1.     Mi trovi su: Homepage #4590077
    Originally posted by Giovanni1982
    Quando lo costruiscono?


    fine 2007 decidono , sembra che il comune e veltroni abbia dato la disponibilità a Fiumicino.

    Sinceramente lo vorrei a Roma un impianto del genere e non fino a Fiumicino , anche se molti stadi in Italia ed in Europa sono poco fuori la città.
    DALL'ULTIMA VOLTA IL CALCIO E' CAMBIATO , MA ESSER ULTRAS E' ANCORA REATO.

    Memento Audere Semper
  2.     Mi trovi su: Homepage #4590078
    Originally posted by Bardok
    fine 2007 decidono , sembra che il comune e veltroni abbia dato la disponibilità a Fiumicino.

    Sinceramente lo vorrei a Roma un impianto del genere e non fino a Fiumicino , anche se molti stadi in Italia ed in Europa sono poco fuori la città.


    Non so quanto sia distante da Roma, pero' l'importante e' che sia ben collegato. Anche l'Old Trafford non e' proprio a manchester ma con 4 fermate di tram o con gli autobus, ci arrivi tranquillamente.
    Poi da come appare, è veramente bello. :yy:
  3. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4590079
    Originally posted by Bardok
    http://www.amagroup.it/indexit.php

    Spettacolare. Purtroppo per Lotito non glielo faranno mai costruire a Roma:cry:

    Bellissimo.:approved:
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  4.     Mi trovi su: Homepage #4590082
    Originally posted by Giovanni1982
    Non so quanto sia distante da Roma, pero' l'importante e' che sia ben collegato. Anche l'Old Trafford non e' proprio a manchester ma con 4 fermate di tram o con gli autobus, ci arrivi tranquillamente.
    Poi da come appare, è veramente bello. :yy:


    Abbastanza distante da Roma , ad esempio io con la macchina ci metto quasi 1 ora ad arrivare all'aeroporto di fiumicino prendendo strade veloci come il raccordo e l'autostrada roma-fiumicino. Con i mezzi c'è il treno che collega Roma all'aeroporto ma non so precisamente dove viene fatto lo stadio. Mi preoccupa anche il fatto che sul raccordo immaginati 40 mila persone solo per la Lazio e tutti gli altri cittadini che si muovono , sarebbe il panico anche la domenica.
    Per non parlare di tutti quei ragazzi che raggiungono lo stadio con il motorino 50cc
    DALL'ULTIMA VOLTA IL CALCIO E' CAMBIATO , MA ESSER ULTRAS E' ANCORA REATO.

    Memento Audere Semper
  5.     Mi trovi su: Homepage #4590083
    Originally posted by ^Mr-Drakula^
    Perchè la lazzietta è giusto che giochi fuori Roma. :cool:


    See magari lo costruisce lo Stadio , anche poco fuori Roma , sai i soldi che entrano ?
    DALL'ULTIMA VOLTA IL CALCIO E' CAMBIATO , MA ESSER ULTRAS E' ANCORA REATO.

    Memento Audere Semper
  6.     Mi trovi su: Homepage #4590085
    L'impianto prevede una capienza di 53.000 posti,una semicopertura dotata di sistemi fotovoltaici per l'accumulo di energia al fine di rendere l'impianto il più possibile indipendente.Nello stadio saranno presenti anche impianti di gioco per tutte le discipline della polisportiva Lazio. Particolare attenzione è stata posta a tutti quegli aspetti distributivi, strutturali e logistici correlati ai requisiti richiesti dalle recenti normative italiane ed europee per il raggiungimento di un idoneo livello di sicurezza, comfort e fruibilità dello Stadio oltre che per l’ottenimento della Licenza UEFA da parte della Lazio Calcio. I temi che presentano un maggiore impatto sulla struttura architettonica dello Stadio sono: · la corretta distribuzione degli spettatori in diversi settori delle tribune, · la rete di percorsi separati e di adeguate dimensioni per il raggiungimento del proprio posto da parte dei tifosi, giornalisti, autorità, ma anche per accedere alle diverse strutture sportive da parte di atleti, accompagnatori, arbitri, ecc. · l’inserimento nel complesso di volumi destinati ad attività diverse da quella del Calcio, destinate a convivere tra loro ma indipendenti per accessi, servizi ecc. · la riduzione massima del rischio di contatto, inteso come scontro, tra le diverse tifoserie, · la possibilità di evacuare velocemente le tribune attraverso il campo di gioco, · avere più accessi al campo da parte di mezzi di sicurezza, soccorso o manutenzione, · dotare la tribuna principale di idonee postazioni per i MEDIA, · collocare in posizione idonea i locali per la sorveglianza e sicurezza dello stadio.
    DALL'ULTIMA VOLTA IL CALCIO E' CAMBIATO , MA ESSER ULTRAS E' ANCORA REATO.

    Memento Audere Semper
  7.     Mi trovi su: Homepage #4590086
    Una vasta area ricavata nei volumi retrostanti gli spalti dove ospitare una piscina coperta olimpionica, con una tribuna da 2700 posti, due campi coperti per calcetto, pallavolo, pallamano, tennis, hockey, un fitness center, palestre varie, il museo della Lazio, attività commerciali, di ristorazione, culturali e di svago.

    --------------

    Il tormentone ha ormai debordato dalle cronache cittadine, diventando un caso politico-sportivo-affaristico nazionale. Si tratta dello «Stadio delle Aquile», che il presidente della Lazio, Claudio Lotito, vorrebbe costruire su una delle aree agricole più pregiate di Roma: circa cinquecento ettari che accompagnano il Tevere per un lungo tratto della riva destra, a nord della città, tra la via Tiberina e la via Flaminia.

    Leggendo attentamente il progetto, si capisce subito che lo stadio è solo una goccia [il dieci per cento] di un’immensa colata di cemento di quasi due milioni di metri cubi: oltre ai 38 mila metri quadri di superficie destinati allo stadio [compreso il parcheggio da 8 mila posti auto], sono previsti 96 mila metri cubi per le «attività sportive» [una piscina coperta olimpionica, campi di squash, palestre, «fitness center»] e ben 170 mila metri cubi per «attività varie» [spazi commerciali e di merchandising, la sede societaria, un museo con annessa «Hall of fame», sale proiezioni, centro videogiochi, internet point, tribuna stampa, studi televisivi e radiofonici, kinder garden, ristoranti e bar].

    Ciliegina sulla torta, il piano residenziale, vero cuore del progetto: oltre 900 mila metri cubi di costruzioni, per un totale di 1.300 appartamenti. Unica «compensazione» promessa, l’impegno di «preservare le aree boschive della tenuta e la cessione di trenta ettari al comune». Costo totale dell’operazione, circa 250 milioni di euro. Ama group è la società incaricata della progettazione e della realizzazione dell’intervento.

    Ecco una gigantesca speculazione edilizia e finanziaria mascherata da impresa sportiva [«Voglio uno stadio all’inglese», ripete Lotito] e da obblighi del bilancio societario. «Noi abbiamo messo sul tavolo un progetto che può permetterci di aumentare i ricavi e di avvicinare la gente – ha dichiarato il presidente della Lazio, nel suo tipico stile, quello che lo ha reso famoso in tutte le trasmissioni tv satiriche - In questa struttura voglio riorganizzare tutta la struttura sportiva, che coinvolge 34 sezioni [i diversi sport, ndr.] e 100 mila persone. Per creare quegli elementi di differenziazione che ti fanno preferire un club ad un altro. Bisogna trasmettere ai tifosi, che soffrono per questo club, la sua storia e il senso di appartenenza».

    Il progetto ha ben chiari i «valori sportivi»: la concessione di edificabilità, da sola, decuplicherebbe il valore del terreno agricolo, rendendo possibile una speculazione fantastica. L’area interessata è di proprietà del patron della Lazio, ed è stata ereditata - gratuitamente - dall’imprenditore Mezzaroma, suo suocero, uno dei più famosi «palazzinari» della capitale, per pochi mesi socio di cordata del presidente della squadra della Roma, Franco Sensi.
    DALL'ULTIMA VOLTA IL CALCIO E' CAMBIATO , MA ESSER ULTRAS E' ANCORA REATO.

    Memento Audere Semper

  Ecco le prime immagini dello Stadio della Lazio

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina