disponibilità al trasferimento, i dubbi del ds Foschi riguardano la sua coesistenza con il rientrante Amauri

    Quest’anno a Palermo sarà tutto un sus_seguirsi di partenze e arrivi. La situazione più delicata, a parte quella dell’allenato_re (Stefano Colantuono è il prescelto, ma rimane in bal_lo la questione non seconda_ria del contratto da rescin_dere con l’Atalanta) riguar_da ovviamente l’attacco. Sul conto di Amauri non giun_gono buone notizie: nella migliore delle ipotesi sarà pronto per fine settembre, ma ovviamente in certi casi è solo il campo a dare re_sponsi definitivi. Migliori le notizie su Cavani, per lui si prospettano 40 giorni di stop, quindi sarà abile ed arruolato per il ritiro estivo. Ma, a parte la situazione degli infortunati illustri, è certa la partenza di Andrea Caracciolo verso la Samp_doria (giungono conferme sia dall’entourage del gioca_tore, sia dalla dirigenza blu_cerchiata) e su David Di Mi_chele pende come una spada di Damocle la sentenza per il caso scommesse. Da qui la necessità di mettere mano al portafogli per Maurizio Zamparini, il che per altro non lo ha mai disturbato più di tanto.

    Le novità delle ultime ore riguardano Cristiano Luca_relli, che gradirebbe siste_marsi all’Inter, ma nel frat_tempo per evitare di perde_re treni preziosi ha dato la propria disponibilità a tra_sferirsi in Sicilia. Per il Pa_lermo trovare l’accordo con Aldo Spinelli non sarebbe un problema, visto gli ottimi rapporti tra i due presiden_ti ( tra i papabili al passag_gio in amaranto ci sono Matteini, Cassani e Cia_ramitaro). La tentazione, insomma, è forte. Ma anche i dubbi non sono di natura secondaria. Non sul valore assoluto di Lucarelli, natu_ralmente, ma sull’opportu_nità di mettere due galli in un pollaio. Problema posto, in mancanza di un allenato_re, dal ds Rino Foschi che teme il sorgere di eventuali problemi una volta che Amauri sia pronto al rien_tro. Intanto resta interlocuto_ria la situazione di Eugenio Corini, l’incontro avvenuto la scorsa settimana per il rinnovo del contratto ha in_fatti prodotto una fumata grigia e non a caso nei gior_ni successivi sono stati rial_lacciati i contatti con Bre_scia e Atalanta, rispettiva_mente per Marek Hamsik e Giulio Migliaccio. La pista più calda porta in direzione del giovane slovacco, che il Brescia valuta 4,5 milioni. Anche qui i buoni rapporti tra Corioni e Zamparini garantiscono sul buon esi_to della trattativa.

  Palermo, un’altra rivoluzione: della rosa attuale confermati al massimo in dieci

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina