1. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4577702
    E si torna in pista con la Formula 1:D, questa settimana seguiremo il Gp di Spagna, a Barcellona :D :cool:

    Località: Montmelò, Barcellona, Spagna Ora locale: GMT +2 Capienza: 104.000 spettatori Primo anno in F1: 1991 Lunghezza: 4,627 km / 2,875 miglia Record della pista: 1'15"641 (Fisichella, 2005) Distanza di gara: 66 giri - 305,256 km / 189,777 miglia
    Senso di gara: Orario Lato della pole position: Destro Sito internet: www.circuitcat.com

    RISULTATI PRECEDENTI
    Pole position 2005: K. Raikkonen (McLaren-Mercedes) 2'31"421 Giro più veloce 2005: G. Fisichella (Renault) 1'15"641 2005, i primi tre: 1. Kimi Raikkonen (McLaren-Mercedes) 1h27'16"830 2. Fernando Alonso (Renault) a 27"6 3. Jarno Trulli (Toyota) a 45"9

    CARATTERISTICHE
    Il circuito di Catalunya, situato a circa 20 km. da Barcellona, è uno dei preferiti dai piloti che, a causa del vasto campionario di difficoltà che presenta (curve veloci alternate a curve lente, fondo molto abrasivo e irregolare che mette in grande difficoltà le gomme), vi effettuano la quasi totalità dei test invernali. Richiede un carico aerodinamico abbastanza basso ma non troppo per non scivolar via in accelerazione in uscita di curva.

    Gli orari del GP
    Questi il programma e la copertura tv del GP di Spagna di F.1, in programma domenica a Montmelò:

    VENERDI
    10-11.30 - Prove libere
    14-15.30 - Prove libere

    SABATO
    11-12 - Prove libere
    14 - Qualifiche
    (diretta Rai2 dalle 13.45)

    DOMENICA
    14 - GP di Spagna
    (diretta Rai1 dalle 13.45)




    ALBO D'ORO
    2005 - Kimi Raikkonen (McLaren) 2004 - Michael Schumacher (Ferrari) 2003 - Michael Schumacher (Ferrari) 2002 - Michael Schumacher (Ferrari) 2001 - Michael Schumacher (Ferrari) 2000 - Mika Hakkinen (McLaren) 1999 - Mika Hakkinen (McLaren) 1998 - Mika Hakkinen (McLaren) 1997 - Jacques Villeneuve (Williams) 1996 - Michael Schumacher (Ferrari)



    STATISTICHE DEL TRACCIATO

    Maggior numero di vittorie
    6 Michael Schumacher (Ger)
    3 Mika Hakkinen (Fin)
    2 Nigel Mansell (Gb)
    1 Fernando Alonso (Spa)
    1 Damon Hill (Gb)
    1 Alain Prost (Fra)
    1 Kimi Raikkonen (Fin)
    1 Jacques Villeneuve (Can)

    5 Ferrari
    5 Williams
    4 McLaren
    1 Benetton
    1 Renault

    Maggior numero di Pole Position
    7 Michael Schumacher (Ger)
    2 Mika Hakkinen (Fin)
    1 Fernando Alonso (Spa)
    1 Gerhard Berger (Aut)
    1 Damon Hill (Gb)
    1 Nigel Mansell (Gb)
    1 Alain Prost (Fra)
    1 Kimi Raikkonen (Fin)
    1 Jacques Villeneuve (Can)

    5 Ferrari
    4 McLaren
    4 Williams
    2 Benetton
    1 Renault

    Maggior numero di Podi
    12 Michael Schumacher (Ger)
    4 David Coulthard (Gb)
    3 Jean Alesi (Fra)
    3 Fernando Alonso (Spa)
    3 Rubens Barrichello (Bra)
    3 Mika Hakkinen (Fin)
    3 Jacques Villeneuve (Can)
    2 Nigel Mansell (Gb)
    2 Juan Pablo Montoya (Col)
    2 Alain Prost (Fra)

    14 Ferrari
    9 McLaren
    9 Williams
    7 Benetton
    5 Renault
    1 Bar
    1 Prost
    1 Toyota
    1 Tyrrell

    Maggior numero di giri veloci
    7 Michael Schumacher (Ger)
    2 Giancarlo Fisichella (Ita)
    2 Mika Hakkinen (Fin)
    1 Rubens Barrichello (Bra)
    1 Damon Hill (Gb)
    1 Nigel Mansell (Gb)
    1 Felipe Massa (Bra)
    1 Riccardo Patrese (Ita)

    7 Ferrari
    3 Williams
    2 Benetton
    2 McLaren
    1 Jordan
    1 Renault



    ------------------------




    VIDEO
    un giro di pista
    :sbam: :sbam:
  2. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4577703
    NEWS:

    Dopo un mese di sosta la Formula 1 sbarca in Europa per la disputa del Gran Premio di Spagna

    La Formula 1 sbarca finalmente in Europa per la quarta prova del Mondiale. Negli ultimi anni era Imola la gara inaugurale della stagione sul Vecchio Continente ma il Gran Premio di San Marino è stato cancellato dal calendario e quindi questo compito toccherà al bel circuito del Montmelò, dintorni di Barcellona. Si gareggia quindi, dopo un mese di sosta, a casa di Fernando Alonso, campione del mondo in carica e leader della classifica piloti insieme al suo compagno di squadra Lewis Hamilton e al ferrarista Kimi Raikkonen. E il leit-motiv sarà di nuovo il duello tra Ferrari, che ovviamente potrà contare anche su Felipe Massa, e la McLaren.

    La casa di Maranello presenta una vettura completamente rinnovata dal punto di vista dell'aerodinamica per essere all'altezza degli avversari: Alonso non lascerà nulla di intentato per vincere il suo Gran Premio, intanto lo spagnolo si è detto soddisfatto dell'ufficializzazione della gara cittadina di Valencia a partire dal 2008: avrà un'occasione in più per avere il sostegno dei suoi tifosi. La BMW dovrà confermarsi terza forza del campionato ma naturalmente punterà a fare qualcosa di meglio, chi è in crisi nera invece è la Renault con Fisichella e Kovalainen che per ora non riescono a raddrizzare una stagione che è nata nel peggiore dei modi.
    ---------------------------------------------

    Novità della nuova Ferrari (vedi foto sottostante)

    MILANO, 10 maggio 2007 - Michael Schumacher al GP di Spagna ritorna a un evento di Formula 1. Il consulente di Maranello domani saluterà la stampa (un incontro informale ha precisato la portavoce Sabine Kehm) e seguirà prove e gara al muretto Ferrari. Un elemento stuzzicante in più per questa F.1 che corre a casa di Alonso e che sull’onda dell’entusiasmo (sono già esauriti i biglietti per domenica) si appresta a raddoppiare i GP in Spagna. Venerdì Bernie Ecclestone annuncerà un accordo di 4 anni per disputare a Valencia un GP cittadino. Ma ci sono anche motivi tecnici di grande interesse. Primo tra tutti la sfida tra una McLaren ritoccata (il profilo alare sopra il muso è più grande e dovrebbe fruttare un miglioramento di circa lo 0,5% nel tempo sul giro) e una Ferrari che ha ben 186 parti nuove.

    INTERVENTI - Gli aggiornamenti più vistosi sono: fiancate più corte, presa d’aria più ampia e 16 sfoghi per lato onde creare depressione e far respirare meglio il motore. In questo modo il V8 progettato da Gilles Simon potrà, finalmente, esprimere la massima potenza. L’obiettivo, messo in pratica ai test della scorsa settimana, è di riportare la F2007 al vantaggio di 0"7 al giro sulla McLaren, come in Australia. Un divario poi sceso a 2/3 decimi.

    ANALISI - Nel grafico a fianco abbiamo messo in mostra le cinque differenze principali. Ciascuna ha bisogno di numerosi pezzi di carbonio che vanno appunto a formare le 186 parti inedite. Il numero 1 indica la gobba superiore del cupolone, dietro la presa aria motore. L’airscope adesso ha una cresta più pronunciata. Il numero 2 mostra le 16 feritoie aperte sul lato destro (altre 16 sono a sinistra) divise in due gruppi: 6 davanti alle ruote posteriori (nel cerchio), 10 nella parte in pendenza della coca cola, parzialmente nascoste dallo schermo. Questi tagli, che ricordano le branchie di uno squalo, creano la depressione per ottimizzare il raffreddamento di olio e acqua motore. Tanto per capire un effetto simile a quello che avviene sulla nostra auto, aprendo il tettuccio, o un dito di finestrino, per aumentare il flusso d’aria del climatizzatore. Sin dal GP Australia erano apparse aperture artigianali. Ora tutto è stato studiato e ottimizzato: il motore starà fresco senza frenare la F2007. Il numero 3 indica le fiancate ora più corte. Aguzzando la vista si notano sul punto d’attacco dello schermo laterale, di fianco alla conchiglia della Shell. Sempre lo stesso numero indica la zona presa d’aria che ora è più grande ed efficiente.

    NUMERO 4 - Il numero 4 indica il deflettore che è stato arretrato. Lo si nota meglio prendendo come riferimento la ruota anteriore. Nelle foto frontali del muso si può usare un altro riferimento. Prima erano all’altezza del marchio Alice adesso sono attaccati a quello della Shell.
    Infine il numero 5, indica il buco nel muso, mostrato meglio nel dettaglio. La prima volta che una soluzione del genere debuttò sulla McLaren girò anche la battuta che serviva unicamente per rinfrescare i piedi del pilota. In realtà serve soprattutto per raffreddare gli ammortizzatori della sospensione anteriore oltre ai finali di potenza del trasmettitore dati e di quello dell’interfono. Se poi arriva anche un po’ di aria al pilota tanto meglio.

    RAIKKONEN - Il lavoro della Ferrari è stato enorme e per nulla affrettato. Perché a Maranello la progettazione e la valutazione in galleria di questo restyling, che “traghetterà la F2007 nei prossimi 2/3 GP” come ha anticipato Kimi Raikkonen, è iniziata già nel settembre 2006, dopo il via libera alla costruzione dell’auto. Le novità aiuteranno sino ai GP veloci. Perché a Magny-Cours e Silverstone vedremo in realtà le modifiche che verranno sperimentate a metà giugno nei test sullo stesso circuito inglese, al ritorno dalla trasferta in America. Lì debutterà un restyling altrettanto pesante sul quale a Maranello lavorano dai primi giorni del 2007. Sarà una sorpresa per tutti. Infine al Castellet, tra martedì e venerdì della prossima settimana, saranno deliberate, su 2 tracciati tra i 100 possibili in questo impianto, altre novità destinate ai gran premi di Monaco, e poi Canada e Indianapolis.


    1) gobba superiore del cupolone, dietro la presa aria motore
    2) 16 feritoie aperte sul lato destro
    3) le fiancate sono ora più corte
    4) il deflettore è stato arretrato
    5) buco nel muso
  3. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4577704
    Singapore avrà un GP nel 2008
    Le autorità locali lo confermano


    Singapore ha ottenuto l’organizzazione di un GP di Formula 1 nel 2008, che avrà luogo su un circuito urbano, o in settembre o in ottobre, ha annunciato il ministro del Commercio e dell’Industria S. Iswaran, venerdì in una conferenza stampa.

    Iswaran ha dichiarato che potrebbe "potenzialmente" trattarsi di un primo Gran Premio notturno, ma gli organizzatori s’interessano sempre alle questioni di sicurezza.

    "Per tutti noi, la sicurezza è di un’importanza capitale.
    E’ per questa ragione che autorizzeremo un GP di notte soltanto se saranno prese tutte le disposizioni in materia di sicurezza da parte di tutti i team."

    "Diversamente torneremo ad un Gran Premio di giorno," ha concluso Iswaran.

    -------------------
    Valencia accoglierà un GP di F1
    Per almeno 6 anni


    La città di Valencia accoglierà su di un circuito urbano un Gran Premio di Formula 1 per un periodo di almeno sei anni, ha annunciato giovedì il governo regionale di Valencia.

    Questo annuncio è stato fatto ufficialmente a Valencia dal presidente del governo regionale, Francisco Camps, sindaco della città spagnola, Rita Barbera, e da Bernie Ecclestone.

    -------------------
    Il contratto con Valencia non sarebbe firmato
    Non ancora afferma Ecclestone


    Contrariamente a quanto era stato annunciato, sembrerebbe che il contratto tra Bernie Ecclestone ed il governo regionale di Valencia per la disputa di un GP di F1 a partire dall’anno prossimo, non sarebbe ancora stato firmato.

    Secondo Ecclestone c’è ancora un dettaglio che disturba : la rielezione di Francisco Camps al posto di Presidente del governo regionale, questo mese.

    "Mi spiace dirlo ora, ma non ho vuto i lcoraggio di dirlo al Presidente quando l’ho incontrato stamattina (ieri). Non firmeremo il contratto prima delle elezioni. Tutto è pronto, i contratti sono pronti, il circuito è pianificato, la sicurezza è stata migliorata, tutto si presenta per il meglio," ha affermato Ecclestone.


    "La gente mi chiede perché lo facciamo, perché due GP in Spagna ? La spiegazione è semplice : perché qui avremo u circuito urbano e quando si oserva il suo tracciato, è migliore rispetto a quello di molte piste permanenti," ha aggiunto Ecclestone.

    Alonso ha comunque espresso la sua incomprensione davanti a questa volontà di aggiungere una gara su un circuito cittadino. "Da alcuni anni la direzione presa dalla F1 è quella della sicurezza. E’ stata agiunta una chicane alla pista di Barcellona. E adesso andiamo a correre in città quando esiste una pista a 30 km di distanza… è difficile da capire," ha detto Fernando. "Ma la sicurezza è garantita, allora ok…"
  4. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4577705
    Schumi: "Che nostalgia"
    Il tedesco è ricomparso ai box della Ferrari impegnata a Montmeló: "Mi mancano le partite di calcio coi meccanici. Sono abbastanza felice, è bello alzarsi e decidere il programma. In futuro chissà"


    MONTMELO (Spagna), 11 maggio 2007 - "Sono abbastanza felice nella mia nuova situazione, vorrei vedere di più i ragazzi della scuderia, mi mancano le partite di calcio con loro ma ora ho altri tipi di divertimento". Il sette volte campione del mondo Michael Schumacher, ai box a Montmelò per il Gran Premio di Spagna, ammette di aver nostalgia soprattutto degli incontri di pallone del giovedì con i meccanici della Ferrari ma aggiunge di essere contento di "alzarsi la mattina e poter fare il mio programma".
    "Provo partecipazione - ha aggiunto Schumacher - quando vedo il team che festeggia. Quando perde sono triste e quando vince sono contento". Quanti GP farà? "Non lo so, deciderò io a mio piacere. Dopo mesi che sono fuori da questo business sono felice della mia situazione, in futuro chissà". Alla domanda se in futuro vorrà fare il proprietario di un team o magari occupare la poltrona di Jean Todt in Ferrari quando questi si ritirerà il tedesco è stato abbastanza categorico: "Assolutamente no, non voglio proprio. Ho altre ambizioni nella vita".

    --------------------------
    Alonso sprona la McLaren
    Alla vigilia del GP di casa lo spagnolo carica il suo team: "Serve un'idea brillante per battere la Ferrari. In Spagna avremo novità importanti. Schumi? Alla fine contro di lui era un po' monotono"


    MADRID (Spagna), 9 maggio 2007 - Michael Schumacher giura non gli manca, anche se i duelli ingaggiati con il sette volte campione del mondo li ricorda come "divertenti". Ma Fernando Alonso, l'unico iridato della F.1 2007, preferisce guardare al futuro, anche quello prossimo: a quattro giorni dal GP di Spagna, il campione spagnolo della McLaren confessa che la sfida che in questo momento gli interessa di più è quella con la rossa di Maranello e in questa ottica la "McLaren dovrà trovare un'idea più brillante della Ferrari nei prossimi mesi".

    IDEA - In attesa della prova sul circuito di Montmeló, domenica, Alonso, in un'intervista al quotidiano El Pais, dice di aver trovato "più o meno" quello che cercava nella sua nuova squadra, dopo aver conquistato due titoli mondiali alla Renault. Serve quest'idea "più brillante" nella sfida con la Ferrari: "Noi ci lavoreremo. A Barcellona presenteremo alcune novità aerodinamiche che potrebbero darci due o tre decimi di vantaggio sul giro, ma anche la Ferrari introdurrà sicuramente nuove soluzioni, speriamo che le nostre si rivelino più efficaci delle loro". Tutto ruota sull'evoluzione della monoposto, che si sta adattando alle nuove gomme, le Bridgestone.

    SENSAZIONI - "La capacità d'evoluzione della macchina dovrà essere incredibile a partire da questo quarto appuntamento del mondiale - ha aggiunto Alonso - per il resto della stagione ho delle buone sensazioni, anche se sarà l'anno più difficile per me dopo il cambio di scuderia e considerando l'attuale situazione del Mondiale". Nella classifica piloti, Alonso è leader in coabitazione con il compagno di scuderia, Lewis Hamilton e il finlandese della Ferrari, Kimi Raikkonen, tutti a quota 22 punti.

    NOSTALGIE - Quanto a Michael Schumacher Alonso non ha nostalgie: "È stato presente 15 anni in F.1 e, personalmente, non ne sento la mancanza - ribadisce l'asturiano - certo, correre contro di lui non mi dispiaceva affatto, e abbiamo avuto confronti in pista molto divertenti, ma in questo momento, ci sono Massa, Raikkonen ed Hamilton e con Michael, eravamo arrivati al punto in cui tutto sembrava monotono".

    ----------------------
    I tormenti di Fisichella

    Il romano si confessa dopo il difficile avvio di stagione: "Puntavo al Mondiale e invece quest'anno non salirò nemmeno sul podio. Purtroppo la macchina è nata male"


    MILANO, 9 maggio 2007 - Giancarlo Fisichella è un uomo maturo e sereno. È disincantato quando parla del suo momento difficile. "Ero partito per puntare al Mondiale - racconta - con l’erede della F.1 che, nelle ultime 2 stagioni, aveva vinto tutto. Invece eccomi qui a soffrire. Non vedo la possibilità di vincere un GP. È sbagliata l’aerodinamica. Meglio partire subito con la macchina 2008 che perdere tempo per riparare una monoposto nata male".
    - Si parla addirittura di una nuova galleria del vento a Enstone. La Renault non sa più progettare una macchina vincente?
    "Tutt’altro. Abbiamo gli stessi uomini dell’anno scorso, probabilmente il miglior motore del campionato, identico a quello che vinse nel 2006. Una nuova galleria? Serve, può essere".
    - Ma cosa è successo?
    "In galleria del vento vediamo un’auto buona poi in pista è un disastro".
    - Che cosa è successo?
    "Ai test usiamo il tubo di Pitot (strumento di misura) perché stiamo ripetendo tutte le misure".
    - Miglioramenti in vista?
    "No, questa Renault è nata male. Certo in F.1 nulla si può escludere, persino di vincere con questa auto. Ma non credo che risalirò sul podio nel 2007".
    - È tutto da buttare?
    "I progettisti stanno lavorando per riprendere in mano il disastro. Nei test in Spagna abbiamo collaudato una sospensione anteriore nuova, per cercare d’avvicinare la ripartizione dei pesi ottimale per le nuove Bridgestone. L’auto è migliorata: di poco, ma la sento meglio. Purtroppo la pioggia mi ha impedito di progredire nello sviluppo: le prove sul bagnato non servono. Il GP? Andrà male. E pensare che l’anno scorso dominammo...".
    - Chi ha potuto ha lavorato molto sull’ala anteriore.
    "Sì, ma lì c’è poco da guadagnare. Anche le ali della Honda non portano lontano: siamo già al limite del regolamento. Noi non abbiamo novità, lì. Abbiamo invece una nuova ala dietro, con un piano in più. Davanti c’è una nuova sospensione: dovrebbe bastare a fare la differenza. E, tra test e GP, potrebbero maturare altre cose. La macchina è nata male, fatichiamo, ma non ci arrendiamo".
    - Il problema più arduo?
    "La scarsa trazione e l’aderenza, pessima sia davanti sia dietro: un disastro. L’auto è scorbutica in frenata. E, nel veloce, tende ad allargare le curve con l’anteriore. E lo stesso problema si presenta anche nelle curve lente o medie. Non si mantiene una velocità adeguata. Guardi il distacco, 1"5 nell’ultimo GP. Non ce lo aspettavamo. Però cominciamo a capire qualcosa d’importante. Anche noi, come Ferrari e McLaren, abbiamo lavorato in rettilineo d’aeroporto, prima dei test a Motmelò".
    - Quindi il problema non è lei ma Renault che paga il passaggio alla Bridgestone?
    "Non è una scusa. È successo a tutti gli ex Michelin. Ma altri, come Bmw e McLaren, sono tornati veloci. La Renault ha sbagliato qualcosa, colpa nostra. La prima parte della stagione è compromessa. Senza trazione la macchina non è costante nel corso del giro e tra passaggi diversi il rendimento cambia sempre: migliori da una parte, peggiori altrove. Fino a 3 settimane dal GP di Spagna non avevamo idee su che fare. Ora, almeno quelle, le abbiamo. Sono le ali che non lavorano".
    - Lei, però, pare lucido.
    "Grazie. Peccato non essere già più in corsa per il Mondiale. Ma adesso c’è la prova che non erano scuse. Persino Briatore mi dà ragione. Nessuno se lo aspettava un avvio di stagione così. Abbiamo pensato anche di rimettere in gioco la macchina iridata nel 2006 ma con queste gomme non avremmo combinato nulla".
    - E le prove degli altri?
    "Crescono tutti, persino noi. Ma soprattutto la Ferrari che ha fatto passi avanti con soluzioni nuove".
    - Ferrari e McLaren dovranno presto scegliere su quale pilota puntare.
    "È troppo presto per questa scelta. Comunque Alonso, che conosco bene, non sarà in una situazione facile come l’anno passato. Ha dovuto adattarsi alla McLaren e in questi tre primi GP ho notato che non sta guidando come vorrebbe. Inoltre il suo compagno Lewis Hamilton ha avuto un avvio impressionante. Raikkonen è quello da cui ci si aspettava di più, ma anche lui dovrà adattarsi in fretta al doppio cambio delle gomme".
  5. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4577706
    McLaren davanti a Ferrari
    GP di Spagna : Prove Libere 1


    E’ sotto un bel sole che è iniziata la prima sessione di prove libere ufficiali di Barcellona. I termometri indicavano 23°C nell’aria e 31°C sull’asfalto. Fatto particolare, la quasi assenza di vento, evento piuttosto eccezionale nella regione di Montmelò.

    Sutil è stato il primo a scendere in pista al volante della sua Spyker, seguito poco dopo da Kubica, Albers, Davidson ed i nostri portacolori Trulli, Fisichella e Liuzzi. Ma dopo un rapido giro di controllo tutti sono rientrati ai box.

    Al quinto minuto Jenson Button è stato protagonista di un grosso bloccaggio di ruote alla prima curva… Le McLaren hanno esibito il loro nuovo alettone anteriore battezzato “Bridge” dai britannici. In ogni caso la sessione è stata molto tranquilla nei primi venti minuti, bisogna dire che i team hanno testato su queste tracciato la scorsa settimana e quindi dispongono già di una direzione di base da seguire.

    Dopo 21 minuti è stato Nico Rosberg a far registrare il primo tempo veloce, il tedesco è stato superato subito dalla Toyora di Ralf Schumacher e da quella del nostro Trulli. Le due monoposto nipponiche si sono scambiate le prime posizioni più volte. Dietro di loro si sono inserite le due Williams, anch’esse motorizzate Toyota.

    Poco dopo la mezz’ora Fernando Alonso ha premuto sull’acceleratore e nonostante la sua macchina scivolasse dappertutto, è riuscito ad installarsi al vertice.
    Lewis Hamilton si è piazzato nella scia del suo compagno di squadra, prima che Kimi Raikkonen inserisse la sua Ferrari tra le due MP4-22.

    Le Ferrari hanno progressivamente alzato il ritmo riuscendo a portarsi alle spalle delle due McLaren. Da segnalare che nessuno ha girato con gomme morbide. David Coulthard ha effettuato un testa-coda, ma per fortuna lo scozzese non ha toccato nulla e ha potuto proseguire la sua sessione.

    Le due McLaren hanno resistito fino alla fine, Hamilton ha preceduto Alonso nella graduatoria tempi. Raikkonen ha ottenuto la terza piazza davanti alla BMW di Kubica e all’altra Ferrari di Massa. Anthony Davidson ha segnato un ottimo sesto miglior tempo a poco meno di otto decimi da Hamilton. Dietro il britannico si sono inseriti nell’ordine Trulli, Ralf, Rosberg e Button che chiudono la top 10.

    Le due Renault hanno concluso al 14° e 15° posto con Kovalainen e Fisichella rispettivamente.

    ------------------------------------
    Renault in recupero
    GP di Spagna : Prove Libere 2


    Anche la seconda ora e mezza di prove libere a Barcellona è stata disputata in condizioni meteo ideali, con 25°C nell’aria e 48°C sull’asfalto. All’apertura della pit lane sono stati numerosi i piloti ad entrare in azione : Ralf, Trulli, Liuzzi, Kubica, Speed, Sato, Davidson…

    Speed si è goduto qualche minuto di gloria al volate della sua Toro Rosso. L’americano si è infatti installato per primo al vertice della graduatoria tempi, ma è stato successivamente battuto dalla BMW di Nick Heidfeld. Poco dopo è stato Hamilton a sua volta ad issarsi al comando delle ostilità. Le Renault hanno iniziato la sessione con gomme dure, come anche Alonso e Raikkonen.

    Al quarto d’ora Adrian Sutil ha commesso un piccolo errore alla chicane, ma il tedesco è riuscito a ripartire senza grossi problemi. Nel frattempo Speed ha continuato ad attaccare ritrovandosi ad un eccellente secondo posto dopo 22 minuti, forse i rimproveri di Berger hanno fatto il loro effetto… Da segnalare che Liuzzi, con gomme tenere, era in 18° posizione.

    Ma per Kubica e Fisichella, la mescole tenere sembra funzionare meglio. Il polacco si è portato in terza posizione davanti al romano dopo circa mezz’ora. Le Ferrari sono apparse in difficoltà e nei box del Cavallino i tecnici hanno lavorato sulla distribuzione delle masse per migliorare le prestazioni delle Rosse di Maranello.


    Doop 40 minuti Massa è risalito al terzo rango con la mescola tenera, ma il brasiliano accusava poco più di un secondo di distacco nei confronti di Alonso. Ma Raikkonen si è dimostrato abbastanza veloce con la specifica dura , il finlandese era terzo dopo 53 minuti di prove.

    Il comportamento delle due mescole d pneumatici Bridgestone è stato piuttosto diverso a seconda delle monoposto, per cui come sempre bisognerà aspettare le qualifiche di sabato per saperne qualcosa in più.

    Questa seconda ora e mezza di prove libere ha evidenziato il netto recupero delle Renault che hanno concluso al secondo e terzo posto con Fisichella e Kovalainen rispettivamente. Alonso ha piazzato la sua McLaren al primo rango con poco meno di tre decimi di vantaggio sulle monoposto campioni del mondo in carica.

    Massa ha ottenuto il quarto miglior tempo davanti a Hamilton e Raikkonen. Rosberg, settimo, ha preceduto Heidfeld, Webber e Speed che hanno completato la top 10. Questo passo in avanti compiuto dalle Renault potrebbe essere da preludio ad una lotta a tre e quindi ad un weekend ancora più interessante di quelli precedenti.
  6. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4577709
  7. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4577711
    Massa strappa la pole ad Alonso di pochi millesimi
    GP di Spagna : Qualifiche


    Le qualifiche del Gran Premio di Spagna sono iniziate in condizioni meteo decisamente calde. I piloti sono stati accolti da un sole molto intenso che ha portato le temperature a 28°C e a 49°C sull’asfalto.

    Trulli è stato il primo ad uscire dalla pit lane seguito dalle due Spyker di Sutil e Albers, dalla Toyota del compagno di squadra Ralf. Si sono visti subito anche Wurz, Liuzzi, Rosberg, Coulthard e Sato. Trulli si è installato immediatamente al vertice prima di essere scalzato da Liuzzi.

    Al comando si sono poi alternati Sato, Coulthard e Davidson. Ma pochi minuti dopo sono stati subito i top team ad entrare in scena, monopolizzando senza problemi i primi sei posti della graduatoria tempi. Hamilton è stato il più veloce davanti a Massa ed al compagno di squadra Alonso. Heidfeld ha ottenuto il quarto tempo precedendo Raikkonen e la seconda BMW di Kubica.

    I primi sei eliminati sono stati Speed, Webber, Albers, Sutil, Wurz e Ralf. Dietro le prime tre scuderie si sono piazzate le due Super Aguri di Sato e Davidson che sono state più veloci delle Renault e delle Toyota.

    Trulli è stato il primo ad entrare in azione anche nel secondo quarto d’ora. Il nostro portacolori è stato rapidamente imitato dai suoi colleghi. Coulthard ha segnato subito un ottimo tempo che lo ha messo al riparo dall’eliminazione.

    Il primo escluso è stato Takuma Sato, il quale ha dovuto parcheggiare la sua Super Aguri a bordo pista nel terzo settore, determinando lo sventolamento delle bandiere gialle nel settore.
    Al termine della seconda sessione sono stati eliminati Button, Barrichello, Rosberg, Liuzzi, Sato e Davidson. Il più veloce nei secondi 15 minuti è stato Massa che con la sua Ferrari ha preceduto Hamilton, Raikkonen e Alonso. La top 6 è stata completata da Heidfeld e Kubica.

    Come era prevedibile, la lotta per la pole position è stato un affare privato tra Ferrari e McLaren. Queste due scuderie sono scese in pista con la mescole dura di pneumatici. Hamilton si è issato in prima posizione, prima di essere scalzato dal compagno di squadra Alonso.

    Nel finale tutti hanno utilizzato un treno di gomme morbide per sferrare l’ultimo attacco. A prevalere è stato Felipe Massa che ha offerto la pole al Cavallino battendo l’eroe locale Alonso di soli 32 millesimi. Uno smacco per lo spagnolo della McLaren. Raikkonen scatterà dalla seconda fila accanto alla McLaren di Hamilton.

    La BMW di Kubica ha ottenuto il quinto posto in griglia davanti alla Toyota di Trulli. Quarta fila per Heidfeld e Kovalainen; quinta per Coulthard e Fisichella.


    --------------------------
    Risultati completi Qualifiche
  8. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4577714
    Ecclestone gela Imola `Nel 2008 non ci sara``

    (AGM-DS) - Milano, 12 maggio - Il fatto che Ecclestone abbia detto che il prossimo anno la Spagna avra` un altro GP, aveva fatto sperare Imola. La speranza di ritornare nel calendario della Formula 1 ed essere un appuntamento in piu` per i tanti tifosi italiani, ma la risposta di Bernie Ecclestone alla domanda se nel 2008 era pensabile rivedere il GP di San Marino, la secca risposta e` stata: `Non credo`.

    In questi giorni Ecclestone aveva annunciato l`inserimento di Valencia e Singapore nel calendario della prossima stagione e questo aveva fatto sperare nella possibilita` di avere di nuovo un secondo GP in Italia dopo il tradizionale appuntamento di inizio settembre a Monza, ma il `padre-padrone` della F1 ha gelato tutti.

    -----------------
    Il mondiale delle seconde
    Lontano dai riflettori, Bmw, Renault e Toyota corrono per il Mondiale dei secondi. Honda in crisi nera.


    Dopo tre Gran Premi è ora di bilancio. Non solo per Ferrari e McLaren: dietro le due regine, in sostanziale equilibrio tra di loro, si affannano altre protagoniste, che cercano di strappare podi nelle gare e punti nelle classifiche. E’ questione di sviluppo e prospettive: la sorpresa di oggi sarà la certezza di domani e chissà, magari la candidata alla vittoria finale di dopodomani.

    Veri e propri potentati economici hanno investito negli ultimi anni in Formula 1, con l’ambizione di riuscire un giorno a salire in cima al mondo. Honda e Toyota per esempio. Ma anche la Petronas, che è alle spalle della Bmw. Mentre per la Renault il discorso è diverso: bicampione del mondo in carica oggi appare in difficoltà, scontando un – forse fisiologico – momento di riflusso.

    E’ certamente la Bmw Sauber la terza forza del Mondiale. Lo ha dimostrato per le qualità della monoposto e per l’affidabilità nelle prestazioni. Tre quarti posti per Nick Heidfeld, un sesto per il secondo Kubica a Sakhir: diciotto punti in classifica costruttori e Renault scalzata dal ruolo di terza incomoda.

    La casa francese campione del mondo paga infatti alcune incertezze in fase di progettazione e soprattutto la dipartita di Fernando Alonso, pilota capace di sfruttare al 100% i momenti buoni e limitare il danno in quelli cattivi. Fisichella non è una prima guida da altissimo livello, Kovalainen è troppo giovane e ingenuo (come ha dimostrato a Melbourne).

    Mediocre Mondiale fin qui per la Toyota, che pure ha fatto fior di investimenti in questi anni mai ripagati dai risultati in pista. Benino Jarno Trulli, male Ralf Schumacher: un punticino in Australia e poi più nulla. La TF107 è parsa poco adatta al suo stile di guida, tanto che – al di là delle smentite di rito – il prossimo anno Ralf potrebbe salutare e lasciare il posto a Heidfeld. Chi andrà sicuramente via è il responsabile del team Tsutomu Tomita: ufficialmente trasferito ad altri incarichi, in realtà probabilmente epurato per i risultati deludenti.

    Il vero caso però è la Honda. Il team di Tokyo potrebbe avere tutto per primeggiare: soldi a volontà, esperienza da vendere, investimenti diversificati, un’assidua frequentazione nel mondo dei motori e un pilota di qualità come Button. Ma la monoposto RA107 si è rivelata una macchina completamente sbagliata. Lenta nei rettilinei, scomposta in entrata di curva, pessimo profilo aerodinamico e motore non certamente competitivo. La somma di tutto da zero, esattamente come i punti conquistati finora.
  9. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4577716
    Originally posted by Bardok
    Kaiser posti la classifica del campionato ?:sbam:


    di solito la metto dopo la gara...comunque:

    Classifica mondiale piloti prima del Gp di Spagna:

    01 F.ALONSO 22
    02 K.RAIKKONEN 22
    03 L.HAMILTON 22
    04 F.MASSA 17
    05 N.HEIDFELD 15
    06 G.FISICHELLA 8
    07 J.TRULLI 4
    08 R.KUBICA 3
    09 N.ROSBERG 2
    10 H.KOVALAINEN 1
    11 R.SCHUMACHER 1


    Classifica mondiale costruttori prima del Gp di Spagna:

    1 McLAREN 44
    02 FERRARI 39
    03 BMW SAUBER 18
    04 RENAULT 9
    05 TOYOTA 5
    06 WILLIAMS 2

  F1: Gp di Spagna

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina