1.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4589542
    Il procuratore: «Non mi sorprenderebbe l’interessamento di altri club».

    Pensare male è peccato, ma a volte ci si azzecca. E pensare male dopo i messaggi lanciati da Ibrahimovic è fin trop_po facile. Certe richieste di adeguamento contrattuale, infatti, potrebbero nasconde_re la volontà di arrivare a una rottura con l'Inter. E' una tattica già utilizzata da molti altri giocatori, con l'obiettivo finale di cam_biare aria e accettare le offerte, quasi sem_pre più ricche, arrivate da altre squadre. In prima fila per lo svedese, in_fatti, c'è il Chelsea, anche perché, se davve_ro Roman Abramovich ha deciso di lasciar partire Shevchenko, il club londinese ha la necessità, se non l'obbligo, di ingaggiare un altro attaccante di massimo livello. Subito dopo il Chelsea, c'è il Real Madrid, il cui «appeal» internazionale, do_po la rimonta nella Liga, è in forte crescita. E Ramon Calderon, accertata l'impossibili_tà di strappare Kakà al Milan, punta ad un altro colpo ad effetto, in modo che i tifosi delle Merengues non lo accusino di non mantenere le sue promesse. E con Ibrahi_movic il popolo madridista non rimarrebbe certo deluso.

    «Non mi sorprenderebbe l'inte_ressamento di altri club - spiega Mino Ra_iola, procuratore dello svedese, prestando molta attenzione alle sue parole - del resto, in questo momento, assieme a Kakà e Ro_naldinho, Zlatan è uno degli unici tre cal_ciatori che nel panorama mondiale è in grado di spostare gli equilibri». L'agente, poi, ribalta ogni responsabilità sulla socie_tà nerazzurra. «Ibra via dall'Inter? E' una domanda da porre a Moratti. E rimarrei molto sorpreso se il presidente decidesse di privarsi di un giocatore del genere. Al mo_mento, anzi, non ho avvertito nessun segna_le in questo senso. Posso dire, però, che Zla_tan è sereno e tranquillo all'Inter». Talmen_te sereno che Raiola arriva a smentire le ri_chieste di adeguamento, che, invece, lo stesso giocatore ha confermato nella sua in_tervista a Libero. «E' vero che ho parlato con Moratti, ma non del contratto di Ibra. Abbiamo discusso di altre cose. Non andrò io a chiedere il rinnovo. Se lo vorrà, sarà la società a proporlo. Noi siamo pronti a par_larne e a sederci a un tavolo per discutere. Da parte nostra, però, non c'è fretta visto che il contratto in essere è valido ancora per 3 anni. Zlatan avreb_be lasciato comunque Torino anche senza calciopoli, che, invece, ha soltanto abbassa_to la sua quotazione. La decisione di anda_re via risale a gennaio e nasce da alcune promesse fatte e mai rispettate. Già allora ci fu il primo contatto con l'Inter».

  Ibra, futuro incerto: Chelsea e Real Madrid lo corteggiano

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina