1.     Mi trovi su: Homepage #4592688
    Primo trionfo della loro storia per i padovani, che in gara 2 di finale battono 4-2 la LazioNepi, dopo l'1-1 della prima sfida. Decisivo l'allungo del 2° tempo, all'intervallo era 0-0

    ROMA, 30 maggio 2007 - La Luparense è campione d’Italia. Per la prima volta nella sua storia, per un trionfo atteso 11 anni. Era il 1996 quando a San Martino di Lupari (provincia di Padova) è arrivato il calcio a 5. Oggi, undici anni dopo, la Luparense è sul tetto d’Italia, dopo aver superato in gara-2 della finale scudetto la LazioNepi per 4-2. Una vittoria voluta e cercata, un successo che apre ai veneti la strada per la prossima Uefa Futsal Cup, la Champions League del calcio a 5.

    GRANDE EQUILIBRIO - A Colleferro era finita 1-1, questa volta bisognava vincere per evitare gara-3 e portare a casa lo scudetto, spezzando l’equilibrio. E Luparense e LazioNepi ci hanno provato subito, con un ritmo altissimo e grande intensità. I veneti hanno pressato per tutto il primo tempo alti, costringendo la squadra di Maurizi ad allungare il campo. Ma la LazioNepi ha trovato spesso difficoltà ad accompagnare la manovra, non attaccando la profondità a dovere. Così dopo le occasioni per Vampeta da una parte e Bellomo dall’altra, è Garcias a mettere i brividi a Feller, imitato poco dopo da Honorio. Ma alla sirena dell’intervallo è ancora 0-0.

    FUOCHI D’ARTIFICIO - La ripresa parte con una Luparense a mille. Ci provano Marcio e Sandrinho, la LazioNepi perde Marcelo (infortunio al ginocchio) e Guerra è costretto a salvare su Honorio. Ma il gol dei padroni di casa è nell’aria, e al 6’ Honorio si prende la sua rivincita, bruciando Guerra con un pezzo di alta scuola. Due minuti dopo è 2-0, con Vampeta che di piatto conclude una ripartenza di 30 metri. Lazarini perde la testa e si fa espellere, in superiorità numerica i veneti vanno sul 3-0 con Nora (a segno dopo due erroracci). Allora Maurizi al 10’ della ripresa manda Guerra in appoggio. La LazioNepi ci prova, ma sembra finita. Fino a 2’10 dalla fine, quando Garcias costringe Grana al fallo da rigore. Sul dischetto va Ippoliti che non sbaglia e che 20 secondi dopo sigla il 3-2 su tiro libero (fallo di Honorio, ancora su Garcias). La Luparense trema, il cuore biancoceleste non ha fine. Fino al gol di Sandrinho a quattro secondi dalla sirena. La Luparense di Velasco (al quarto scudetto dopo Torino e la doppietta con Prato) è campione d’Italia.
  2.     Mi trovi su: Homepage #4592689
    Albo d'oro
    1983/84 Roma Barilla
    1984/85 Roma Barilla
    1985/86 Ortana
    1986/87 Marino
    1987/88 Roma RCB
    1988/89 Roma RCB
    1989/90 Roma RCB
    1990/91 Roma RCB
    1991/92 BNL
    1992/93 Torrino SC
    1993/94 Torrino SC
    1994/95 BNL
    1995/96 BNL
    1996/97 BNL
    1997/98 Lazio
    1998/99 Torino
    1999/00 Genzano
    2000/01 Roma
    2001/02 Prato
    2002/03 Prato
    2003/04 Arzignano
    2004/05 Perugia
    2005/06 Arzignano
    2006/07 Alter Ego Luparense

  Calcio a 5: Luparense campione d'Italia

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina