1. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4580202
    Brescia nervoso al fischio di chiusura, quando ha scaricato tutta la sua rabbia per una sconfitta ritenuta immeritata. E parole grosse soprattutto tra Piangerelli e Domizzi, ex bresciano e per questo, soprattutto per questo, finito nel mirino del capitano biancazzurro. Mezzo parapiglia, dunque, al fischio di chiusura, con Piangerelli trattenuto da un paio di giocatori, Serafini pure lui con qualcosa da dire al difensore azzurro e Savini, invece, dalla parte di Domizzi. Nessun contatto, però. Nessuno scontro fisico. Al rientro negli spogliatoi, invece, è toccato a De Zerbi subire l'aggressione - però solo verbale - di uno sconosciuto, probabilmente un addetto al campo. L'azzurro, nato a Brescia, però saggiamente non ha replicato. Uno sguardo feroce e tutto è finito lì. A provare a rasserenare gli animi ci ha provato soprattutto Sosa, che s'è fermato in campo con Cosmi e che con l'allenatore del Brescia è poi tornato negli spogliatoi, dove non è accaduto più nulla, per fortuna. Rosetti, comunque, è stato spettatore attento di quanto è successo in campo. E non è escluso che gli atteggiamenti aggressivi di Piangerelli e Serafini possano essere già finiti nel suo referto. Così come la sua direzione è finita nei commenti amari e anche ironici del Brescia a fine gara.
    http://www.tuttonapoli.net/index.php?action=read&idnotizia=20124
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  2.     Mi trovi su: Homepage #4580204
    Originally posted by GLOBO
    Brescia nervoso al fischio di chiusura, quando ha scaricato tutta la sua rabbia per una sconfitta ritenuta immeritata. E parole grosse soprattutto tra Piangerelli e Domizzi, ex bresciano e per questo, soprattutto per questo, finito nel mirino del capitano biancazzurro. Mezzo parapiglia, dunque, al fischio di chiusura, con Piangerelli trattenuto da un paio di giocatori, Serafini pure lui con qualcosa da dire al difensore azzurro e Savini, invece, dalla parte di Domizzi. Nessun contatto, però. Nessuno scontro fisico. Al rientro negli spogliatoi, invece, è toccato a De Zerbi subire l'aggressione - però solo verbale - di uno sconosciuto, probabilmente un addetto al campo. L'azzurro, nato a Brescia, però saggiamente non ha replicato. Uno sguardo feroce e tutto è finito lì. A provare a rasserenare gli animi ci ha provato soprattutto Sosa, che s'è fermato in campo con Cosmi e che con l'allenatore del Brescia è poi tornato negli spogliatoi, dove non è accaduto più nulla, per fortuna. Rosetti, comunque, è stato spettatore attento di quanto è successo in campo. E non è escluso che gli atteggiamenti aggressivi di Piangerelli e Serafini possano essere già finiti nel suo referto. Così come la sua direzione è finita nei commenti amari e anche ironici del Brescia a fine gara.
    http://www.tuttonapoli.net/index.php?action=read&idnotizia=20124


    le prendevano anche fisicamente i bresciani se gli azzuri reaggivano.....

    troppo giovani...inesperti....:asd:
    SIGNORI SI NASCE, ED IO MODESTAMENTE LO NACQUI'

    [URL=http://imageshack.us][/URL] [URL=http://imageshack.us][IMG]http://img464.imageshack.us/img46

  A fine partita aggrediti Domizzi e De Zerbi

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina