1.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4592107
    L'attaccante intenzionato a lasciare il Milan se arriverà un'altra grande punta. C'è un'offerta della Fiorentina ma preferisce i bianconeri

    MILANO, 30 maggio 2007 - Questi sono i giorni in cui Alberto Gilardino indirizzerà non solo la sua carriera, ma anche la sua vita. A 25 anni quasi compiuti è arrivato il momento della svolta. Una svolta improvvisa e anche imprevedibile solo poche settimane fa. Perché lui, cannoniere dall’altissima media gol, sembrava essere il centravanti del Milan del presente e del futuro. E invece, all’improvviso, qualcosa è cambiato nella squadra e quindi anche nella testa di Alberto, ragazzo sensibile e di conseguenza portato a soffrire più degli altri le delusioni del lavoro.

    ANALISI - Gilardino sta pensando di lasciare il Milan. Non vorrebbe farlo, perché è legato all’ambiente, ai compagni, ai tifosi e ai dirigenti che due anni fa investirono 24 milioni per acquistarlo dal Parma. Ma lo farà, almeno questa è la sua intenzione, se a Milanello dovesse arrivare un altro attaccante di grande valore: uno tra Eto’o, Shevchenko e Ronaldinho per intenderci. La paura di Alberto è che gli spazi si riducano e l’analisi poggia sulla considerazione che se Ronaldo sta bene un posto è suo. Difficile, poi, pensare che il nuovo grande acquisto sia destinato alla panchina. Alberto, che per carattere non farà mai una sparata per rivendicare il posto, teme che sia diminuita la fiducia nei suoi confronti. Un conto è partire alla pari con gli altri e poi gioca chi sta meglio e segna di più; ben altro conto è essere il terzo attaccante del Milan insieme a Inzaghi e con l’incognita Kakà, sempre più incline a fare la seconda punta.

    REALTA’ - Per questo, nei giorni scorsi, Gilardino ha incontrato Adriano Galliani che gli ha parlato chiaro. Il senso del discorso è questo: "Al Milan il posto garantito non ce l’ha nessuno, la concorrenza è sacra. Se ti sta bene, noi siamo felici che tu faccia parte del nostro club perché ti riteniamo molto forte. Se, però, preferisci andare da un’altra parte, in una squadra che non fa la Champions, sediamoci e parliamone".

    FIRENZE E JUVE - L’unica offerta arrivata finora è quella della Fiorentina. Gilardino non ha però intenzione di trasferirsi a Firenze: lo riterrebbe un passo indietro che non si può compiere a 25 anni e dopo tutte le vittorie e i gol delle ultime stagioni. Però Alberto sa che la Juve (che già lo contattò nel 2005) lo sta seguendo con grande interesse. A Torino Alberto andrebbe per tre motivi: è l’unica piazza priva della Champions che gli garantirebbe comunque una vetrina internazionale; ritroverebbe compagni di Nazionale con i quali si trova bene e che potrebbero essere gli ideali suggeritori per un attaccante come lui (Camoranesi e Del Piero su tutti); avrebbe la prova della fiducia di una società che vuole tornare grande in fretta e che farà solo investimenti mirati. Se poi arrivasse anche Marcello Lippi, il quadro sarebbe perfetto. Senza contare che da piccolo Alberto era tifoso bianconero e andava allo stadio con il papà Gianfranco. La situazione della Juve non è ancora chiara e quindi, sotto questo punto di vista, Gilardino dovrà aspettare qualche giorno. Oggi, intanto, il suo procuratore Bonetto incontrerà Galliani. Poi telefonerà ad Alberto, ancora ad Anversa dopo l’operazione di ieri. Lì in Belgio, dove due anni fa è risorto Pippo Inzaghi, un ragazzo di 25 anni sta ragionando sul suo futuro.
  2. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage #4592112
    se veramente andasse a firenze ...sarebbe un bel colpo...visto che prandelli sa gestirlo al meglio, ma ciò complica la posizione di Pazzini
    Superlega Serie A :cool:
    Campione Champions Superleague Apertura 2013/14 :cool:
    Campione Supercoppa Superleague Apertura 2013/14 :cool:

    di solito gli uomini quando sono tristi non fanno niente: si limitano a versare lacrime sulla propria situazione.Ma quando si arrabbiano, allora si danno da fare per cambiare le cose
  3.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4592114
    Originally posted by Giovanni1982
    Non si muove da Milano.
    è quello il problema..non se move proprio:asd: :asd:

    skerzo, alla fine si pensava potesse far di più ma la sua ventina di gol stagionali li fa...considerando che ha 25 anni che nessuno in A alla sua età ha segnato quanto lui e che ha avuto sempre una concorrenza di buon livello il milan deve continuare a puntarci...ha una gran tecnica..gli mancano solo un po di balle...ma speriamo che con l'esperienza gli vengan pure quelle
  4.     Mi trovi su: Homepage #4592115
    Originally posted by massituo
    è quello il problema..non se move proprio:asd: :asd:

    skerzo, alla fine si pensava potesse far di più ma la sua ventina di gol stagionali li fa...considerando che ha 25 anni che nessuno in A alla sua età ha segnato quanto lui e che ha avuto sempre una concorrenza di buon livello il milan deve continuare a puntarci...ha una gran tecnica..gli mancano solo un po di balle...ma speriamo che con l'esperienza gli vengan pure quelle

    concordo col tuo discorso e col fatto che non si muove da milano. Tra l'altro bisogna anche tenere conto che se va via il milan deve comprare un altro attaccante con la A maiuscola e non credo che vogliano gettarsi in questo gioco quando un bel campioncino ce l'hanno in casa.
    E' forte, ma più che le balle deve imparare un tipo di gioco differente da quello che fa lui solitamente.
  5.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4592116
    Originally posted by Zanetti_Capitano
    E' forte, ma più che le balle deve imparare un tipo di gioco differente da quello che fa lui solitamente.
    indubbiamente gioca troppo con le spalle alla porta, ma forse è portato a farlo per favorire gli inserimenti dei centrocampisti...il problema secondo me è proprio la cattiveria...non ne ha...inzaghi è uno scarpolone ma ha due balle enormi, gila il contrario

  La Juve nella testa di Gila

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina